CESTISTICA: vano ogni tentativo per battere la compagine di Ruvo

27/nov/2006 16.20.00 CESTISTICA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

CESTISTICA SAN SEVERO

 UFFICIO STAMPA

 

 

Cestistica: vano ogni tentativo per battere la compagine di Ruvo

 

Domenica 27 novembre si è giocata al palasport Falcone e Borsellino di San Severo la partita più attesa del campionato: Cestistica-Ruvo. Il derby pugliese carico di emozioni e di ricordi per entrambe le tifoserie. Come dimenticare le partitissime dei play-off della passata stagione che consegnò alla compagine di Ruvo l’accesso alla finalissima solo dopo tre lunghissime partite: la vittoria dei neri a Ruvo nella prima partita, ribaltato in gara-2 dai ruvesi in un palazzetto gremito all’inverosimile, quindi, a porte chiuse, la compagine di Ruvo ebbe la meglio sui neri, che scendevano in campo privi di Gaeta infortunato.

Altri tempi quelli, non lontani, quando le due squadre erano al top ed erano in vetta alla classifica. Domenica scorsa la Cestistica è scesa in campo per prendere due punti vitali per la zona salvezza ed il Ruvo per ottenere la vittoria che gli permettesse di stare al passo delle capolista. Alle 18,00 la coppia arbitrale, formata da Cristina Ardone di Recanati e Luca Santilli di Pesaro, dà l’avvio a questo derby tanto atteso, che non offre il colpo d’occhio di qualche mese fa, ma che comunque vede sugli spalti oltre un migliaio di tifosi sanseveresi intenti a trascinare con il loro incitamento la squadra oltre la palude delle difficoltà che l’attanaglia ed il nutrito e colorito gruppo dei tifosi ruvesi intenti a dar man forte ai loro beniamini, che vede subito gli ospiti andare in vantaggio ed allungare tanto che a 7’ e 01” sono sul 9 a 7. Il tentativo portato dai locali per tentare una rimonta non sarà felice. Infatti, è chiamato un time out a 3’ e 56” dalla fine e con lo score fermo sul 18 a 7 per gli ospiti. Da quel momento sono i neri a dominare trascinati da un eccezionale Davico. Canestro su canestro rimontano lo svantaggio, ma secondo un copione ormai visto e rivisto sul 20 a 19 ed il suono della sirena gli ospiti tirano a canestro e vanno a segno fissando il punteggio sul 22 a 19 in loro favore.

Il secondo tempo vede i neri ancora rincorrere gli avversari e subito pareggiare le cose con Favia che realizza il 22 a 22 con un tiro da tre. Quindi è un botta e risposta fino al nuovo sorpasso dei neri ad opera di Rigoni a 4’ e 51”, che fissa lo score sul 28 a 27. A quel punto a farla da padrone in campo è il nervosismo che vedrà prima un tecnico alla panchina ruvese a 3’ e 43” e poi, 24 secondi dopo, è il dirigente al tavolo Nicola Fracchiolla ad abbandonare il campo di gara, espulso per reiterate proteste. I neri non si avvantaggeranno di ciò, in quanto non realizzano in nessuna delle due occasioni consentendo agli ospiti di assorbire quanto accaduto in breve tempo. A 2’ e 18” dal termine la compagine di Brogialdi guida l’incontro con il punteggio di 36 a 33 e chiude la frazione con un parziale di 19 a 15 ed un finale di 41 a 35.

Dopo il riposo lungo la Cestistica tenta la rimonta e com’è ovvio nell’attaccare offre il fianco al contropiede avversario che annulla ogni azione degli uomini di Costanzucci, che tenta ogni cosa per contenere anche la stanchezza dei suoi uomini, attesa la panchina corta. Intanto dalle tribune si spera nella vittoria. A 4’ dalla fine della frazione uno scatenato Davico realizza 5 punti consecutivi accorciando le distanze sul 43 a 45 per gli ospiti. I neri danno il massimo, il loro agonismo è superiore ad ogni aspettativa. Ma ogni sforzo è vanificato dagli avversari che chiuderanno la frazione con un parziale di 19 a 13 ed il finale fissato sul 60 a 48.

Nell’ultimo quarto non succede molto la Cestistica tenta il tutto per tutto, ma la grande spinta agonistica non approda a molto, ma realizza solo un ottimo spettacolo per gli astanti: la “zona”dei ragazzi di Costanzucci non porta frutti e gli ospiti di Ruvo, realizzando a circa 8’ dal termine di frazione il loro massimo vantaggio sul 65 a 48, mettono il risultato al sicuro, approdando a fine gara con un tranquillo parziale di tempo di 15 pari ed un finale di 75 a 63.

 I tabellini fanno segnare per la Cestistica San Severo, allenata da Costanzucci, 11 punti per Davico e Naso, 10 Simone, 7 Rea e Rigoni,6 Favia e Zec, 5 Alfarano, mentre non è entrato Dirienzio. Per la compagine di Ruvo, allenata da Brogialdi, 20 punti per Fessia, 14 Giuffrida e Labate, 9 Orlando, 7 Ambruoso e De Bellis, 4 Musso, nessun punto per Cacciani, mentre non sono entrati Caldarola e Lovino.  

 Al termine della gara, che sarà ricordata per l’urlo collettivo di entrambe le squadre a fine partita a metà campo come mostrano le immagini dell’incontro riproposto integralmente per gli appassionati nel sito www.ilcampanile.it, il coach della Cestistica San Severo, Costanzucci ha dichiarato: “Sapevamo che era una partita piuttosto difficile. Incontravamo una squadra che avrebbe fatto di tutto per la vittoria finale ed anche se ha avuto una partenza di campionato difficile adesso si sta riprendendo ed ha un parco giocatori molto completo su tutti i fronti. Hanno giocatori con capacità complementari fra sostituto e titolare.  Contro una squadra difficile da affrontare che viaggia ad una media di 80 punti, noi abbiamo tenuto bene, ma il problema è stato che siamo mancati un po’ in attacco. I ragazzi ci credevano e ci credevamo tutti, ma la partita è sempre 5 contro 5 cinque e quando vai in campo non pensi a niente. Pensi a giocare e bisogna essere molto più maturi, ma la nostra è una squadra molto giovane con una media sui 22 anni e non riesce a essere lucida in certi momenti. Questo con una squadra esperta come quella di Ruvo capace di capitalizzare subito certi risultati la situazione diventa difficile se non si riesce a realizzare in attacco.”
 
A Proposito di nuovi acquisti e rinforzi Costanzucci dichiara: “Ci stiamo muovendo e stiamo sondando il mercato, però siccome sono delle scelte importanti non vogliamo avere fretta, ma obiettivamente sul mercato c’è ben poco in questo moment. Questo è il problema principale e quindi per non commettere errori vogliamo riflettere bene su quello che esso offre. Comunque c’è una forte intenzione di rafforzare la squadra sia da parte dello staff tecnico che da quello societario, però, ripeto è una scelta delicata che va ponderata bene. Non vogliamo fare scelte avventate,anche se è una scelta che dovrà avvenire nel più breve tempo possibile”.

 

                                       Piero Mastroiorio

 

 

FANTOWN SERVICE Coop.r.l. - servizi per la comunicazine

Via Gen. Colangelo, 25

Casella Postale 243

71016 - San Severo (FG)

Fax 0882/224734 R.M. 347.5270649

E-mail: fantownservice@tiscali.it 

 

 

    

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl