Mondiali, Francia retrocessa e Maradona ospite sgradito

02/dic/2009 12.33.00 SoloCalcio - Partite Calcio Gratis Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Maradona è stato squalificato fino al 15 gennaio. ApJOHANNESBURG (Sudafrica), 2 dicembre 2009 - Francia fuori dalle teste di serie, Maradona ospite sgradito. Queste le due notizie che fanno salire la febbre in vista del sorteggio per i Mondiali di calcio 2010, previsto per venerdì alle 19.00. Alla Francia, campione del mondo nel '98, è stata preferita dalla Fifa l'Olanda.

teste di serie e non — Sudafrica, Brasile, Spagna, Olanda, Italia, Germania, Argentina e Inghilterra sono le teste di serie decise per i Mondiali 2010 che si svolgeranno in Sudafrica a giugno. Nella seconda fascia, sono state inserite Australia, Giappone, Corea del Nord, Corea del Sud, Honduras, Messico, Usa e Nuova Zelanda. Cile, Paraguay, Uruguay, Nigeria, Camerun, Costa d'Avorio, Ghana e Algeria fanno parte della fascia 3. Nella quarta fascia, infine, vi sono Danimarca, Francia, Grecia, Serbia, Portogallo, Slovenia, Slovacchia e Svizzera.

nessuna punizione — "Questa non è una sanzione nei confronti della Francia": così il segretario generale della Fifa Jerme Valcke commenta la definizione delle teste di serie per il sorteggio dei Mondiali di calcio di Sudafrica 2010 che ha visto l'esclusione della nazionale francese. Valcke ha assicurato che l'episodio del gol di Thierry Henry, viziato da un evidente fallo di mano durante lo spareggio con l'Irlanda, non è stato preso in considerazione nella definizione delle teste di serie.

... accesso negato — Maradona "non potrà venire in Sudafrica ad assistere al sorteggio dei gironi. Ci sono regole chiare che lo vietano". Lo ha detto Danny Jordaan, presidente del comitato organizzatore dei Mondiali 2010, respingendo una voce della stampa sudafricana che ipotizzava la presenza del c.t. dell'Argentina, squalificato fino al 15 gennaio per aver insultato la stampa al termine della partita contro l'Uruguay, al sorteggio dei gironi in programma venerdì prossimo come commentatore per una televisione. "Maradona è una grande personalità ma non è stato invitato", ha aggiunto Jordaan. A detta del presidente, la squalifica inflitta a Maradona investe infatti non solo le partite ma ogni altra attività di carattere sportivo, legata al ruolo di c.t. ricoperto dall'ex Pibe de Oro. Alla domanda se Maradona possa entrare nel Paese, Jordaan ha risposto che nessuno gli ha imposto questo divieto. E sulle voci di una sua presenza da commentatore televisivo, il presidente del comitato organizzatore si è limitato a dire: "Ho letto qualcosa su un giornale di Johannesburg, ma non ne so niente di più".

... e pure l'accredito — "Maradona non può essere qui in nessun modo - ha spiegato il segretario generale della Fifa Valcke -. Ci sono voci di questo tipo, perciò abbiamo inviato un fax alla federazione argentina affinchè sappia che esiste un divieto per la sua partecipazione al sorteggio. Maradona è stato ufficialmente escluso da tutte le attività collegate con il calcio per un periodo di due mesi e il sorteggio rientra in questo arco di tempo. Se verrá con un mezzo di comunicazione la Fifa non gli darà l'accredito. È chiaro che può entrare in Sudafrica - ha precisato Valcke - ma questo è un altro discorso".

STELLE, NOBEL E OSCAR — Attrici da Oscar, assi del pallone di oggi e di ieri, premi Nobel e capi di Stato: il sorteggio dei Mondiali di Sudafrica 2010 sarà tutto questo, al Centro Congressi di Città del Capo, dove, dalle ore 19 comincerà lo show all'interno del quale verranno formati gli otto gironi del torneo (11 giugno-11 luglio) che assegnerà il titolo iridato. A seguire in diretta tv questa kermesse che ha richiesto 3.600 ore di lavoro di preparazione (per allestire, tra l'altro, un palcoscenico di 4.800 metri quadrati) saranno 200 milioni di persone nel mondo; mentre dal vivo, oltre ai 2.000 ospiti "eccellenti", l'evento verrà seguito da 1.715 giornalisti. Animatrice dello spettacolo - e conduttrice assieme al segretario generale della Fifa Jerome Valcke - sarà l'attrice Charlize Theron, premio Oscar 2004 che da tempo vive negli Usa ma è rimasta nel cuore dei sudafricani. I due chiameranno sul palco il Soweto Gospel Choir, vincitore di un Grammy, e poi ospiti d'onore del calibro di David Beckham, ormai più popstar che calciatore ma capace di andare in gol in tre diverse edizioni dei Mondiali; Heile Gebrselassie, pluricampione olimpico e mondiale di atletica e uomo-simbolo dello sport del continente africano; e il capitano del Sudafrica campione del mondo di rugby John Smit. In più due personaggi dall'alto valore simbolico: Makhaya Ntini, primo giocatore di colore nella storia della Nazionale sudafricana di cricket (sport ancor più del rugby 'riservà dei bianchi), e Matthew Booth, unico titolare bianco dei Bafana Bafana del calcio. Dovrebbero essere questi personaggi, davanti ad una platea d'eccezione di cui faranno parte anche i Premi Nobel per la pace Frederik W. de Klerk e Desmond Tutu, ad estrarre dalle 4 urne le palline con i nomi delle squadre che verranno progressivamente sorteggiate. In precedenza ci saranno stati il discorso del presidente del Sudafrica Jacob Zuma e quello del numero uno della Fifa Joseph Blatter. Nelson Mandela, invece, non sarà presente ma invierà un messaggio video. Insomma, ci saranno proprio tutti, a quanto pare meno uno. L'Argentina infatti dovrebbe essere rappresentata dal presidente federale Julio Grondona e forse dal segretario tecnico Carlos Bilardo.

gasport© RIPRODUZIONE RISERVATA

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl