Ti presento i piccoli

Un maschio e una femmina, due gemelli di cinque anni; il maschio Henry è un bambino ipersensibile, ha un lucertola come animale domestico che ama e si diverte a imitare.

11/feb/2010 16.23.00 SoloCalcio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

locandina non disponibile

Il titolo di lavorazione, Little Fockers, presenta i due nuovi arrivati nella famiglia Fockers. Sono infatti i figli, gemelli, di Gaylord Focker e di sua moglie Pam, interpretati come sempre da Ben Stiller e Teri Polo. Il vecchio cast è stato confermato e ritoccato con l’arrivo di nuovi personaggi; solo Dustin Hoffman, il capofamiglia dei Fockers, si è ritirato dal film.
Confermati quindi DeNiro, Blythe Danner e Owen Wilson con tre notevoli aggiunte: Harvey Keitel, Jessica Alba e Laura Dern. Il vecchio Mr Wolf di Pulp Fiction sarà un imprenditore sotto la direzione di Ben Stiller, Jessica Alba una rappresentante farmaceutica che scombussola gli uomini mentre Laura Dern sarà la direttrice della scuola materna dove andranno i piccoli Fockers.
Ma come saranno queste piccole pesti? Un maschio e una femmina, due gemelli di cinque anni; il maschio Henry è un bambino ipersensibile, ha un lucertola come animale domestico che ama e si diverte a imitare. Gli piace danzare e cantare, evita le liti con gli altri bambini e gli piace giocare da solo nel campo giochi della scuola. Ashley è un maschiaccio e a volte si comporta come un piccolo bullo, ma ama suo fratello gemello.
Paul Weitz si accomoda in regia consapevole di avere tra le mani un prodotto ben rodato e conosciuto dal grande pubblico. Non è la prima volta che affronta la tematica padre-figlio; nel 2002 ha diretto Hugh Grant in About a Boy, disegnando un ritratto tenero e al tempo stesso problematico con il figlio. I toni ora saranno meno introspettivi e più vivaci: si vocifera già che Ben Stiller non mancherà di mettere a fuoco la scuola dei bambini.
Jay Roach in produzione si sta svelando come garanzia di risate in sala; dopo aver diretto Austin Powers e i due episodi della famiglia Fockers, non deve essere dimenticato il suo ruolo fondamentale nella produzione di Borat e Brüno. La continuità con i due precedenti film è nella mani di Jane Rosenthal, produttrice dei primi due e presidente della Tribeca Productions a New York, fondata assieme a Robert De Niro che torna nel perfetto ruolo di suocero ex agente della CIA.

 

 



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl