1-0 Gol di Zarate (Video) Tim Cup Finale: Lazio – Sampdoria

Un suo guizzo accende la finale, incendiando l'Olimpico: al 4' prende palla sulla sinistra, punta l'avversario, si accentra in una delle sue progressioni e scaglia un meraviglioso destro a giro che batte imparabilmente Castellazzi sul secondo palo.

13/mag/2009 22.31.22 SoloCalcio - Partite Calcio Gratis Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Coppa Italia: Lazio-Sampdoria 1-1 al 45'

(Zarate ha sparigliato le carte del match con una prodezza individuale)

(AGM-DS) - 13/05/2009 21.37.12 - (AGM-DS) - Milano, 13 maggio - Parte bene la Lazio nella finale di Coppa Italia con la Samp. Gol da antologia di Zarate, ma poi risponde Pazzini: 1-1. Tutto in una notte: si è detto, scritto e osservato da più parti. Gioia o disperazione. Delizia o dolore. Lacrime di incredulità, di giubilo o di disfatta. Lazio e Sampdoria annaspano sospese nel limbo del loro Purgatorio. Stasera, nella finale “alternativa”, si contendono un Paradiso, uno solo. Uno per due. Due stagioni anonime a confronto, due squadre schizofreniche allo specchio. I biancocelesti sono capaci di incassare quattro gol dal Cagliari all’Olimpico con la stessa disinvoltura con la quale ne riescono a segnare due alla Juve a Torino, vincendo la partita e prenotando un posto in finale. I blucerchiati, dopo una prima parte del campionato assolutamente interlocutoria, sono esplosi con la ritrovata primavera di una coppia-gol incontenibile, forse la più remunerativa del torneo: Cassano-Pazzini.
Stasera all’Olimpico, nello show down che ripaga di tutte le speranze, i fremiti e le ansie di un’annata bestiale sospesa fra esaltazione impotenza, c’è posto per un unico contrappasso. Per la grande occasione Delio Rossi, davanti a uno stadio vestito a festa ed esaurito in ogni ordine di posti (ventimila i doriani in esodo a Roma), rispolvera la coppia-gol Zarate-Pandev, relegando Rocchi (pronto a subentrare nella ripresa) in panchina. Dietro, a folleggiare, c’è il funambolo Foggia. Tandem Cassano-Pazzini confermatissimo per Mazzarri, che ricorre alla lucida regia di Palombo a centrocampo e a una difesa bloccata con l’innesto di Accardi, Lucchini e il rilancio di Stankeviciuos, alla cui esperienza si affida il tecnico toscano.
Fin dalle prime battute la scelta di Rossi di puntare su Zarate si rivela azzeccata. Il sudamericano, in un avvio di gara molto teso e nervoso, si dimostra subito ispirato e vivace. Un suo guizzo accende la finale, incendiando l’Olimpico: al 4’ prende palla sulla sinistra, punta l’avversario, si accentra in una delle sue progressioni e scaglia un meraviglioso destro a giro che batte imparabilmente Castellazzi sul secondo palo. Un gol stellare, e il genio sudamericano paga subito: 1-0. La gara è bloccata, spigolosa. A Campagnaro saltano i nervi, e con una gomitata deliberata su Foggia rischia di andare immediatamente sotto la doccia. La Samp tesse la sua manovra, la Lazio si fa guardinga. Il gioco è molto fisico, parecchi i falli tattici a centrocampo, a discapito dello spettacolo. Pazzini tenta l’eurogol al 17’, azzardando un impossibile tiro al volo da posizione defilata su lancio a lunga gittata dalle retrovie, che finisce alle stelle. Macroscopica invece l’occasione capitata alla Lazio, che al 27’ dilapida il raddoppio: sventola terrificante da posizione angolata, poco distante dal vertice sinistro dell’area, di Kolarov, respinta a stento da Castellazzi; sulla ribattuta si avventa Pandev, che da pochissimi metri batte a colpo sicuro con forza e precisione, tentando di incrociare sul secondo palo per tagliare fuori il portiere. Ma Castellazzi ha un riflesso prodigioso e con un colpo di reni recupera la posizione, tuffandosi dalla parte opposta: la parata è mostruosa. E viene ulteriormente capitalizzata dal pareggio sampdoriano, che sopraggiunge al 31’: Cassano taglia il campo da sinistra a destra imbeccando Sammarco che rimette in mezzo per Stankevicious. Doppio colpo di testa prima del lituano e poi di Pazzini, appostato a centro area, che con un colpo da biliardo, d’istinto, insacca sul secondo palo alle spalle di Muslera: 1-1, quando nessuno se l’aspettava. E, soprattutto, grazie Castellazzi.

(R. Datasport, DTS)

Scommetti subito su questa partita – Iscrizione gratuita e inoltre bonus di benvenuto

L'unico sito dove guardi il calcio gratis - Subito dopo la partita guarda gli HIGHLIGHTS del Match
click SERIE B Live
GUARDA LA SERIE B IN "STREAMING GRATIS" NEL NOSTRO SITO

WATCH THE MATCH IN OUR SITE - FREE STREAMING
MIRA EL PARTIDO EN ESTE SITIO - GRATIS
REGARDER LE MATCH DE NOTRE SITE

GUARDA IL CALCIO GRATIS - I MIGLIORI PROGRAMMI PER GUARDARE IL CALCIO 



Contatore visite gratuito


Technorati Tag: diretta,live,streaming,hd,serie a,serie b,software,partita,senza,bisogno,di,TV,gratis,-,gratis!,Tutte,le,partite,della,Serie A,in streaming,live tv!,Free Italian Serie A,Champions League
Technorati Tag: scommesse,scommettere,gratis,risultati scommesse,quote scommesse,quote calcio
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl