la CESTISTICA sconfitta a 6 secondi dal termine

la CESTISTICA sconfitta a 6 secondi dal termine CESTISTICA SAN SEVERO UFFICIO STAMPA La Cestistica San Severo perde, a 6 secondi dal termine, l'incontro con la capolista Molfetta 62 a 65 Domenica 17 dicembre si è giocata la 14^ giornata del girone di andata del campionato di serie B2 girone D e a scendere in campo sul parquet del Falcone e Borsellino di San Severo contro la Cestistica era la compagine corregionale e capolista di Molfetta.

18/dic/2006 16.10.00 cestistica Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 

CESTISTICA SAN SEVERO

 UFFICIO STAMPA

 

 

La Cestistica San Severo perde, a 6 secondi dal termine,
l'incontro con la capolista Molfetta 62 a 65

 

 

Domenica 17 dicembre si è giocata la 14^ giornata del girone di andata del campionato di serie B2 girone D e a scendere in campo sul parquet del Falcone e Borsellino di San Severo contro la Cestistica era la compagine corregionale e capolista di Molfetta. L’incontro si presenta subito per quello che sarebbe stato: all’ultimo canestro.

I tifosi hanno assistito non ad una gara tra la prima e la penultima in classifica, ma alla lotta per il primo posto tra due compagini capolista. Alle 18,00 la coppia arbitrale composta da Luciano Sarra di Matera ed Andrea Calvosa di Cosenza hanno dato il via all’incontro che subito ha visto gli ospiti andare in vantaggio raggiunti e scavalcati dai locali sul 5 a 2 risultato che si protrarrà fino a 7’02” dalla fine del quarto quando il molfettese Paganucci accorcia le distanze con il 5 a 4 preludio al primo vantaggio degli ospiti realizzato da Leo a 6’04”. Tra errori e contropiedi il quarto giunge a termine con un +8 del Molfetta ed un parziale di 20 a 12.

L’inizio del secondo quarto non offre molto, se non i molti errori da entrambe le parti. Infatti, un primo canestro è realizzato a 8’15” dagli ospiti e a 7’14” è chiamato un time out, ma il risultato è ancora lo stesso 22 a 12 per il Molfetta. La sospensione è vitale per gli ospiti tanto che a 4’48” sono sul 27 a 18 e non molleranno fino al parziale di frazione che sarà di 20 a 16 in loro favore come pure il +12 del finale 28 a 40.

Durante il riposo lungo vari sono i commenti tra gli spettatori: i sanseveresi temono il peggio e i moltissimi sostenitori ospiti intonano i loro cori nell'attesa di vedere i loro beniamini che rientrano in campo un po’ più spenti. I ragazzi di Costanzucci cominciano il loro lavoro di rimonta a 6’15 dal termine una bomba di Rea fa segnare il 43 a 36 ed un minuto dopo a 5’ 10” ancora un tiro da tre dello stesso Rea è lo score è sul 39 a 45. La Cestistica è di nuovo in partita le difese e gli attacchi sono stremati; su entrambi i fronti si gioca al recupero con molte palle prese sui rimbalzi e tolte dalle mani degli stessi giocatori da entrambe le formazioni. Il risultato resta lo stesso e a 4’50” è chiamato un time out che non produce effetti. Infatti, per vedere sbloccare il risultato e portarlo a 41 a 45 per gli ospiti ci vuole la schiacciata targata neri per opera del fortissimo Rigoni a 3’59” dalla fine del quarto. Il nervosismo aumenta a 2’52” dalla fine Storchi del Molfetta "atterra" il sanseverese Rea che è portato a braccia a bordo campo. Gli arbitri non vedono e non puniscono la scorrettezza avversaria. Dagli spalti la protesta si fa accesa mentre il tempo scorre e la frazione si chiude con il parziale in favore della Cestistica 17 a 10. Ma il finale è degli ospiti con un +5 sul complessivo 45 a 50.

L’ultimo quarto offre un colpo d’occhio che è uno spettacolo. Dalle tribune si incitano le due formazioni a squarciagola tra i rulli dei tamburi che coprono le voci. Il palazzetto è una bolgia e nel campo è una lotta senza quartiere, canestro a canestro, le due formazioni si inseguono e sorpassano a vicenda dal 47 a 52 per gli ospiti alla schiacciata di Davigo a 6’20” che fa segnare il 52 pari.  Le squadre continuano a cercare di andare in vantaggio, ma la cosa riuscirà a 4’51” a Rea, che realizzando il suo tiro da tre, porta in vantaggio la Cestistica 59 a 57. L’inseguimento ed i sorpassi sono punto a punto a 1’28” sono gli ospiti a tenere il vantaggio 61 a 60. L’ultimo minuto è stato per i forti di cuore: una manciata di secondi e le formazioni dopo il tiro libero di Rigoni sono sul 62 pari con il possesso di palla alla Cestistica e la possibilità di rinviare tutto al supplementare. Mancano 6 secondi al termine della gara che vede la capolista inchiodata sul pareggio da una compagine che ha attraversato moltissime vicissitudini, ma che sta dimostrando di essere grande tra grandi. Sei lunghissimi secondi per decidere cosa fare: Alfarano pensa alla vittoria e subito, senza supplementari. Tira, la palla vola verso il canestro ed urtando il ferro rimbalza nelle mani del molfettese Paganucci, il quale si avvicina all’area sanseverese e da quasi otto metri effettua il tiro della disperazione che si insacca nel canestro dei locali. Il boato di tutto il palazzetto ha un suono indecifrabile è la sovrapposizione tra il no dei sanseveresi ed il sì dei molfettesi. Molfetta batte Cestistica San Severo 65 a 62.

A fine partita una sola voce: si poteva rinunciare al tiro e giocarsi l’incontro ai supplementari, ma tant’è. Il girone d’andata è terminato e la Cestistica San Severo è penultima a 4 punti ed il Molfetta è primo in classifica a 22 punti.

I tabellini fanno segnare per la Cestistica San Severo, allenata da Costanzucci,  21 punti Rigoni, 14 Davigo, 9 Zec, 8 Naso, / Rea, 2 Simone, 1 Alfarano, nessuno per Favia, mentre non è entrato Di Rienzo. Per la compagine di Molfetta allenata da Carolillo, 18 punti per Leo, 17 Bigi, 10 Storchi, 7 Maggi, 5 Paganucci, 3 Teofilo e Torresi, 2 Nord, mentre non sono entrati Braidot e Filianoti.  

                Piero Mastroiorio

 

 

FANTOWN SERVICE Coop.r.l. - servizi per la comunicazine

Via Gen. Colangelo, 25

Casella Postale 243

71016 - San Severo (FG)

Fax 0882/224734 R.M. 347.5270649

E-mail: fantownservice@tiscali.it  

    

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl