Lagorai, settimane bianche a 99 euro, albergatori veneti in rivolta. Di Marco de' Francesco

Di Marco de' Francesco BELLUNO - Montagna veneta, la stagione turistica è ai blocchi di partenza, proprio mentre si apre un nuovo capitolo nella polemica tra operatori nostrani e trentini.

09/nov/2009 13.55.57 IP Report Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

BELLUNO - Montagna veneta, la stagione turistica è ai blocchi di partenza, proprio mentre si apre un nuovo capitolo nella polemica tra operatori nostrani e trentini.

Semaforo verde anzitutto a Cortina d’Ampezzo, dove gli appassionati potranno sciare già il 13 novembre; ma, con le Dolomiti imbiancate, anche altre località inizieranno in anticipo rispetto alle previsioni: ad Alleghe, Arabba,  Col dei Baldi, in Marmolada, a Zoldo, Falcade e sulle piste di Porta Vescovo e di Passo San Pellegrino l’apertura degli impianti è prevista per il week-end del 27-29 novembre.

Quanto alla polemica fra albergatori confinanti, l’ultima puntata della serie  è iniziata qualche giorno fa quando  il vicepresidente dell’Apt Valsugana Lagorai Stefano Ravelli, la responsabile marketing delle funivie Lagorai Eliana Carlin e due imprenditori turistici hanno annunciato un nuovo prodotto: una settimane bianca con 5 pernottamenti, colazione in hotel o campeggio a 3 stelle più 5 skipass giornalieri alle funivie Lagorai, il tutto a 99 euro.

continua in Idea Padova
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl