Torna l'Arancia Meccanica: Sneijder manda a casa i verdeoro

03/lug/2010 00.02.54 FreeStreaming Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Olanda è diventata la prima semifinalista della Coppa del Mondo. In una partita emozionante dall'inizio alla fine, i Paesi Bassi, guidata ancora da Sneijder, la prognosi è situata contro il favorito per il titolo, un Brasile che è crollato nella seconda metà della corsa. Il 'canarinha', che potrebbe lasciare il resto a trovare quasi condannato, inspiegabilmente affondata dopo un autogol mentre De Melo, e ora Dunga aspetta una valanga di critiche in patria.

Per i Paesi Bassi ha iniziato la serata inclinata. Nel riscaldamento, danneggiato Joris Mathijsen, ei piani di Van Marwijk è stata annullata leggermente Centrale ha perso la fiducia. La cattiva notizia e continuò, nove minuti di gioco, l'altro centro di partenza, Heitinga, commesso una di quelle decisioni che gli valse il favore degli appassionati di atletica (notare il sarcasmo) e lasciato riposare solo per Stekelenburg dopo Robinho passaggio di Felipe Melo. La definizione precisa della ex Real Madrid è la prova più che solo è tornato in tempo per essere decisivo in questa Coppa del Mondo.

Egli non aveva completato il verbale gioco dieci e Paesi Bassi è stato sulle spalle il pesante fardello di dover salire di un gol in Brasile, questo Brasile. E potrebbe essere due, e che il suo obiettivo minuti prima, Robinho aveva spinto la rete tranquillamente ceduti da palla Alves e poi vedere come l'arbitro aveva annullato entrambi. Sembra che dice Mishimura fuorigioco (non disponibile) di Robinho, Alves e non prima, chi era. In ogni caso, entrambi non hanno raggiunto l'indicatore, che è importante.

Il 'canarinha' dimostrato di avere dinamite ogni volta che si avvicinava. Olanda aveva la palla, che non è sorprendente. Conoscevamo già il metodo di Dunga. Ma, come in precedenti incontri con il 'Oranje' mancava qualcosa. I loro attacchi non a sorpresa, mancava la mobilità negli uomini sopra e una più ampia adozione di giocatori di seconda linea. Nessuno dei due sembrava Robben, che ha trascorso la maggior parte del primo tempo inosservata. poche alternative per l'ultimo passaggio di Sneijder. In realtà la migliore possibilità per il primo periodo è stato un colpo di Kuyt dalla destra che Julio Cesar deviato di un angolo senza problemi.

Brasile è stato il contrario. Non ha bisogno di dominare il possesso, né hanno la palla lunga per creare un caso. I pilastri del suo gioco sono sulla sicurezza difensiva, e che è iniziato tutto. I suoi uomini attendere con pazienza per ottenere il rubare, un contatore in tempo utile. Questo è come ci si sente più a suo agio questo Brasile. Attacchi di soffocamento più statico di lui. Dunga ha inoltre garantito che l'intera squadra coinvolta nella pressione difensiva. Né Robinho lasciò cadere gli anelli di ritardare la sua posizione verso il bene comune.

E quando il Brasile ha lanciato l'attacco che è semplicemente spettacolare. Non lo stile di Barcellona o Spagna, ma travolge il suo avversario. Ogni palla, ogni corsa è stato progettato per raggiungere il più presto possibile per meta gli avversari ', senza speculare, ma con coerenza. Questo, e la qualità individuale dei suoi giocatori fanno il resto. Con un incommensurabile Alves e Robinho come sempre disponibile, le bande sono quasi sempre il lancio dell'offensiva brasiliano. Per il centro di Kakà non è ancora fornire la migliore versione, ma le prestazioni mezzo Paulista è meglio che la maggior parte, e conosceva il partner perfetto.

Una combinazione eccellente per la sua mezz'ora di Stekelenburg costretto a fare un angolo dritto per inviare una palla che scivolava in alto. In precedenza, John aveva agganciato un buon tiro per passare fino Alves che è andato di poco a lato. Il Brasile non è aumentata in vantaggio prima della pausa, ma il suo potere è stato travolgente.

Paesi Bassi autoexpulsa risorgente Melo

La seconda metà iniziato più o meno la stessa linea. Olanda aveva la palla, ma gli stessi dubbi seminati dal fallimento di creare situazioni di pericolo. Brasile era comoda, ma era in pericolo di sedersi e prendere un inizio in una mossa sola. Holland è stato anche in testa, che è dato, ma l'inizio della seconda parte (segnata contro la Danimarca e Giappone prima che fosse rispettato il minuto 10 °) e ora di nuovo avere la fortuna di affrontare.

Nel corso della riunione 53 minuti Sneijder si blocca una palla dalla destra, apparentemente senza pericolo. Melo e Julio Cesar non si comprendono, si scontrano e il centrocampista evita il portiere per ottenere la palla così come si toccano leggermente. La pelle è solo insinuarsi nella goalmouth e Olanda è un pareggio che non corrispondeva a quello visto in campo finora.

Olanda incoraggiato con entrambi. E il Brasile è entrato nel nervi. Il canarinha era intontito. Tulipani ha approfittato della splendida e creati nel quarto d'ora più pericoloso di quando è stato l'incontro, che sarà poi diventare un correcalles. La palla passa da un obiettivo ad un altro senza pagare il pedaggio quasi centrocampo, e curiosamente vincere quella battaglia fu la Olandesi, che ha preso il comando nel 67 grazie ad un Sneijder.

Il centrocampista dell'Inter (che cosa sta pensando adesso Florentino), è determinata ad opporsi Messi battaglia nella lotta per il Pallone d'Oro, e da una testata d'angolo (sì avete sentito bene) lanciata dal corner di Robben. L'esplosione di gioia è stato raggiunto entrambe arricchite dalla espulsione di Felipe Melo cinque minuti più tardi, in un vergognoso e incomprensibile azione del giocatore della Juventus, che ha colpito una stomp sinistra a Robben e la sua squadra in svantaggio nel momento sbagliato .

Dunga ha risposto con voce Nilmar al posto di Luis Fabiano, e il Brasile ha dato anima e corpo per l'attacco alla ricerca di un ritorno al marcatore come un vincolo che sicuramente avrebbero ritengono più giusto. E avevano opportunità, ma anche i Paesi Bassi, avrebbero potuto uccidere il gioco in varie occasioni. Kakà è stato eretto in suo team leader, e di nuovo ha portato una corsa, ma entrambi non è venuto e il favorito pesante per catturare la Coppa del Mondo è stato a corto di tempo, ma l'Olanda è sempre sembrato deciso a dare un'altra possibilità.

Con un sacco di spazi davanti innocenza peccato Marwijk nuovo e di nuovo saltato la frase. Il Brasile era allora una squadra disperata per la disgrazia imminente che, nonostante il corpo dell'avversario, nessuno si aspettava è accaduto. squadra di Dunga è finito completamente offuscata infine alla ricerca di un miracolo che non si verificherebbero. Il fischio finale ha concluso la college olandesi tutti fuori festeggiare una vittoria, e permette li ha piantati in semifinale, li rende chiari favoriti per il solo fatto di aver lasciato fuori il grande favorito per il titolo.
 




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl