ANTIPLAGIO denunciate sostanze pericolose

la sua attivita' fino a 5 passaggi.

15/nov/2004 01.54.00 Telefono Antiplagio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
VIPLINE 14/11/04
Il 65% dei maghi prescrive droghe leggere
Telefono antiplagio lancia l'allarme chiedendo al Ministero della Sanità di dichiarare tossiche 31 sostanze allucinogene.

Maghi e ciarlatani spesso consigliano ai propri clienti di assumere droghe leggere. Alcune anche piuttosto pericolose.
Il monito, dopo la notizia dello studente universitario di Brindisi che ha ingerito svariati semi della cosiddetta 'erba del diavolo' (e che è ricoverato in rianimazione all'ospedale Sant'Anna di Ferrara) viene da Telefono Antiplagio, organismo che da anni combatte contro le cialtronerie dei cosiddetti maestri dell'occulto.
"Insieme allo stramonio - commenta Telefono Antiplagio - che provoca eccitamento, delirio, vertigini, disturbi visivi e auditivi, e' definita 'erba del diavolo' anche la datura: quest'ultima crea allucinazioni, estasi, senso di forza e onnipotenza; in Sudamerica viene somministrata ai bambini difficili perche' si crede che, dopo l'assunzione, gli spiriti degli antenati tornino a sedarli".
L'utilizzo di sostanze 'magico-esoteriche', ancora non vietate, pare stia prendendo piede anche in Italia.
Il 65% dei sedicenti 'maghi', infatti, stando ai dati in possesso di Telefono Antiplagio, propina alle proprie vittime - con ricarichi economici dal 500% al 1.000% - preparati di origine sudamericana e orientale per vivere esperienze paranormali o guarire malattie, anche le piu' gravi.
Il 32% delle vittime afferma di essere stato invitato dal 'mago' a ingerire sostanze di provenienza esotico-esoterica. Il 17% dei 'maghi', inoltre, consiglia ai malcapitati clienti di non assumere farmaci prescritti dai medici. Il 40% delle vittime sostiene di essere stato invitato dal 'mago' a non ricorrere piu' alla medicina tradizionale. "Pertanto chiediamo con urgenza - dicono quelli di Telefono - al ministro della Salute, dott. Girolamo Sirchia, di valutare la possibilita' di considerare illegali 31 sostanze -la cui pericolosita' è ormai accertata - inserendole nelle tabelle degli stupefacenti".
ECCO TUTTE LE "ERBE" TOSSICHE SECONDO TELEFONO ANTIPLAGIO:
ACONITO: cresce nell'area del mar Mediterraneo e determina un sensibile rallentamento cardiaco e ipotensione. Da' la sensazione di volare. La coscienza e' lucida fino all'ultimo. Si applica sulla pelle.
AMANITA MUSCARIA (e amanita panterina): fungo velenoso coltivato nella penisola di Kamchatka. Provoca effetti allucinatori ed estasi, rallentamento del battito cardiaco, aumento di sudorazione e salivazione. Eliminato con le urine, conserva la sua attivita' fino a 5 passaggi. Per questo motivo alcuni santoni, allo scopo di prolungare lo stato allucinatorio, invitano a berle.
ARECA CATECHU: cresce nel sub continente indiano e nel sud-est asiatico. Abbinata ad altre erbe suscita euforia.
AYAHUASCA: originaria del Peru', provoca allucinazioni e viene somministrata per scopi pseudo-divinatori o telepatici. Puo' generare gravi intossicazioni epatiche. Il suo principio attivo e' la banisterina.
BANISTERIA (detta telepatina): cresce nelle regioni tropicali e sub-tropicali del continente americano. Provoca la sensazione di essere dotati di facolta' extrasensoriali.
BELLADONNA: cresce in Europa e Asia. Produce eccitamento, delirio, vertigini, disturbi visivi e auditivi.
BLACK X2: estasi vegetale a base di caffeina, colina, sinefrina, carnitina, arginina e taurina.
BUFOTENINA: allucinogeno estratto dalla pelle di rospo.
BURUNDANGA: polvere inodore e incolore estratta da un arbusto (borrachera), tipico dell'area tropicale andina (Colombia). Genera ipnosi chimica, annulla la volonta', provoca perdita di memoria ed e' utilizzata nelle cerimonie religiose. Ogni anno almeno 6000 persone, a Bogota', finiscono all'ospedale a causa di questa droga. Viene fatta assumere alle donne per abusare di loro, senza che possano rendersene conto.
CLAVICEPS: cagiona debolezza fisica, alterazioni visive, deliri e depersonalizzazione. Il suo principio attivo contiene LSD.
COHOBA: pianta in polvere allucinogena di Haiti, usata per le estasi nelle cerimonie religiose.
CORYDALIS: comune in Europa e in Canada, provoca catalessi e perdita dell'iniziativa motoria, insieme alla capacita' di modificare una posizione.
DATURA (o yerba del diablo): si trova nel Messico e in Arizona. Suscita allucinazioni, estasi, senso di forza e onnipotenza. In Ecuador viene data ai bambini difficili perche' si crede che, dopo l'assunzione, gli spiriti degli antenati tornino a sedarli.
FREE HEMP: bevanda alla caffeina con estratto di canapa.
GHB: sostanza di laboratorio, chiamata anche ecstasy liquida, priva di odore e colore e leggermente salata. Provoca ipnosi chimica e danni irreparabili agli organi interni. E' facilmente somministrabile con qualunque bevanda; se pero' viene assunta insieme ad altre droghe o alcool, costituisce un cocktail mortale. Ha effetti disibinitori e aumenta le prestazioni sessuali. Viene fatta assumere alle donne per abusare di loro senza che possano reagire. Effetti collaterali: vertigini, nausee e incontinenza.
IPOMOEA TRICOLOR (e rivea corymbosa o yerba del serpiente): cresce in Messico e provoca perdita di coscienza, depersonalizzazione, apatia e produzione di visioni.
KAT: erba dello Yemen e dell'Etiopia usata come allucinogeno e afrodisiaco.
KAWAKAWA: radice di pianta polinesiana, con effetti simili all'alcool ed alla marijuana. Provoca rilassamento, euforia e talora percezioni psichiche alterate.
KRATOM PWD: erba proveniente dalle zone piu' remote del sud-est asiatico, provoca stimolazione e sensazioni di contatto ed armonia con la natura.
MANDRAGORA: radice afrodisiaca e velenosa, produce ebbrezza ed effetti narcotici. Chi dice che guarisce dalla sterilita' afferma il falso.
NYMPHAEA AMPLA: vive in Messico e determina stati di trance con apparenti facolta' visionarie.
ORANGE MUSHROOMS: fungo allucinogeno arancione.
PEGANUM HARMALA: pianta ornamentale presente in Russia, Francia, Spagna ed Egitto. Determina euforia, senso di leggerezza, allucinazioni, convulsioni e pseudo-predizioni. In Italia cresce spontaneamente solo nei dintorni di Cagliari.
PEYOTL: nasce negli Stati Uniti e nel Messico. Produce ebbrezza, allucinazioni colorate, visioni terribili e riduzione del campo visivo. Dal peyotl si isola la mescalina, in grado di modificare la coscienza in maniera profonda.
PSYCHOTRIA VIRIDIS: sostanza 'sacra', originaria della foresta amazzonica, usata per entrare nel mondo soprannaturale e parlare con le divinita'.
PSYLOCIBE: fungo 'sacro' presente in Messico, chiamato pure teonanacatl. Determina allucinazioni, sensazione di volare, di chiaroveggenza e di trasmissione del pensiero.
STP: allucinogeno sintetico che provoca viaggi cattivi, contrariamente a quanto affermato (cioe’ che sia stato inventato dagli angeli dell'inferno per produrre serenita’ e pace).
STRAMONIO: originario del mar Caspio, e' ormai presente su tutte le sponde del Mediterraneo. Provoca gli stessi effetti della belladonna. E' detto erba del diavolo (come la datura).
TABERNANTHE IBOGA: cresce nel Congo. E' utilizzata per combattere la fatica e ottenere l'estasi.
VOLUBILIS: estratto allucinogeno di due piante rampicanti.
YAGE: pianta originaria della foresta amazzonica, usata per mettersi in contatto con l'aldila' e guarire gli ammalati. E' uno degli ingredienti principali della Ayahuasca.
www.vipline.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl