Contributi per famiglie numerose. Di Alberto Salmaso

Di Alberto Salmaso PADOVA - Che la nostra società stia attraversando un periodo di crisi economica, e quindi di riflesso anche sociale, è ormai noto; pertanto ciò che può essere di ausilio, di sostegno, di aiuto anche integrativo da parte delle Istituzioni, non può che essere importante e necessario.

30/ott/2009 18.28.59 IP Report Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

PADOVA -   Che la nostra società stia attraversando un periodo di crisi economica, e quindi di riflesso anche sociale, è ormai noto; pertanto ciò che può essere di ausilio, di sostegno, di aiuto anche integrativo da parte delle Istituzioni, non può che essere importante e necessario. 

     Compito della politica è trovare soluzioni alle esigenze dei cittadini: sicuramente le scelte politico-amministrative sono perfettibili, e in quanto tali oggetto di critica; comunque la presenza delle Istituzioni deve fare parte della coscienza e del sentire comune, a prescindere dallo "schieramento". 

     Recentemente è stato attuato il progetto "Sperimentazione di iniziative per l'abbattimento dei costi di servizi per le famiglie con numero di figli pari o superiore a 4": le famiglie padovane che rientrano nella fattispecie (con almeno 4 figli conviventi di età inferiore ai 24 anni) e che risiedono regolarmente a Padova da almeno 2 anni alla data di scadenza del bando (le richieste devono pervenire entro il 4 novembre 2009) possono presentare domanda per il contributo che viene concesso per spese sostenute nel 2008.

     Le uscite per le quali viene concesso l'apporto sono: i consumi di base riferiti ai servizi di luce, acqua, gas e telefono; i servizi connessi al tempo libero (sport, cinema, etc.) utilizzati dai figli; la frequenza scolastica dei figli (retta nido/scuola materna, contributo alla scuola/istituto, tasse scolastiche ed universitarie); i mezzi di trasporto utilizzati dai figli per raggiungere la scuola o il posto di lavoro.

     L’importo previsto per il contributo forfettario, una tantum, è di un massimo di 353 euro per le famiglie con 4 figli e di un massimo di 530 per le famiglie con 5 figli o più. Ovviamente l’ammontare preciso del contributo sarà definito in base al numero delle richieste che perverranno al Settore Servizi Sociali.

continua in Idea Padova

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl