Highlights | Bologna - Genoa 2-0 26-04-09 Serie A 33°Giornata – Tutti i Video della Serie A - Sintesi

26/apr/2009 23.12.54 SoloCalcio - Partite Calcio Gratis Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
BOLOGNA, 26 aprile 2009 - Per arrivare in Champions non basta giocare bene e, forse, meritarlo. E' sufficiente una giornata un po' storta e il lavoro di mesi va a farsi benedire. Il Genoa non si comporta malissimo a Bologna, ma torna a casa con le ossa rotte (guarda la sintesi). Un 2-0 maturato in dieci minuti di primo tempo e frutto di due svarioni difensivi. Papadopulo respira dopo il tracollo di Palermo e continua a sperare nella salvezza degli emiliani. Gli ospiti scivolano al quinto posto, scavalcati dalla Fiorentina. COPPIA DI EX - Rispetto all'esordio traumatico di Palermo, Papadopulo torna alla difesa a quattro. Davanti, accanto a Di Vaio, c'è Adailton: coppia di ex genoani. Negli ospiti all'ultimo momento Gasperini opta per Jankovic e Mesto al posto di Sculli e Rossi. Ma soprattutto torna Milito dal primo minuto. PIOGGIA E SCIVOLONI - Diluvia al Dall'Ara, e per cinque minuti buoni si vedono più scivoloni che passaggi azzeccati. Ciò nonostante, i ritmi sono alti, al limite del frenetico. Come sempre gli attaccanti del Genoa giostrano larghissimi, sfruttando la presenza (e le sponde) di Milito. Ma il Principe è abbastanza arrugginito, così come Jankovic che sbaglia un rigore in movimento. SVARIONE - Il Bologna aspetta e si affida al contropiede. Di Vaio, in tal senso, è uno degli interpreti migliori del campionato. Ci vuole anche un doppio svarione, di Ferrari che scivola mancando il fuorigioco, e di Bocchetti che travolge ingenuamente Mingazzini. Orsato fischia un rigore che lo stesso ex laziale trasforma, tornando momentaneamente in testa alla classifica cannonieri con 21 gol. In attesa di Ibrahimovic. ADA VIAGGIA - Il vantaggio galvanizza i bolognesi, che cominciano a correre a velocità ancora più sostenuta. Adailton, tra il centrocampo e la difesa genoana, fa danni, e finché ha fiato dà filo da torcere agli ex compagni. Da una sua punizione Bocchetti si addormenta e Terzi, sistemato alle sue spalle, di sinistro batte Rubinho. E' un uno-due da k.o. tecnico. Inutile lo sforzo nel finale del primo tempo degli ospiti, che sfiorano il gol in un paio di occasioni. Clamoroso un colpo di testa a lato di Palladino da tre metri. PALO PALLA - Bocchetti, un po' frastornato, rimane negli spogliatoi. Così come uno spento Jankovic. Gasperini non ha più nulla da perdere e butta dentro Milanetto e Sculli. Un regista in più e un attaccante di corsa: eppure il Genoa non ingrana. Il rallentamento nella circolazione di palla è evidente, gli attaccanti si nascondono e quando parte il contropiede del Bologna sono brividi. L'unico un po' vivace è Palladino, che colpisce un palo esterno con un sinistro (va detto) non irresistibile. CALENDARIO - Così gli emiliani possono controllare le operazioni in serenità. Le uniche brutte notizie arrivano da Torino e dal gol di Bianchi che li lascia al terz'ultimo posto. Una bella reazione, comunque, si è vista: la squadra, insomma, è viva ed è carica per il finale di stagione. La prossima partita sarà con la Reggina. Non insormontabile, insomma. Il Genoa, invece, avrà il derby: urge reazione per far dimenticare questa giornata storta.

GUARDA GLI "HIGHLIGHTS" NEL NOSTRO SITO

WATCH THE MATCH IN OUR SITE - FREE STREAMING
MIRA EL PARTIDO EN ESTE SITIO - GRATIS
REGARDER LE MATCH DE NOTRE SITE

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl