Video gol 3-3 Cagliari - Napoli Highlights

Bogliacino si arrampica sul palo come fosse un pirata all'assalto e quando l'ultima anima della partita sta per spirare mette dentro non una palla ma un magacolossale meteorite che fa esplodere il sortilegio e sigilla il 3-3.

13/dic/2009 11.10.00 SoloCalcio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Cagliari - Incredibile, assurdo, infinito, pazzesco Napoli! Al 95’ cambia la storia, la tradizione, la maledizione dell’Isola. Bogliacino si arrampica sul palo come fosse un pirata all’assalto e quando l’ultima anima della partita sta per spirare mette dentro non una palla ma un magacolossale meteorite che fa esplodere il sortilegio e sigilla il 3-3. Fantastico, ma anche disperato, controverso, strabiliante, immortale Napoli. Una partita che non basta l’elogio della follia per spiegarla. Gli azzurri vanno avanti con uno splendido gol di Lavezzi, mettono una pietra sopra con il 2-0 di Pazienza, ma il brillante, sbarazzino, sorprendente Cagliari di Allegri conferma che è la squadra rivelazione di cui si narra. E ribalta tutto. Dallo 0-2 al 3-2. Il Napoli sembra vittima della nemensi delle rimonte ma anche dell’Incantesimo sardo. Sarebbe stata la terza ferita all’ultimo respiro con il Cagliari. Ma il vento è cambiato, l’Isola che non c’è torna sulla mappa dei Guerrieri di Mazzarri. Alla fine dell’ultimo giro della Fiera: Denis è il Carrarmato che sfonda, Bogliacino è Capitan Uncino! Tuffo di testa, nella leggenda dell’Isola del Tesoro!
Tutti dicevano che si sarebbe segnato tanto in questa partita. Perché di fronte c’è la meglio gioventù del calcio italiano. Così sarà. Comincia uno stratosferico Lavezzi. Pocho semina tutta la difesa sarda, destro potente e preciso. E mamma mia che gol! Napoli avanti dopo venti minuti. Cagliari ferito ma tiri nella porta azzurra non se ne vedono. Finisce il primo tempo. Uno a zero per noi.
Nel secondo comincia una giostra impazzita. Gli azzurri si prendono il campo, sfiorano il gol con Hamsik e Quagliarella. Poi sfondano al 20’: Pazienza su azione d’angolo libera il destro in mischia, 2-0. Poi ricomincia la salita però. Il Cagliari trova lo spunto bellissimo di Larrivey ed il pareggio con un grande stacco di Matri, il novello Gigi Riva nell’immaginario sardo. Il Napoli si rialza da leone. Pazienza praticamente fa gol su colpo di testa ma Larrivey salva sulla linea, neppure lui sa come. Sembra già maledetto questo campo, ma diventa addirittura da paura di stregonerie quando Jeda, ancora lui, fa 3-2 vicino al novantesimo. C’è da non crederci, ma a crederci forse è solo il Napoli. Lavezzi viene espulso al 95’ per un impeto di rabbia. E al 96’ si alza l’urlo di Napoli per spezzare il sortilegio. Cross di Grava, Stacco di Denis, respinta di Marchetti e volo d’angelo di Bogliacino: gol! E’ l’ultimo capitolo della Storia Infinita. L’Isola del Tesoro è azzurra lo ha reso noto sito ufficiale della squadra .
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl