Fulmine sul Duomo di Parma. Chi ha salvato la cattedrale?

Fulmine sul Duomo di Parma.

22/ott/2009 11.54.27 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Questa notte, alle 2.30 un fulmine ha colpito il campanile del Duomo di Parma. Si è sviluppato un incendio che non si è propagato alla cattedrale.

La statua dell’Angiol d’or (o Angiolen dal Dom) è un simbolo di Parma e rappresenta l’angelo Raffaele. E’ una copia, l’originale si trova al museo del Duomo. I vigili del fuoco sono intervenuti tempestivamente per spegnere l’incendio e in seguito hanno lavorando con grandi difficoltà – il campanile è alto 65 metri – per mettere in sicurezza la zona e i residenti.

Secondo il vescovo di Parma Enrico Solmi, la croce dell’Angiol d’oro ha fatto da parafulmine e ha salvato il duomo dall’incendio. La saetta avrebbe piegato e quasi distrutto la croce tenuta in mano dall’angelo.

Secondo i vigili del fuoco, invece, il fulmine averebbe colpito una delle torrette agli angoli del campanile. Da questa si sarebbe sviluppato lungo i cavi elettrici un piccolo incendio che però si è propagato solo alla copertura del campanile e, in seguito, è stato spento dai pompieri.

Intervento miracoloso o no? Voi chi pensate abbia ragione?

Effetti del fulmine sul duomo di Parma

Effetti del fulmine sul Duomo di parma

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl