Giro di Maremma: una splendida esperienza

14/mag/2012 14.12.00 Play Full - Agenzia di comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Giro di Maremma: una splendida esperienza
A dieci giorni dal termine del 1° Giro di Maremma si tirano le somme. Tutti contenti: organizzatori, partner e partecipanti. Ora si lavora per la 2a edizione del 2013.

Tutti splendidi i paesaggi della Maremma (ph Play Full Nikon)

14 maggio 2012, Chiusdino (Si) – Sono passati ormai dieci giorni dal temine del 1° Giro di Maremma, voluto e ideato da Pierluigi Nicolini e Luigia Cilento, titolari dell'agenzia di viaggi TuscanSport con sede a Chiusdino, e organizzato tramite la loro associazione sportiva Eventsport.

Un progetto ambizioso nato nello scorso inverno e messo in piedi con i problemi organizzativi che una manifestazione di questo tipo comporta, soprattutto nella ricerca dei percorsi più adatti e delle collaborazioni necessarie per poterlo portare a termine.

Un grosso aiuto è arrivato dalla Camera di Commercio di Grosseto, ma anche dai tanti partner che hanno creduto nel Giro di Maremma e nella Granfondo 7 Rocche. E' doveroso ringraziarli uno ad uno iniziando dagli enti di promozione sportiva CSI e ACSI, che hanno patrocinato la manifestazione, seguendo con i vari sponsor: BRAZZALE, azienda leader nell'arte lattiero-casearia, biscottificio CORSINI, SIXTUS leader nel mercato italiano di prodotti destinati alla salute ed al benessere fisico, RENAULT Autocenter, prodotti tipici toscani LA NOVELLA, SCOTT Bicycle, integratori alimentari INKOSPOR, abbigliamento tecnico sportivo HICARI, integratori alimentari ETICHSPORT, organizzazione viaggi in bicicletta TERRA DI CICLISMO, servizi fotografici GIOFOTO e la POL. MONTEROTONDO MARITTIMO.

Un ringraziamento va anche alle strutture alberghiere nelle quali atleti e staff hanno soggiornato in questa settimana: l'agriturismo Il Belvedere Country House, l'hotel Il Sole e la Domus Bernardiniana di Massa Marittima, l'agriturismo La Contea di Monterotondo Marittimo, l'albergo Le Macinaie di Castel del Piano e il Borgo Magliano Resort di Magliano in Toscana.

Non si possono certo dimenticare le Amministrazioni, i comandi di Polizia Municipale e dei Carabinieri dei comuni di: Massa Marittima, Monterotondo Marittimo, Chiusdino, Santa Fiora, Arcidosso, Magliano in Toscana e Monte Argentario.

Così come vanno menzionati i volontari delle Misericordie e della Croce Rossa che hanno prestato servizio nelle varie tappe.

Il progetto è piaciuto ai vari partecipanti, così come rendono nelle loro testimonianze.

«Ho partecipato insieme a due compagni di squadra – sono le parole di Lorenzo Fregosi – e ho trovato un'ottima organizzazione, così come la sicurezza sul percorso. Sono stato spesso l'ultimo del gruppo e ho sempre avuto assistenza fino all'arrivo.»

Completamente entusiasta anche Davide Bellato, lombardo, che ha preso parte al Giro insieme alla moglie e al piccolo Achille. «Abbiamo soggiornato in camper, ma ho avuto modo di vedere le strutture e le ho trovate splendide. Gli organizzatori sono sempre stati molto disponibili e professionali – continua Davide - I luoghi dove abbiamo corso erano veramente eccezionali, ma mi sono piaciute tante altre cose, soprattutto l'avere strettp delle bellissime amicizie a partire dallo staff e tutti gli atleti. E' un'esperienza che consiglierò a tutti i miei amici»

«Io ho partecipato da solo – ci confida Alessandro Santamaria – e ho trovato un'ottima organizzazione. Sono rimasto molto soddisfatto dalla cura organizzativa e dai paesaggi stupendi. Peccato per la poca partecipazione, ma sono sicuro che l'anno prossimo sarà più numerosa»

Così come sono tutti d'accordo sulla lunghezza del Giro, che pare essere ottimale nella settimana del ponte del 1° maggio, come ci testimonia Andrea Buono da Orbassano (To): «Credo che il Giro debba durare almeno una settimana, altrimenti perde parte del suo fascino. Sono rimasto soddisfatto dell'accoglienza, della sistemazione alberghiera, dei percorsi, ma soprattutto proprio l'idea del giro, di una gara a tappe con una granfondo, delle cronometro e delle gare in linea; è stato eccezionale. Quest'anno sono venuto da solo, ma il prossimo anno porterò anche mia moglie.»

Sul lancio dell'entusiasmo di questa edizione, tutto lo staff organizzativo si sta già adoperando per la progettazione e programmazione della seconda edizione che, ovviamente, sarà ancora più bella ed accogliente di quella passata soprattutto seguendo i consigli ricevuti dai partecipanti.




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl