Green Fondo Paolo Bettini: vince la determinazione

15/apr/2012 19.57.08 Play Full - Agenzia di comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Green Fondo Paolo Bettini: vince la determinazione
Il toscano Yuri Gorini e il lituano Raimondas Rumsas si impongono rispettivamente nella mediofondo e nella granfondo. Stessa sorte per la parmense Ilaria Lombardo e la fiorentina Ilaria Rinaldi. Poco più di 1000 iscritti, quasi 800 i partenti. Tanti rimasti a casa non convinti dal tempo, che invece è stato magnanimo per quasi tutta la manifestazione.
Scarica altre immagini ad alta risoluzione cliccando qui.

Gli impianti geotermici di Larderello (ph Play Full Nikon)

15 aprile 2012, Pomarance (PI) – Sono state due vere prove di forza quelle alle quali si è assistito domenica 15 aprile a Pomarance (PI), in occasione della 15a Greenfondo Paolo Bettini – La Geotermia, manifestazione valida come terza prova del 14° Giro del Granducato di Toscana.

Sulla mediofondo la vittoria è andata ad un convintissimo Yuri Gorini, che preso in mano le redini della corsa fin dall'inizio. E' stata sua la prima azione decisiva che lo ha portato in fuga con Fabio Quercioli del Cicli Gaudenzi per quasi un'ora di gara. Ai battistrada sono andati via via aggiungendosi altri ciclisti fino ad arrivare a un gruppetto di una quindicina di alteti, tra i quali però non spiccavano i nomi noti dei percorsi maggiori. Sulla salita di Cerreto il forcing di Gorini e di Federico Cerri frantumano il gruppetto. Solo otto unità si presentano sulle ultime rampe di Pomarance dove il percorso di mediofondo termina le sue fatiche. Qui è Gorini a imporsi con forza grazie ad una sequenza di scatti che non lasciano spazio ai compagni di fuga e lo portano all'arrivo a braccia alzate. E' la volata a determinare le due posizioni di rincalzo che vede Federico Cerri imporsi su Nicola Ramacciotti.

Intanto sul percorso di granfondo proseguono solo in quattro: Alessandro Merlo, Enrico Saccomanni, Matteo Zannelli e Vladislav Borisov. A inseguire, con quasi quattro minuti di ritardo, un gruppetto di otto elementi tra cui il lituano Raimondas Rumsas. Sulle rampe della salita di San Dalmazio è proprio Rumsas a lanciare la sua azione personale. La sua velocità cambia radicalmente e diventa doppia rispetto a quella dei fuggitivi. Il compagno Merlo intanto perde le ruote dei compagni di fuga. Mentre i tre insistono nell'azione, da dietro Rumsas recupera minuti ogni pochi chilometri e sulla salita di Castelnuovo Val di Cecina ormai il gap è colmato. Raggiunti i fuggitivi il lituano continua nella sua azione. Tentano di resisterli Saccomanni e Zannelli, ma il passo del portacolori della GFDD Altopach Promotech è insostenibile. In pochi chilometri la situazione è completamente ribaltata: Rumsas che scappa, Saccomanni e Zannelli a inseguirlo, rispettivamente a 1' e a 2'30”. Questa sarà anche la sequenza di passaggio all'arrivo dove il lituano Raimondas Rumsas giunge volgendo le braccia al cielo e guadagnando la sua terza vittoria stagionale.

In ambito femminile non c'è storia sulla mediofondo dove la giovane fiorentina Ilaria Rinaldi fa il vuoto tra sé e le inseguitrici, riuscendo a giungere al traguardo a soli 13' dal vincitore. Si devono attendere 17' per vedere giungere la grossetana Maria Cristina Nisi e altri 7' per la garfagnina Letizia Dini.

Sulla mediofondo grande prova della parmense Ilaria Lombardo capace di guadagnare un minuto di vantaggio sull'ultima salita ai danni di Francesca Martinelli ed Elena Riccomi.

Anche questa edizione della granfondo pomarancina non poteva che chiudersi nel migliore dei modi, sebbene il maltempo, o meglio il timore della pioggia paventato nei giorni precedenti, abbiano limitato a 1050 gli iscritti e a 780 i partenti.

Mal tempo che non si è manifestato per gran parte della gara. Il sole ha fatto capolino tra i grandi squarci nelle nubi più e più volte durante la giornata, ma un terribile acquazzone ha scelto di scatenarsi su Pomarance (e solo qui) dieci minuti dopo l'arrivo del vincitore della granfondo.

Spostato quindi tutto il pasta party all'interno dei locali dell'Arzillaia, il ristorante pizzeria che mette a disposizione i suoi spazi, dove hanno pranzato a suon di pasta al ragù di cinghiale, arrosto, fagioli, pane, crostata, acqua e vino, tutti i ciclisti e gli accompagnatori.

Al momento delle premiazioni Giove Pluvio ha concesso un'ulteriore tregua, permettendo la cerimonia all'aperto. I primi tre di ogni categoria di entrambe i percorsi sono saliti sul palco per ritirare il loro premio, così come le prime venti società.

Si sono nuovamente meritati i complimenti i ragazzi del VeloEtruria Pomarance, ben diretti dal vulcanino Stefano Gazzarri, che sono stati capaci di mettere in piedi ancora una volta una gran bella festa.

Tra le società la vittoria è andata al Cicli Gaudenzi, davanti all'MTB Club Cecina e al GS ARCI Perignano.

Il prossimo appuntamento con il Giro del Granducato di Toscana è fissato per domenica 6 maggio a San Gimignano (SI) per la Granfondo della Vernaccia.

Tutte le informazioni sulla manifestazione sono disponibili all’indirizzo http://www.veloetruriapomarance.it/.

CLASSIFICHE
Granfondo Maschile
1. Raimondas Rumsas (Gfdd Altopack Promotech); 03:46:02; 37,2km/h
2. Enrico Saccomanni (Pol Cral Vigili Del Fuoco Genova Punto Sport); 03:47:07; 37km/h
3. Matteo Zannelli (Individuale); 03:48:35; 36,8km/h
4. Leonardo Pinizzotto (Team Guru Planet X); 03:49:07; 36,8km/h
5. Jamie Burrow (Pol Cral Vigili Del Fuoco Genova Punto Sport); 03:49:08; 36,8km/h
6. Vladislav Borisov (Team Guru Planet X); 03:49:09; 36,8km/h
7. Andrea Lupori (Asd Parkpre Giordana Dmt); 03:49:24; 36,7km/h
8. Alexander Bazhenov (Gfdd Altopack Promotech); 03:49:33; 36,7km/h
9. Marco Poccianti (Gs Poccianti); 03:53:31; 36km/h
10. Marco Morrone (Team Olimpia Bolis); 03:53:31; 36,1km/h

Granfondo Femminile
1. Ilaria Rinaldi (Asd Parkpre Giordana Dmt); 03:59:18; 35,1km/h
2. Maria Cristina Nisi (Asd Max Lelli); 04:16:17; 32,8km/h
3. Letizia Dini (Team Cinelli Glass'Ngo); 04:23:44; 31,9km/h
4. Karen Alice Doljak (Gs Cicli Gaudenzi); 04:32:34; 30,9km/h
5. Ilaria Fischi (Manila Bike Enegan Scott); 04:35:24; 30,5km/h

Mediofondo maschile
1. Yuri Gorini (Genetik Cycling Team Asd); 02:35:59; 38,6km/h
2. Federico Cerri (Team Cerri Cicli Tarducci); 02:36:04; 38,6km/h
3. Nicola Ramacciotti (Ciclo Team San Ginese); 02:36:04; 38,5km/h
4. Fabio Quercioli (Gs Cicli Gaudenzi); 02:36:10; 38,5km/h
5. Giancarlo Bertellotti (Gs Pedale Pietrasantino); 02:36:32; 38,4km/h
6. Stefano Del Carlo (Asd Bbmbaldostefan); 02:36:43; 38,4km/h
7. Mattia Anzalone (Team Guru Planet X); 02:36:43; 38,5km/h
8. Alessio Saccardi (Team Pieri Calamai); 02:36:52; 38,3km/h
9. Claudio Giraldi (Gs Ontraino); 02:38:14; 38km/h
10. Luigi Salimbeni (Team Olimpia Bolis); 02:39:09; 37,8km/h

Mediofondo femminile
1. Ilaria Lombardo (Pol Cral Vigili Del Fuoco Genova Punto Sport); 02:50:45; 35,2km/h
2. Francesca Martinelli (Polisportiva Paperino); 02:51:54; 34,9km/h
3. Elena Riccomi (Asd Fanini Store); 02:53:03; 34,7km/h
4. Claudia Macchi (Gs Rea Ambiente); 02:53:53; 34,6km/h
5. Claudia Bertoncini (Team Maggi Frw); 02:57:43; 33,8km/h



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl