A Tirrenia l'apertura del Granducato di Toscana 2012

26/feb/2012 17.13.33 Play Full - Agenzia di comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
A Tirrenia l’apertura del Granducato di Toscana 2012
Che spettacolo la cronosquadre del tirreno, “vicini-vicini” a 50 all’ora!

Una squadra in corda (ph Play Full Nikon)
26 febbraio 2012 - Non poteva esserci inizio migliore per la quattordicesima edizione del Giro del Granducato di Toscana: dopo “l’antipasto” in Costiera Amalfitana con la “Gran Fondo Giro della Costiera - Giuseppe Di Grande”, Tirrenia ha ospitato la bellissima prima edizione della “Cronosquadre del Tirreno”, gara che ha sostituito il tradizionale appuntamento della “Cronosquadre della Costa Etrusca” organizzata dal Velo Club San Vincenzo.
E nonostante il maltempo che ha caratterizzato tutta la penisola nei primi 15 giorni di febbraio e che ha rallentato la preparazione dei ciclisti ben 70 squadre hanno preso il via (distanziate di 120 secondi) dalla spettacolare rampa di partenza posta in Piazza dei Fiori. E tutti i ciclisti e le cicliste hanno potuto dare il meglio su un percorso veloce, tutto in riva al mare e caratterizzato da una buona qualità organizzativa, curata con la consueta passione da Paolo Aghini, dallo staff ASD Folgore Bike e dal team del Casciana Terme Bike. La Cronosquadre del Tirreno era inoltre valevole (scusate se è poco!) come prima edizione della Coppa del Mondo di crono a 8 per cicloamatori.

Cicloamatori sì, ma volanti sin dal primo mattino. Mentre si assisteva alla prova della prima squadra della Capannolese (rimasta in cinque corridori sin da metà percorso ma non per questo tiratasi indietro dalla sfida), è piombata sul traguardo la Hego-Prato Ceramica, partita alle 9.42 e arrivata al traguardo 40’59” dopo: la squadra di Prato è rimasta a lungo in testa alla graduatoria assoluta. A gettare un’ombra sulla leadership dei pratesi ci ha pensato la prima squadra del Velo Club San Vincenzo, che non ha sentito la mancanza del percorso “di casa”e già sul rettilineo parallelo alla corsia di arrivo era transitata a una velocità ragguardevole. Sul traguardo il valore dell’ottetto è stato confermato da un fantascientifico 39’30”, per una media superiore ai 51 orari. Giornata perfetta, temperature primaverili, vento assente: tutto vero, ma per viaggiare a una media del genere ci vogliono gambe d’acciaio e grande preparazione, alla faccia della neve di inizio mese. In generale sul percorso di Tirrenia si è andati fortissimo, tant’è che una media di 46,25 non è bastata a entrare nella top ten assoluta. Oltre alla classifica generale il Velo Club San Vincenzo 1 si è imposto anche nella Coppa del Mondo e nel campionato toscano. Non erano presenti squadre tutte al femminile, ma nella Cronosquadre del Tirreno hanno pedalato anche signore e signorine: nelle squadre miste ha trionfato il Team Virginia 2 (quarto assoluto) con Barbara Davolio. Prima tra le squadre che hanno corso con bici da strada lo Sport Group a oltre 45 di media.
Al settimo posto ha chiuso l’ASD Max Lelli, capitanato ovviamente da Massimiliano Lelli, terzo al Giro d’Italia del 1991 dietro Chioccioli e Chiappucci e al via di ben 14 Tour de France in carriera.  A proposito di cognomi illustri, con il Malmantile Cycling Team era in gara Fabio Bitossi, parente di “Cuore matto” Franco. Bitossi il giovane, classe 1987, era uno degli atleti più giovani al via della cronosquadre. Tra i meno giovani (perché quando si va ai 45 orari non ci sentiamo proprio di usare l’aggettivo “anziani”) ci sono stati segnalati Roberto Righini (Sporting Club) e Massimo Bonini (Team Scott Pasquini Stella Azzurra): entrambi compiranno 70 anni nell’imminente primavera.

Al termine i quasi 600 protagonisti della cronosquadre (e i loro familiari) si sono defaticati con un ottimo pasta-party organizzato ai ristoranti “Le Scimmie” e “Toscano”, dove hanno potuto pranzare con tutta calma senza fare alcuna fila, mentre il Grand Hotel Continental è stato il quartier generale dell’evento. E dopo queste pedalate a tutta in riva al mare a Tirrenia

Hanno presenziato alla Cronosquadre del Tirreno personalità delle istituzioni patrocinanti (Comune, Provincia e Camera di Commercio di Pisa) e del mondo dello sport, come Roberto Spadoni (presidente del Comitato Provinciale FCI di Pisa). Non può essere dimenticata l’opera del distaccamento litorale della Polizia municipale magistralmente condotta dall’ispettore comandante Alessandro Novi; prezioso anche il lavoro della Polizia provinciale, della Polizia di Stato, dei Carabinieri e di tutti i volontari impegnati lungo il percorso. “Voci” dell’evento sono state Giovanni Mauri e Cesare Rizzi del team Speakerperlosport.

Il Granducato di Toscana, sempre in crescita per numero di abbonati, metterà ora nuovamente i sella i suoi protagonisti l’11 marzo, con il tradizionale appuntamento della Gran Fondo Città di Grosseto organizzata dalla Società Sportiva Grosseto. Il 25 marzo sarà la volta della Gran Fondo Inkospor a Casiana Terme, il 15 aprile toccherà alla Green Fondo Paolo Bettini - La Geotermia a Pomarance, il 6 maggio il classico appuntamento con la Gran Fondo della Vernaccia a San Gimignano e, infine, la chiusura il 3 giugno con la Granfondo del Castello - Diego Ulissi a Rosignano Marittimo.

Cronosquadre del Tirreno - prima edizione (33,3 km)

Classifica generale
1) Velo Club San Vincenzo 1 (Roberto Rosati, Alessandro Nennetti, Giovanni Busdraghi, Enrico Grimani, Raffaele Barbieri, Andrea Meini, Valtere Gasparri, Luciano Pasquini) 39’30” (vince anche la Coppa del Mondo)
2) Hego-Prato Ceramiche (Alessandro Maggini, Sandro Di Renzo, Marco Ferrari, Alessio Moni, Matteo Manetti, Massimo Scaffidi, Francesco Brancaccio) 40’59”
3) Gs Monegliese (Roberto Cavallaro, Nicola Barletta, Giuseppe Liberatore, Massimo Viviani, Antonio Ferrari, Riccardo Barcellone, Francesco Schiaffino, Andrea Panconi) 41’17”
4) Dlf Team Virginia 2 (Roberto De Iesu, Massimo Brini, Elis Verucchi, Marco Marescotti, Matteo Bisi, Maurizio Mai, Paolo Boccolari, Barbara Davolio) 42’14”
5) Ciucci Bike Village (Pierino Fava, Albertino Della Martera, Luigi Paolini, Walter Pazzaglia, Claudio Ricciutelli, Piermario Fassone, Dino Monfredini, Steven Blackmore)  42’17”
6) Viareggio Bike (Andrea Della Latta, Roberto Puccinelli, Angelo Bocchino, David Caccia, Marco Rossi, Marco Pierini, Gelsomino Davino) 42’59”
7) ASD Max Lelli (Massimiliano Lelli, Carlo Mancini, Simone Medaglini, Fabrizio Benvenuti, Luca Gabbriellini, Matteo Cordovani, Guido Esposito, Angelo Pinizzotto) 43’04”
8) Gs Vigili del Fuoco Massa Carrara (Andrea Babbini, Almo Bertani, Luciano Biselli, Alessandro Bugliani, Michele Guadagni, Primo Manfredi, Norberto Nani, Giuseppe Zapponi) 43’22”
9) Gs Ramini (Leonardo Bechi, Federico Bugiani, Giorgio Squeri, Andrea Capecchi, Federico Gradi, Mario Ravagli, Giampaolo Romiti, Paolo Generali) 43’30” 
10) Sc Glauco Servadei (Gabriele Sassi, Alessandro Lanzoni, Alexia Bertocco, Mirco Reggiani, Riccardo Servadei, Diego Ronda, Jarno Soncini, Carmine Mazzoccoli) 43’37”

Classifica squadre miste
1) Dlf Team Virgina 2 (Roberto De Iesu, Massimo Brini, Elis Verucchi, Marco Marescotti, Matteo Bisi, Maurizio Mai, Paolo Boccolari, Barbara Davolio) 42’14”
2) Sc Glauco Servadei 43’37”
3) Gas Marathon Bike 44’03”

Classifica campionato toscano
1) Velo Club San Vincenzo 1 (Roberto Rosati, Alessandro Nennetti, Giovanni Busdraghi, Enrico Grimani, Raffaele Barbieri, Andrea Meini, Valtere Gasparri, Luciano Pasquini) 39’30”
2) Gs Vigili del Fuoco Massa Carrara 43’22”
3) Team Invercolor 44’37”

Classifica Bici da Strada
1) Sport Group ASD (Alessio Lucchesi, Andrea Panconi, Stefano Meoni, Silvano Martini, Giampaolo Vannucci, Alessandro Vannucci, Giovanni Ruscillo, Fausto Carli) 44’31”
2) Gs Quercia 44’44”
3) Croce Verde Bike Viareggio 1 45’00”
4) Cicli Gaudenzi 3 45’51”
5) Capannolese 2 45’59”



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl