2-1 Udinese - Milan (16/05/09) | Video Gol – Highlights | Sintesi completa - I gol della Serie A

17/mag/2009 00.30.06 SoloCalcio - Partite Calcio Gratis Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L'Udinese consegna il tricolore all'Inter

GUARDA GLI "HIGHLIGHTS" NEL NOSTRO SITO

(AGM-DS) - 16/05/2009 22.47.02 - (AGM-DS) - Milano, 16 maggio - Il 2-1 del Friuli chiude idealmente la stagione con l'annunciato scudetto all'Inter. In gol D'Agostino, Zapata e Ambrosini. Esultano i friulani, si rammaricano i rossoneri. Il Diavolo è scornato, in paradiso ci vanno i nerazzurri, che brindano in pigiama e babbucce ad Appiano Gentile, stravaccati in poltrona; sono matematicamente campioni d'Italia.
L’Udinese per inseguire il sogno Europa League (strozzato dal gol di Panucci al 92’ in Roma Catania). Il Milan per non consegnare proprio lui, proprio stasera, il tricolore all’Inter (in caso di sconfitta lo scudetto dei nerazzurri diverrebbe matematico). E per ottenere gli ultimi tre punti necessari a certificare il gran ritorno, nella prossima stagione, dei rossoneri in Champions League.
Ancelotti si affida a una prima linea tutta tecnica e fantasia, assortita con Pato, Kakà e Seedorf. Risponde la compagine friulana, che sta attraversando un formidabile periodo di forma, col tridente composto da Quagliarella, Pepe e Floro Flores. I friulani appaiono più disinvolti, pimpanti e in condizione atletica decisamente migliore. Mettono alla frusta i rossoneri con una manovra ariosa, panoramica, cambiando costantemente il fronte del gioco e svariando sulla tre quarti rossonera senza mai dare punti di riferimento. Il Milan è più compassato, pigro e involuto, mette in mostra un gioco macchinoso e nel primo tempo non arriva quasi mai pericolosamente dalle parti di Handanovic. Solo due squilli nella prima frazione, ed entrambi di marca bianconera: prima Quagliarella si divora clamorosamente l’1-0 al 22’, non sfruttando di testa un cross col contagiri di Pepe (doppia pregevole parata di Dida da posizione ravvicinatissima), poi Maldini commette fallo strattonando Floro Flores in piena area a due passi da Dida, proprio mentre l’attaccante stava cercando di dribblare il portiere. E’ calcio di rigore e curiosamente solo giallo (ci stava il rosso) per Maldini, ultimo uomo. D’Agostino realizza con una conclusione impeccabile a mezz’altezza alla destra di Dida, che pure aveva intuito. Uno a zero all’intervallo, l’atteggiamento sparagnino e passivo del soporifero Milan viene giustamente punito. L’Udinese appare in uno stato condizione straripante.
Nella ripresa il copione non cambia. Anzi: appena due minuti e Zapata, sfruttando una carambola fortunosa dopo un corner battuto da D’Agostino, infila di prepotenza alle spalle di Dida con un tap-in sotto porta: è il raddoppio che spegne sul nascere qualsiasi ardore del Milan. I rossoneri continuano a prodursi in un gioco stucchevole e lezioso, senza sbocchi offensivi. La sfida si configura ancora di più come un confronto impari fra una squadra giovane, dinamica, che scoppia di salute e vuole fortissimamente l’accesso alla Europa League, e un avversario demotivato, stanco, stinto. In contropiede i friulani furoreggiano, minacciando più volte il Diavolo scornato che sente aria di goleada: Dida (il migliore in campo fra gli uomini di Ancelotti) è abile a opporsi ai tentativi di Quagliarella, Pepe e Floro Flores, che capitalizzano azioni di contropiede mirabilmente condotte dagli uomini di Marino con rapide triangolazioni e verticalizzazioni palla a terra. Ottimo anche l’intervento, nel finale, di Handanovic che con l’aiuto del palo dice no a una conclusione ravvicinata di Inzaghi. All’ultimo respiro, il Milan riesce ad addolcire la pillola con un perentorio stacco di Ambrosini, abile a raccogliere un cross al bacio di Kakà di Kakà dalla destra e ad infilare nell’angolino basso alla destra di Handanoniv. Poi c’è solo il tempo per un clamoroso palo di Quagliarella, che brucia Dida con un rasoterra fulminante ma non riesce a timbrare il tabellino dei marcatori, e anche questo centosettesimo campionato di serie A passa in cavalleria. Si dispera il Milan, gioisce l’Udinese. Vince l’Inter.

(R. Datasport, DTS)

GUARDA GLI "HIGHLIGHTS" NEL NOSTRO SITO

WATCH THE MATCH IN OUR SITE - FREE STREAMING
MIRA EL PARTIDO EN ESTE SITIO - GRATIS
REGARDER LE MATCH DE NOTRE SITE

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl