La Gazzetta dello Sport

La Gazzetta dello Sport La Gazzetta dello Sport (La Gazzetta Sportiva di domenica), è uno dei maggiori quotidiani d'Italia per tiratura e diffusione, e il primo tra i giornali sportivi. nasce il 3 aprile 1896 (un venerdì) dalla fusione di due giornali sportivi, il settimanale Il Ciclista di Eliso Rivera (con sede a Milano) ed il bisettimanale La Tripletta [1] di Eugenio Camillo Costamagna (con sede a Torino), nati l'anno precedente.

04/gen/2010 14.18.21 SoloCalcio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La Gazzetta dello Sport (La Gazzetta Sportiva di domenica), è uno dei maggiori quotidiani d'Italia per tiratura e diffusione, e il primo tra i giornali sportivi.

nasce il 3 aprile 1896 (un venerdì) dalla fusione di due giornali sportivi, il settimanale Il Ciclista di Eliso Rivera (con sede a Milano) ed il bisettimanale La Tripletta [1] di Eugenio Camillo Costamagna (con sede a Torino), nati l'anno precedente.

L'editore è Edoardo Sonzogno, lo stesso del Ciclista. La redazione è ospitata nei locali forniti da Sonzogno, in via Pasquirolo a Milano. A fare il giornale sono in tutto cinque persone:

  • Eugenio Camillo Costamagna,
  • Eliso Rivera
  • A. C. Blache, redattore capo,
  • Enrico Tarlarini, redattore e segretario di redazione,
  • Gino Tavecchia, redattore.

Il giornale esce a cadenza bisettimanale. Le prime edizioni sono stampate su carta verde chiaro, su quattro pagine, a un costo di 5 centesimi di lire. La prima pagina è di 5 colonne.
Nella prima pagina del numero 1 tutti i titoli appaiono su una sola colonna e riguardano un solo sport: il ciclismo, lo sport più importante dell'epoca. Non ci sono fotografie[2].

Il giornale ha due testate: La Gazzetta dello Sport in alto e Il Ciclista e la Tripletta come sottotestata. Sul numero uno compare l’indicazione “Anno II – N. 1 (28)”. Il motivo è spiegato dagli stessi fondatori: Veramente il nostro non fu un vero primo numero perché esso è la continuazione della ben nota «Tripletta di Torino» ed è nello stesso tempo un supplemento del «Ciclista», l’elegante rivista che è al suo secondo anno di vita e continua con buon esito le sue settimanali pubblicazioni.

Le pagine interne del giornale coprono tutti gli sport che si praticano in Italia: la Gazzetta è il primo giornale del Paese a trattare tutti i rami dello sport: oltre al ciclismo, al trotto e al galoppo, compaiono podismo (chiamato all'epoca "sport pedestre"), caccia, scherma, canottaggio, tiro a segno, tiro al piccione, atletica leggera, lotta, vela e tennis. La prima tiratura è di 20.000 copie.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl