La Fondo Leopardiana chiude una "3 giorni" di grande successo

18/set/2011 16.54.50 Play Full - Agenzia di comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
La Fondo Leopardiana chiude una “3 giorni” di grande successo
Un successo più che meritato quello della “3 Giorni Leopardiana”, che ha portato nella piazza della cittadina del poeta dell'Infinito tre giorni di grandi kermesse e centinaia di spettatori. Inizia alle grande l'Infinito Bike, diverte il torneo di basket “Over 40” e chiude con un aumento di iscritti la Fondo Leopardiana. Un esperimento che verrà sicuramente riproposto nel futuro. Il polacco Krys e la romagnola Prati si impongono sul lungo, il pugliese D'Andrea e la marchigiana Lancioni padroni del percorso corto. Krys e la Marconi vincono il Marche Marathon 2011.

Hubert Krys vince la 14a Fondo Leopardiana (ph Play Full Nikon)
18 settembre 2011, Recanati (Macerata) - Pagine di poesia ciclistica sono quelle scritte alla 14a Fondo Leopardiana. Il polacco Hubert  Krys (Cicli Copparo Sintesi), già vincitore della classifica generale maschile della kermesse udacina Marche Marathon, appone il sigillo a una trionfale stagione che lo ha visto protagonista soprattutto nella prima parte. Tra le ragazze Maria Cristina Prati (Cicli Matteoni Frw) iscrive il suo nome nell’albo d’oro della manifestazione voluta da Agostino Nina, e valida quale ultima prova del Marche Marathon.

Il week end dedicato alla Fondo Leopardiana è iniziato venerdì sera con l’Infinito Bike, manifestazione Cross Country di MTB in notturna che ha visto oltre ottanta bikers sfidarsi nel suggestivo centro storico della città cara al poeta dell'Infinito. A vincere l’apprezzata kermesse, capace di raccogliere la popolazione recanatese lungo il tracciato, è stato il velocista Mauro Maronari (Simoncini Sauro), mentre tra le ragazze è stata l’onnipresente Sandra Marconi (Mary Confezioni Team Viner) ad apporre il sigillo rosa.

Patron Agostino Nina è incontenibile e grazie allo spostamento della data di svolgimento della manifestazione (la prova fu inizialmente inserita in calendario ad aprile) dovuta alla concomitanza con un’importante festa religiosa, è riuscito a strutturare la “3 Giorni Leopardiana”, che ha previsto un ricco calendario di manifestazioni collaterali.
Nella serata di Sabato, il torneo di basket “Over 40” delle vecchie glorie locali delle cittadine di Recanati, Osimo, Porto Recanati e Castelfidardo, ha catalizzato l’attenzione dei recanatesi. Gran successo ha riscosso anche la 1° Festa della Bistecca organizzata in collaborazione con la Centro Carni Villa Musone di Giuseppe Cingolani.

Tornando alla gara, oltre settecento iscritti avevano effettuato la preiscrizione alla “Leopardiana” e in seicento si sono presentati alla mattina in Piazza Leopardi. Abbassata la bandiera a scacchi in località Porto Recanati è stata subito battaglia e in otto hanno preso il largo. Devis Cenni e Luca Anelli (Frecce Rosse), Giacomo Giuliodori, Giampaolo Busbani e Fabio Virgili (Mobili Rimini), il tricolore Alfonso D’Errico e Alessandro D’Andrea (New Limits Studio Moda), Hubet Krys (Cicli Copparo).

Alla divisione dei due percorsi al chilometri ventisei, Krys e Busbani optano per il percorso lungo (133 chilometri), mentre il resto del gruppo dei battistrada decide di affrontare i settanta chilometri del percorso corto. Cinni, Giuliodori, D’Errico, D’Andrea, Virgili e Anelli trovano ben presto l’accordo e in vista del traguardo allunga prima D’Andrea, poi il campione italiano Alfonso D’Errico, ma è l’ex iridato ad aggiudicarsi la prova davanti al tricolore. Medaglia di bronzo Luca Anelli (Frecce Rosse Rowabike).

Nella prova regina, sotto la spinta di William Dazzani, iridato Csain Udace, vincitore di due prove di Coppa del Mondo e del tappone del Giro del Friuli, il drappello dei diciotto al comando si seleziona, e gli unici a rispondere all’azione del ciclista bolognese sono Luciano Mencaroni (Pedale Fermano Gi.Vi), Giampaolo Busbani (Mobili Rimini) e Gregory Bianchi (Team Fausto Coppi Fermignano). Dal gruppo esce, a caccia dei battistrada, Krys Hubert che, dopo una lunga azione di inseguimento, riesce a rientrare in testa alla corsa e,  nel finale, anche Dmitry Nikandrov si lancia all’inseguimento riuscendo a portare felicemente a termine la sua azione. Dazzani negli ultimi chilometri cede, dopo aver lavorato per il compagno di squadra Hubert Krys che, all’ultimo chilometro, si alza sui pedali e allunga chiudendo in gloria l’edizione 2011 del Marche Marathon, mentre la romagnola Maria Cristina Prati si impone nella classifica femminile, davanti alle marchigiane Sandra Marconi (Mary Confezioni) e Lorena Zangheri  (Pedale Fermano Amatori Gi.Vi).

Vincisgrassi, bistecca e contorno, accompagnati dai prelibati vini dell’Azienda Agraria “I Tre Filari”, hanno ristorato i ciclisti dopo la fatica. Da sottolineare l’iniziativa ecologica della Ciclo Club Recanati che nei pressi dei rifornimenti aveva posizionato dei contenitori utili ai ciclisti per gettare le bottigliette di acqua senza fermarsi, così come la raccolta differenziata in zona pasta party. Al termine della manifestazione, il patron organizzativo Agostino Nina sottolinea: “Una tre giorni fantastica, che ha divertito i recanatesi e ha visto protagonisti anche appassionati di altri sport come il basket che hanno dato vita al torneo Over 40. Abbiamo ricevuto complimenti per il pasta party che dopo i vincisgrassi ha portato in auge la bistecca”.

Una grande manifestazione che è piaciuta a tutti, sia ai partecipanti, che agli spettatori e agli organizzatori, e che non può che essere riproposta, con nuove idee, anche nelle prossime edizioni.

Tutte le informazioni sono facilmente raggiungibili all'indirizzo http://www.fondoleopardiana.com/


CLASSIFICHE
Fondo maschile
1; Hubert Jacek Krys, (Asd Cicli Copparo), 03:39:19.40
2; Luciano Mencaroni, (Asd Gc Pedale Fermano), 03:39:25.60
3; Giampaolo Busbani, (Asd Rimini Mobili), 03:39:28.00
4; Dmitri Nikandrov, (Asd Val Di Foro Cycling), 03:39:46.30
5; William Dazzani, (Asd Cicli Copparo), 03:39:47.40
6; Italo Soldi, (Asd Gc Pedale Fermano), 03:44:00.50
7; Emanuele Poeta, (Team Ponte), 03:44:02.70
8; Gregory Bianchi, (Asd Team Fausto Coppi), 03:44:02.80
9; Daniele Balducci, (Cycling Team Ragamon), 03:48:26.60
10; Maurizio Caporaletti, (Asd Valenti Team), 03:48:31.10

Fondo femminile
1; Maria Cristina Prati, (Gs Cicli Mattoni Frw), 03:55:55.10
2; Sandra Marconi, (Asd Mary Confezioni Cycling Team), 04:03:13.50
3; Lorena Zangheri, (Asd Gc Pedale Fermano Amatori Givi Plast), 04:16:41.60
4; Monia Gallucci, (Tubozeta Mg.K Vis), 04:17:12.30
5; Irene Marzoli, (Asd Sforzacosta), 04:27:03.40

Mediofondo maschile
1; Alessandro D'Andrea, (Asd New Limits - Studio Moda), 01:45:03.30
2; Alfonso D'Errico, (Asd New Limits - Studio Moda), 01:45:04.10
3; Luca Anelli , (Ss Frecce Rosse Rowabike), 01:45:05.10
4; Fabio Virgili, (Asd Rimini Mobili), 01:45:05.30
5; Devis Cinni, (Ss Frecce Rosse Rowabike), 01:45:10.10
6; Giacomo Giuliodori, (Asd Rimini Mobili), 01:45:52.60
7; Andrea Ceccarossi, (Asd Val Di Foro Cycling), 01:46:57.90
8; Mauro Mondaini, (Asd Superteam), 01:47:03.00
9; Pasquale Santillo, (Asd Gc Pedale Fermano), 01:47:08.50
10; Alessandro Canalini, (Monte Conero Bike Sirolo), 01:47:11.50

Mediofondo femminile
1; Barbara Lancioni, (Asd Cicli Copparo), 01:56:21.60
2; Emanuela Sampaolesi, (Simoncini Ragamon), 01:58:46.40
3; Orietta Schiavoni, (Sintesi Cicli Copparo Castelli), 02:08:30.90
4; Emanuela Mercuri, (Asd San Girio Bike), 02:09:03.05
5; Giannamaria Cataffo, (Scd Fanese), 02:09:03.10

Le classifiche complete sono disponibili su:
http://www.kronoservice.com/it/kstiming/schedaclassifica.php?idgara=749

Scarica le immagini in alta risoluzione cliccando qui

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl