1-3 Lazio - Udinese | Video Gol – Highlights 09/05/09 | Sintesi completa - I gol della Serie A

Il tecnico biancoceleste si affida ad un classico 4-4-2 che davanti a Muslera prevede De Silvestri, Siviglia, Rozehnal e Radu in difesa; Lichtsteiner, Dabo, Matuzalem e Del Nero a centrocampo; Zarate e Rocchi in attacco.

10/mag/2009 02.25.40 SoloCalcio - Partite Calcio Gratis Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

(Gaetano D'Agostino)

(AGM-DS) - 09/05/2009 22.27.02 - (AGM-DS) - Milano, 9 maggio - L’Udinese s’impone in rimonta per 3-1 sulla Lazio nell’anticipo serale del 35° turno andato in scena all’Olimpico. Il quinto successo consecutivo, sancito nella ripresa dalle reti di Floro Flores, D’Agostino e Quagliarella dal dischetto dopo l’iniziale vantaggio biancoceleste siglato da Rocchi, rafforza ulteriormente le possibilità bianconere di riconquistare in extremis un posto in Europa per la prossima stagione. Possibilità continentali che, alla luce del terzo ko consecutivo, si riducono, invece, per la compagine laziale ad un esito positivo dell’attesa finale di Coppa Italia in programma mercoledì prossimo all’Olimpico contro la Sampdoria.
Delio Rossi, privo dello squalificato Ledesma e degli infortunati Foggia, Pandev e Inzaghi, procede, in vista dell’atto conclusivo della coppa nazionale, ad un leggero turnover tenendo a riposo Brocchi e Kolarov. Il tecnico biancoceleste si affida ad un classico 4-4-2 che davanti a Muslera prevede De Silvestri, Siviglia, Rozehnal e Radu in difesa; Lichtsteiner, Dabo, Matuzalem e Del Nero a centrocampo; Zarate e Rocchi in attacco. Sul fronte opposto Pasquale Marino che deve fare i conti con le contemporanee assenze di Ferronetti, Coda e Felipe in fase difensiva e di Di Natale in attacco propone nel consolidato 4-3-3 Handanovic tra i pali, Isla, Zapata, Domizzi e Pasquale in difesa; Inler, D’Agostino e Asamoah a centrocampo; Pepe, Quagliarella e il rientrante Sanchez in avanti.
Il match, pur essendo giocato a ritmi piuttosto sostenuti, non riserva particolari emozioni sino al 13’ quando del nero chiama in causa Handanovic con un sinistro da fuori area. La risposta dell’Udinese è affidata al 19’ a Quagliarella: l’avanti bianconero si rivela tanto abile nel procurarsi al limite dell’area lo spazio per il titolo quanto impreciso nell’esecuzione della battuta a rete. Gli ospiti tornano a proporsi con una certa pericolosità in avanti al 23’ con Sanchez che, servito ottimamente in verticale da D’Agostino, si vede respingere il suo tentativo a rete da Siviglia. I ritmi con il passare dei minuti si abbassano vistosamente. Prima dell’intervallo si registrano soltanto una mischia in area friulana al 41’ e, sul ribaltamento di fronte, un tentativo di poco a lato di Isla da buona posizione.
Alla ripresa del gioco la Lazio presenta Brocchi al posto di De Silvestri. Il risultato si sblocca piuttosto inaspettatamente al 56’: Rocchi, servito da Zarate, porta in vantaggio i suoi colori con una potente e precisa conclusione di destro dal limite dell’area. Marino provvede al 59’ a sostituire Sanchez con Floro Flores. L’avanti partenopeo dell’Udinese risponde nel migliore dei modi alla chiamata in causa del tecnico riportando, pochi secondi dopo il suo ingresso in campo, le sorti della gara in parità con un secco rasoterra da fuori area. La Lazio reagisce brillantemente al pressoché immediato pareggio degli ospiti rendendosi pericolosa con una punizione di poco alta di Zarate al 62’ e con un tentativo sul fondo di Matuzalem al 64’. Delio Rossi al 67’ sostituisce Del Nero con Mauri. I biancocelesti insistono: Zarate al 68’ impegna severamente Handanovic con un gran destro dalla distanza. Nel momento migliore dei padroni di casa l’Udinese passa a condurre grazie ad un magistrale calcio di punizione di D’Agostino al 69’. Rossi esaurisce le sostituzioni a suo disposizione facendo entrare al 71’ Meghni al posto di Dabo. E’ però il complesso di Marino, agendo bene di rimessa, a creare le occasioni migliori. Muslera al 77’ devia in angolo una conclusione di D’Agostino destinata con ogni probabilità a terminare la sua corsa sul fondo. Passano tre minuti e Pepe, protagonista di un pregevole pallonetto a spese dell’estremo difensore biancoceleste, si vede negare la soddisfazione del gol da un salvataggio di testa effettuato nei pressi della linea di porta da Siviglia. L’Udinese ipoteca i tre punti all’85’ con Quagliarella che trasforma impeccabilmente un calcio di rigore concesso per un fallo di Siviglia su Floro Flores. Il match si conclude nel peggiore dei modi per i laziali: Brocchi viene espulso all’86’. Gli ospiti chiudono in avanti andando vicinissimi alla quarta rete colpendo una traversa con un bel pallonetto di Quagliarella.

GUARDA GLI "HIGHLIGHTS" NEL NOSTRO SITO

WATCH THE MATCH IN OUR SITE - FREE STREAMING
MIRA EL PARTIDO EN ESTE SITIO - GRATIS
REGARDER LE MATCH DE NOTRE SITE

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl