La Granfondo Sitê da Prìa chiude la stagione in Liguria

02/ott/2011 19.38.21 Play Full - Agenzia di comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
La Granfondo Sitê da Prìa chiude la stagione in Liguria
Poco meno di 500 iscritti, 400 gli arrivati, questi sono i numeri della 1a edizione della Granfondo Sitê da Prìa. Una giornata di piena estate ha accolto i ciclisti sul percorso inedito. Le Manie, Orco Feglino, San Bernardo e il Melogno sono state le asperità da affrontare. La vittoria maschile va al russo Alexander Bazhenov, mentre la femminile alla torinese Olga Cappiello. Già si lavora per la seconda edizione.

Il gruppo sull'Aurelia (ph Play Full Niikon)
2 ottobre 2011 – Ha chiuso con la soddisfazione degli organizzatori del gruppo LoaBikers, la 1a edizione della Granfondo Sitê da Prìa che ha portato all'arrivo, sul lungo mare di Pietra Ligure (SV), ben 400 dei quasi 500 ciclisti iscritti.

Un week-end molto gradito dai partecipanti che hanno iniziato ad affollare la cittadina della Riviera Ligure già dal sabato, godendosi di fatto l'ultimo fine settimana ciclistico al mare.

La ciclopedalata dei bambini e il ritiro dei pacchi gara sono state le attività clou del sabato pomeriggio. Un pacco gara che, all'interno di una pratica borsa multiuso, ha consegnato un cappellino ricamato con il logo della manifestazione, un pacco di pasta, un confezione di due yoghurt, tre prodotti Noberasco e un integratore salino della Inkospor.

Il tempo è stato più che clemente, regalando una giornata di piena estate dove il caldo, decisamente superiore alla media stagionale, ha mandato gambe all'aria le previsioni degli organizzatori sui rifornimenti.

Tanti Liguri presenti in griglia, ma anche Piemontesi, Lombardi, Toscani ed Emiliani, tra i quali anche i professionisti Jennifer Hohl, Ermanno Capelli ed Emanuele Caddeo.

Il percorso, inedito, ha riscosso molto successo da parte dei partecipanti, soprattutto per la doppia scalata alle Manie, la salita resa nota dal 2009 con la Milano-Sanremo dei professionisti. Un versante tosto quello da Noli, leggermente più abbordabile quello da Vezzi Portio. Ma è la salita verso Orco Feglino quella che si fa sentire veramente nelle gambe che, ormai giunte a fine stagione, risentono pure del “quasi facile” Colle del Melogno.

Il mare è quasi una costante di questo percorso, visto sempre dall'alto, ma immancabile. Poche volte è sparito dalla vista dei ciclisti, regalando scorci di incomparabile bellezza.

Solo la vista dell'arrivo e il successivo pasta party hanno reso più felici i ciclisti: il primo perché metteva fine a quest'ultima fatica del 2011, il secondo perché era veramente buono. Sotto ad una tensostruttura montata nella piazza retrostante a Piazza S.Nicolò, centro logistico della granfondo, il simpatico gruppo di Alpini, già incontrato alla Granfondo Città di Loano, sempre prodotta dai LoaBikers, hanno preparato la pasta con il pesto o al sugo rosso, il tacchino al forno con un delizioso sughetto, un panino, un pezzo di crostata, dei dolcetti Noberasco e una bottiglia di acqua.

Anche le premiazioni sono state decisamente gradite. Tanti pesantissimi cesti e borse, ricchi di prodotti alimentari, sono stati consegnati ai primi tre uomini e donne assoluti e ai primi cinque di tutte le categorie. Sono salite sul podio anche le tre società con il numero maggiore di partecipanti.

Una corsa molto veloce, nonostante l'elevato dislivello, che ha portato il russo Alexander Bazhenov, portacolori del Team Granfondo del Diavolo, ha compiere il 97km previsti in sole 2ore 51' e 3”. Dietro di lui l'empolese Andrea Beconcini del Team Maggi Saint-Gobain FRW a meno di 30”, e poco dietro il varesotto Riccardo Toia del Team Cinelli Glass'nGo.

Un'azione nata sulla salita di Orco Feglino dove dal gruppo di testa composto da una decina di elementi, si stacca il russo Bazhenov con a ruota l'empolese Beconcini. Al loro inseguimento si lancia il novarese Gianluca Cavalli, compagno di Beconcini e Riccardo Toia. Il resto del gruppo si sfascia. La corsa è da cardiopalma. I distacchi tra i due fuggitivi e gli inseguitori non vanno mai oltre i 40”, ma le salite e le curve non permettono mai il contatto visivo, quindi la “caccia alla lepre”. Sulla salita del Colle del Melogno sembra che tutto sia ormai definito con i due battistrada pronti a disputare la volata all'arrivo e Cavalli a prendere la terza posizione. Ma i conti si fanno con l'oste che veste i panni di Toia, già secondo la domenica precedente ad Albenga. Il giovane varesotto, staccato dal novarese sulla penultima discesa, sale verso il Melogno con tanta grinta da riagguantare il piemontese e lasciarlo al suo destino, lanciandosi all'inseguimento dei due fuggitivi. Il russo però non vuole fare la fine del topo e preferisce evitare la volata. Dà quindi fondo a tutte le capacità acquisite tra i professionisti e si lancia in una discesa da vero “Falco”, alla quale Beconcini non riesce a tenere testa. Al termine della discesa mancano solo 3km all'arrivo e i giochi ormai sono fatti: 30” sono sufficienti al russo per percorrere gli ultimi 100m levando le braccia al cielo.

Tra le donne la vittoria va alla veterana torinese Olga Cappiello del Team phSette che chiude la gara in 3ore22'21” lasciando dietro di sé, a 1'30” la valenzana Raffaella Palombo portacolori del Team Cinelli Glass'nGo. Terza piazza per la milanese Monica Cuel della compagnine locale Team Ezio Borgna.

E' lo stesso Team Ezio Borgna a vincere la classifica delle società, davanti al Team Cinelli Glass'nGo e al C.C. Piemonte.

Siamo soddisfatti di come sia andata questa prima edizione – afferma Pier Nicola Pesce, coordinatore dei LoaBikers e capo organizzatore -. Siamo consapevoli di qualche mancanza, ma sappiamo ascoltare i partecipanti e stiamo già lavorando a creare un'edizione 2012 che sia impeccabile.



Classifica Maschile
1; Alexander Bazhenov (Granfondo Del Diavolo Asd); 02:51:03
2; Andrea Beconcini (Cicli Maggi Team Frw); 02:51:31
3; Riccardo Toia (Team Cinelli Glass'Ngo); 02:52:44
4; Gianluca Cavalli (Cicli Maggi Team Frw); 02:54:04
5; Paolo Castelnovo (Isdc Team Pezzetti); 02:55:05
6; Devis Miorin (Cicli Maggi Team Frw); 02:55:08
7; Andrea Paluan (Asd Team Cycling Center); 02:58:02
8; Alfonso Falzarano (Team Maggi Frw); 02:58:03
9; Matteo Zannelli (Gruppo Sportivo Esercito); 02:58:45
10; Roberto Napolitano (Team Cinelli Glass'Ngo); 02:59:05

Classifica Femminile
1; Olga Cappiello (Individuale); 03:22:21
2; Raffaella Palombo (Team Cinelli Glass'Ngo); 03:23:50
3; Monica Cuel (Uc Ezio Borgna Hersh Bike Cycling Team); 03:31:09
4; Monica De Palma (Uc Ezio Borgna Hersh Bike Cycling Team); 03:37:38
5; Marina Fiorito (Sc Sestri Ponente); 03:47:40

Tutte le informazioni e i dettagli sono disponibili sul sito della manifestazione all'indirizzo http://www.loabikers.com/gran-fondo-di-pietra-ligure


Scarica le immagini in alta risoluzione

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl