3-0 Inter – Siena (17/05/09) | Video Gol – Highlights | Sintesi completa - I gol della Serie A

18/mag/2009 02.02.18 SoloCalcio - Partite Calcio Gratis Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L'Inter impacchetta lo scudetto, 3-0 al Siena

(AGM-DS) - 17/05/2009 22.28.01 - (AGM-DS) - Milano, 17 maggio - La partita-festa scudetto dell'Inter già scudettata contro un Siena ormai salvo ha visto i nerazzurri vincere per 3-0. Una gara giocata da entrambe le squadre a scartamento ridotto, dato che nessuna delle due aveva alcun obiettivo immediato da inseguire. Inter e Siena non hanno infatti niente da cercare e, a parte qualche accenno di fiammata nei primi minuti, la sfida del Meazza non decolla. In avvio i nerazzurri risentono forse dei festeggiamenti notturni e subiscono l'avvio vibrante del Siena. Tanto che al 4' Julio Cesar si rende autore di un intervento strepitoso su Calaiò, abile a infilarsi tra Samuel e Cordoba. Sono Balotelli e Ibra in tandem a confezionare la prima azione pericolosa da parte dei freschi campioni d'Italia, con Curci che non trattiene e si deve affidare alla difesa per sventare l'offensiva. In particolare lo svedese è in serata da giostra e si rende partecipe di alcune iniziative belle ma poco utili, anche se su una di queste costringe il portiere senese a respingere di piede in corner. Dopo il buon inizio gli uomini di Giampaolo vengono schiacciati e si fanno vedere solo con un tiraccio altissimo di Calaiò e con Galloppa, che al 20' calcia tra le braccia di Julio Cesar. Per il resto la gara si trascina stancamente senza molto da dire fino a quando al 45' Cambiasso si avventa su una palla che, respinta da Curci su punizione di Balotelli, non chiede altro che essere scagliata in rete.

GUARDA GLI "HIGHLIGHTS" NEL NOSTRO SITO

WATCH THE MATCH IN OUR SITE - FREE STREAMING
MIRA EL PARTIDO EN ESTE SITIO - GRATIS
REGARDER LE MATCH DE NOTRE SITE


La ripresa propone ancora il canovaccio che vede i nerazzurri menare le danze, pure se con una certa leziosità, per una passerella che il Siena d'altronde non sembra avere molta intenzione di sporcare. Tappeto rosso sul quale al 52' s'invola con eleganza Balotelli, raccogliendo un lungo lancio di Figo per segnare il 2-0 dopo aver superato in bello stile Curci. Il clima di festeggiamenti non ferma comunque Calaiò, che al 54' lascia Samuel immobile e svetta incornando un colpo di testa che prende in pieno il palo alla destra di Julio Cesar. Passano quattro minuti e lo stesso portiere brasiliano, fino a quel momento praticamente indisturbato, è costretto a smanacciare in corner per rispondere alla fucilata di Galloppa. A metà ripresa il Siena prende il comando delle iniziative (al 70' Ghezzal manda fuori di testa da buona posizione) mentre in casa Inter c'è un piccolo giallo con Ibrahimovic protagonista: lo svedese accusa un problema muscolare e chiede il cambio, non accontentato da Mourinho che invece al 63' fa uscire Figo per inserire Santon e al 75' sostituisce Balotelli con Mancini. Nel frattempo il Siena, anche se non certo con il coltello tra i denti, continua a occupare la trequarti dell'Inter e centra un altro palo con Coppola prima che Galloppa solleciti Julio Cesar alla deviazione volante. Proprio nel momenti migliore dei toscani arriva il terzo gol di Ibrahimovic, che sfrutta un suggerimento di Mancini e beffa Curci sotto le gambe per il definitivo 3-0. Punteggio con scarto troppo evidente per Ghezzal, che all'80' pennella un destro ambiziosissimo che il neoentrato Orlandoni (standing ovation di San Siro per Julio Cesar al momento dell'uscita) neutralizza in salto. La gara termina su una punizione di Ibrahimovic dalla distanza che Curci non ha problemi a disinnescare. Il resto è solo il rinnovarsi della festa che da ieri impazza presso il pubblico interista.

(R. Datasport, DTS)

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl