Cestistica Bernalda News (12 ottobre 2009)

Girone D - 3ª giornata di andata domenica 11 ottobre 2009 ore 18.00 POLIVALENTE "P.CAMPAGNA" - Largo S. Donato - BERNALDA (MT) Bernalda 62 vs Foggia 72 Arbitri: V. Rinaldi di Salerno e A. Loscalzo di Potenza © Cestistica Bernalda - (Foto A. Pascucci) Cestistica Bernalda Dil.

12/ott/2009 12.13.12 Cestistica Bernalda Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.



Campionato Nazionale Pallacanestro a.s. 2009-2010
Serie B Dil. Girone D - 3ª giornata di andata
domenica 11 ottobre 2009 ore 18.00
POLIVALENTE "P.CAMPAGNA" - Largo S. Donato - BERNALDA (MT)

 
Bernalda 
62
vs Foggia 
72
Arbitri: V. Rinaldi di Salerno e A. Loscalzo di Potenza

© Cestistica Bernalda - (Foto A. Pascucci)
© Cestistica Bernalda - (Foto A. Pascucci)



Cestistica Bernalda Dil. Pall. Srl: Salvatore 14(3), Marinelli 10, Russo 22(2), Gaeta 6, Basili 8(1), Benenati 2, Favia, Dolic, Bonafede n.e., Bortone n.e., All. Vandoni
Libertas Foggia: Marinelli 3, Desiato 10(2), Magnani 3, Marmugi 12(1), Bruno 2, Chirico 9(1), Toppino 14, Castoro 11(3), Pignalosa 8, Macchiarola n.e., All. Leonetti
Note: Usciti per falli: Gaeta, Benenati e Bruno. Un solo arbitro nel secondo tempo per un malore dell'arbitro Loscalzo.
Spettatori: 800 circa

Commento alla gara

Beffarda sconfitta per la BBC Group Cestistica Bernalda che perde l'imbattibilità tra le mura amiche alla 3^ di campionato contro un mai domo Foggia.
Gara dai due volti quella degli ionici: primi due quarti praticamente mai giocati e praticamente ingiudicabili, seconda frazione a raffica nella quale con un parziale di 21-4 gli uomini di Vandoni passano addirittura in vantaggio di 6 lunghezze prima del concitato finale.
Partiamo proprio dalla fine, dal super parziale inflitto a Foggia quando la gara sembrava già andata: sul +6 per la Cestistica (55-49) i foggiani trovano due triple con Castoro e Marmugi dopo altrettanti attacchi sbagliati dai lucani, si portano sul +4 grazie al duo Toppino-Pignalosa, ma subiscono nuovamente il ritorno bernaldese che, grazie alla tripla di Basili, si riconcretrizza al 35'.
Desiato risponde subito con un'altra tripla riportando i suoi sul +4, Bernalda torna a rivedere i fantasmi che l'hanno accompagnata per i primi 20' di gioco.
Per due minuti non segna nessuno: Salvatore sbaglia una tripla, Marinelli cattura il rimbalzo offensivo e consegna la sfera a Russo, che penetra tra due avversari subendo un vistoso fallo, che però viene sanzionato come infrazione di passi dall'unico arbitro Rinaldi: l'altro fischietto infatti, il signor Loscalzo di Potenza, era rimasto al 20' dopo l'ingresso negli spogliatoi vittima di un malore che l'aveva costretto a non rientrare più sul parquet.
Dopo l'episodio sopra citato la gara si chiude definitivamente a favore dei Foggiani: a meno di due minuti dalla fine e dopo l'ennesimo attacco non concretizzato ingiustamente, la Cestistica sul -4 inizia col tentare la soluzione del fallo sistematico; i pugliesi fanno 5/7 dalla lunetta, contemporaneamente Bernalda non riesce a metterla nel cesto, complice la fretta di concretizzare punti importanti per l'eventuale aggancio.
Russo e Salvatore segnano gli ultimi punti della BBC mantenendo invariato il piccolo fortino dei dauni su 6-7 lunghezze durante l'ultimo minuto che sembra durare un'eternità.
Sul 62-69 e ormai a 8 secondi dalla fine, con i giocatori già pronti ad andare in doccia, Castoro tiene palla e non marcato da nessuno mette la bomba del +10 finale, gesto che indispettirà giustamente il pubblico locale, che darà alla sconfitta il sapore ancora più di beffa per le modalità in cui è avvenuta.
Dopo due tempi trascorsi ad inseguire e sotto di venti lunghezze infatti, con la squadra portatasi sul +5 nonostante l'enorme divario accumulato (per la maggior parte a causa propria, ma complici sicuramente diverse scelte arbitrali non proprio da manuale del poi ritirato Loscalzo), tutto sembrava pendere dalla parte della Cestistica e sembrava che le sofferenze fossero state scontate tutte nella prima parte della gara.
Pochi presagivano quello che sarebbe successo dopo, anche perche Bernalda era viva e attiva e solo per proprie leggerezze (ad esempio il 2 vs 1 in contropiede malamente sprecato con un tiro dall'arco) non ha inflitto il decisivo colpo di fioretto a Foggia.
I pugliesi dal canto loro hanno il merito di aver condotto una buona gara nei primi due quarti (a fronte di quella ingiudicabile dei bernaldesi) e di aver fatto tutto quello che dovevano fare nel momento in cui i bernaldesi hanno offerto loro il fianco nei minuti finali.
Sicuramente la sconfitta odierna lascia grande amaro in bocca, ma come ovvio che sia bisogna stringersi attorno alla squadra e fare quadrato per trovare serenità e tranquillità e lavorare bene in settimana.
Domenica prossima è già un'altra gara e nel bene e nel male tutto sarà resettato e niente sarà
già scritto in quel di Siracusa.

Gianmaria Spinelli

Clicca qui per la presentazione di questa gara

© Cestistica Bernalda - (Foto A. Pascucci)
© Cestistica Bernalda - (Foto A. Pascucci)




© Cestistica Bernalda - (Foto A. Pascucci)
© Cestistica Bernalda - (Foto A. Pascucci)




© Cestistica Bernalda - (Foto A. Pascucci)
© Cestistica Bernalda - (Foto A. Pascucci)




© Cestistica Bernalda - (Foto A. Pascucci)
© Cestistica Bernalda - (Foto A. Pascucci)

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl