L'UNESCO Cycling Tour si è presentato

"I Siti Italiani UNESCO sono la pubblicità del territorio italiano" asserisce il Presidente Ricci.

Persone Massimo Biondi, Damiano Cunego, Sergio Bombieri, Franco Belloglio, Alessandro Gualazzi, Paolo Marrucci, Francesco Raspa, Giacomo Bassi, Tiziano Scarpelli, Claudio Ricci
Luoghi Italia, Verona, San Gimignano, Deiva Marina, Cinque Terre, provincia di Siena, provincia di La Spezia, Urbino
Organizzazioni Associazione Siti UNESCO, Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale UNESCO, Associazione Siti Italiani UNESCO, UNESCO, Socialisti Italiani, Silvestrini, RCS
Argomenti politica, istituzioni, diritto, sport

04/mar/2012 18.22.22 Play Full - Agenzia di comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Se non vedi la pagina clicca qui.
L'UNESCO Cycling Tour si è presentato
Si è svolta a S.Gimignano (SI) la presentazione del circuito legato ai Siti Italiani UNESCO. “I Siti Italiani UNESCO sono la pubblicità del territorio italiano” asserisce il Presidente Ricci. Quattro prove da Maggio a Settembre. Una formula tutta nuova dove il turismo prevale sull'agonismo.


Il tavolo delle Autorità (ph Play Full Nikon)

3 marzo 2012, San Gimignano (SI) – Sabato 3 marzo è stato presentato ufficialmente a San Gimignano (SI), all'interno del Teatro dei Leggieri, l'UNESCO Cycling Tour 2012, il circuito di quattro manifestazioni legate ad altrettanti siti italiani definiti Patrimonio dell'Umanità dal'UNESCO.

Una lista invitati di tutta eccellenza con a capo l'Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale UNESCO, che patrocinia questa iniziativa.

A sedere al tavolo delle Autorità l'Assessore Provinciale alle Attività Produttive, Tiziano Scarpelli, il Sindaco di San Gimignano, Giacomo Bassi, il Presidente dell'Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale UNESCO, ing. Claudio Ricci, il coordinatore editoriale della rivista Siti, il periodico edito dall'associazione, Francesco Raspa, e gli organizzatori delle prove: Paolo Marrucci per la Granfondo della Vernaccia, Alessandro Gualazzi per la Granfondo Straducale e Franco Belloglio per la Granfondo delle 5 Terre e della Riviera Spezzina; assente per motivi famigliari Sergio Bombieri della Granfondo Damiano Cunego.

A moderare la presentazione è stato il noto conduttore e produttore televisivo Massimo Biondi.

Il primo a prendere la parola è proprio il Sindaco di San Gimignano, Giacomo Bassi, il quale è anche Consigliere dell'Associazione Siti UNESCO: “La Granfondo della Vernaccia è un ottimo strumento per veicolare il territorio di San Gimignano e la produzione della Vernaccia. Inoltre la manifestazione – continua Bassi – è ormai entrata nelle tradizioni della nostra comunità, inserendosi come appuntamento fisso tra gli eventi della cittadina. Va poi riconosciuta la capacità di coesione di questa manifestazione nella quale gli amici del GC Amatori San Gimignano – presieduto dal presidente Silvestrini - riescono a coinvolgere tutti i segmenti più vivi della Comunità”.

L'Assessore Scarpelli ci spiega come la Provincia di Siena stia volgendo verso il turismo lento :”Il vivere lento e la volontà di apprezzare i territori ben coincide con l'attività ciclistica. A tal fine la Provincia di Siena ha messo in cantiere alcuni progetti volti in questa direzione, tra cui anche una mappa con alcuni tracciati ciclabili permanenti. La nostra provincia ospita numerose gare anche storiche e altre, come la Strade Bianche, appena nata, ma già diventata una Classica. Un grosso sforzo viene quindi dall'amministrazione provinciale che tutela e cura queste strade, diventate ormai una vera attrazione turistica.

Il compito della rivista Siti – spiega Francesco Raspa – è quello di diffondere le attività dell'Associazione Siti Italiani UNESCO, ma anche di presentare i vari territori. Una rivista trimestrale, relativamente giovane, che sta già ottenendo un ottimo consenso. Distribuita in 15000 in tutto il Mondo, permette di valorizzare il Patrimonio UNESCO italiano, agli italiani stessi, ma anche fuori confini. Sul prossimo numero della rivista verrà dato ampio spazio all'UNESCO Cycling Tour”.

La rivista Siti è disponibile anche online al sito http://www.rivistasitiunesco.it.


Claudio Ricci

I Siti UNESCO italiani hanno la forza di potere promuovere il 'brand Italia' all'Estero. - asserisce il Presidente RicciInoltre va tenuto conto che l'Italia è l'unico dei 188 Paesi con siti UNESCO, ad avere una legge apposita che assegna risorse ai vari Siti per la loro cura. In Italia siamo 50 tra sindaci e referenti dei Siti uniti al tavolo per portare avanti, efficacemente, i progetti dell'Associazione. L'Associazione è ormai da anni rivolta al ciclismo, grazie anche agli amici delle granfondo che fanno parte dell'UNESCO Cycling Tour, tanto da riuscire a convincere RCS e la Gazzetta dello Sport a fa passare il 95° Giro d'Italia proprio su siti UNESCO.”

Paolo Marrucci, capo organizzatore della Granfondo della Vernaccia, chiude gli interventi: “Lo scopo del nostro circuito va più in là del solo lato ciclistico. Vogliamo infatti che a prendere parte al circuito non sia solo il ciclista, ma soprattutto la sua famiglia, fornendo loro dei validi programmi culturali per apprezzare i nostri territori.

Queste le prove che comporranno il circuito nel 2012:
6 maggio - Granfondo della Vernaccia, San Gimignano (SI)
3 giugno – Granfondo Damiano Cunego, Verona
1° luglio – Granfondo Straducale, Urbino
9 settembre – Granfondo delle Cinque Terre, Deiva Marina (SP)


Tutte le informazioni sul circuito si possono trovare sul sito:
http://www.unescocyclingtour.it/.



Ufficio Stampa
UNESCO Cycling Tour

Play Full - Agenzia Stampa
t. 347 2392189
e. info@playfull.it
"Ai sensi del D.Lgs. 196/2003 sulla tutela dei dati personali, si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono
riservate ad uso esclusivo del destinatario. Se Lei non è il destinatario e ha ricevuto questo messaggio per errore, La invitiamo ad
eliminarlo senza copiarlo o diffonderlo, avvisandoci immediatamente. Se Lei è il destinatario ma non desidera ricevere ulteriori comunicazioni da parte nostra La invitiamo ad avvisarci immediatamente così da rimuovere i suoi dati dall'indirizzario, azione che sarà nostra cura effettuare quanto prima. Grazie"
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl