Il tifo azzurro "spegne" l’Italia

Il tifo azzurro "spegne" l'Italia Mondiali in TV: Terna registra una discesa dei consumi per 750 MW Gli Azzurri in campo accendono il tifo e "spengono" l'Italia.

16/giu/2010 16.45.51 Magritte Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Mondiali in TV: Terna registra una discesa dei consumi per 750 MW

Gli Azzurri in campo accendono il tifo e "spengono" l’Italia. E’ successo lunedì sera con la partita d’esordio dell’Italia ai Mondiali di calcio sudafricani. Durante il match con il Paraguay si è verificato, infatti, un calo della domanda di elettricità rispetto ai consumi attesi, pari a circa 750 MW, un valore equivalente al consumo medio di una città come Torino.

Lo scostamento massimo tra il consumo effettivo e il dato previsionale è stato registrato alle 22.00. La causa di questo fenomeno sta nel fatto che molti dei luoghi tradizionali di ritrovo come ristoranti, cinema, discoteche sono “chiusi per Mondiali” e che anche nelle abitazioni il consumo di elettricità scende poiché la partita viene seguita, di norma, a luci spente.

Questo fenomeno è stato già registrato in occasione della partita d’esordio dell’Italia ai Mondiali di Germania del 2006. Il 12 giugno di quattro anni fa, il termometro dei consumi elettrici faceva registrare alle 21.00 uno scostamento di circa 630 MW tra il consumo effettivo e la previsione.

Ancora più significativo quanto avvenuto martedì 4 luglio 2006 in occasione della semifinale Italia-Germania. Tra le 21 e le 23, orario in cui si è svolto il match, il calo dei consumi è stato sempre superiore ai 2.000 MW (il valore equivale al consumo medio di Roma), con un punta di circa 2.600 MW in meno rispetto alla previsione, registrata alle 22.00.

Meno marcato, invece, il calo del fabbisogno di elettricità in occasione della finale del 9 giugno 2006 tra Italia e Francia, che registrò un -780 MW rispetto alla previsione intorno alle 23.00 (ma si giocò di domenica, quando le attività lavorative erano già ferme).

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl