Yayà Touré-Barcellona: rottura. Inter alla finestra

Inter alla finestra BARCELLONA, 30 novembre - Grande festa a Barcellona dopo il successo nel "super-clasico" contro il Real Madrid, ma non per Yayà Touré.

01/dic/2009 01.54.00 SoloCalcio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
BARCELLONA, 30 novembre - Grande festa a Barcellona dopo il successo nel "super-clasico" contro il Real Madrid, ma non per Yayà Touré. Il centrocampista della Costa d'Avorio non è stato impiegato nella sfida contro le "merengues" e, il giorno dopo, non ha nascosto il suo malumore.

INSODDISFAZIONE - Nonostante le ottime prestazioni della passata stagione, infatti, quest'anno spesso Touré si deve accomodare in panchina. Una situazione che comincia a pesare, come spiega il giocatore. «Non sono un ultra-trentenne che deve sempre partire dalla panchina -spiega a "France Football"-, sono ancora giovane. Alla mia età (26 anni ndr) un calciatore è nel pieno delle sue forze fisiche e tecniche, però, lo stesso, non ho la possibilità di giocare». Touré si pente, quasi, del rinnovo del contratto con il Barcellona della scorsa estate, che lo lega ai blaugrana fino al 2012. «Quando si rinnova un contratto a un giocatore -si sfoga l'ivoriano- non lo si fa per farlo stare in panchina. Certo, la decisione spetta sempre all'allenatore, ma io mi alleno sempre e credo di essere al 100%». Il centrocampista non esclude, a questo punto, di poter lasciare il Barça. «Credo di aver dato il mio contributo nella strepitosa stagione che abbiamo fatto lo scorso anno, e adesso per me è dura stare fuori -conclude-. E' una situazione strana. Devo prendere una decisione riguardo al mio futuro».

INTER ALLLA FINESTRA - Il futuro di Yayà Touré potrebbe essere in Italia. Recentemente il suo nome era stato accostato all'Inter, che potrebbe prenderlo già a gennaio. Non è la prima volta, infatti, che il centrocampista si lamenta per il suo scarso utilizzo da parte di Guardiola. Lo aveva già fatto tramite il suo agente, Dimitri Seluk. «Capi­sco che in una grande squadra ci sia tur­nover, ma come è possibile che sia sem­pre lo stesso giocatore a restare fuori? Perché Keita ha già giocato 10 partite e Yaya solo 5 (nella Liga, ndr)? Pochi me­si fa abbiamo firmato il rinnovo del con­tratto. Non contesto le legittime scelte del tecnico, ma allora perché hanno voluto che Yaya prolungasse?», le parole del procuratore. L'Inter, a questo punto, potrebbe tornare alla carica dopo aver seguito Touré già ai tempi del Monaco e averne parlato in occasione della trattativa Ibra-Eto'o.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl