Tatu' Videla al suo primo Mondiale con la maglia Argentina

Tatu' Videla al suo primo Mondiale con la maglia Argentina

05/ago/2005 16.59.06 Stefano Zamperin Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


 

Comunicato Stampa 13 / 2005-2006


Tatu' Videla al suo primo Mondiale con la maglia Argentina
Intervista a Mauricio Videla prima della partenza per gli Stati Uniti d'America

Abbiamo raggiunto via telefono direttamente a San Juan in Argentina Mauricio Tatu' Videla, convocato definitivo in Nazionale Argentina, alla prima volta con la "camiseta" biancoazzurra, prima della partenza per gli Stati Uniti d'America.

Sei passato dai 30 gradi di Bassano del Grappa ad inizio luglio e sei piombato nel pieno dell'inverno australe. Come è il clima invernale a San Juan?
"Anche se è inverno qui a San Juan si sente poco o pochissimo perchè ora (alle 4 del pomeriggio, ndr) sono addirittura in pantaloncini corti, con una ventina di gradi e tanto sole. L'ambientamento poi è mitigato sicuramente dalla presenza della mia famiglia e di tutti gli amici che ho lasciato prima di partire per l'Europa anni fa"

Come sta andando il raduno pre-mondiale a San Juan?
"Abbiamo finito Giovedi' sera gli allenamenti al Palasport Aldo Cantoni (dove Bassano ha vinto il Mundialito lo scorso anno, ndr) e in questa settimana partiremo per gli Stati Uniti d'America. Sinceramente - prosegue Tatu'- sono stati degli allenamenti durissimi, due al giorno, e dopo 10 mesi di hockey ininterrotto si sentono parecchio."

Un raduno cosi' duro e lungo non succedeva da almeno 4 anni è vero? Com'è il clima?
"Si il raduno è davvero selettivo. Via via il tecnico Cairo ha ristretto la rosa e ha deciso la rosa definitiva dei dieci la scorsa settimana. Il clima intorno alla Nazionale è incredibile. E' quasi una cosa ossessiva. Siamo assediati ad ogni allenamento da numerose telecamere, fotografi, intervistatori, c'è un grande clima di riscossa e di aspettativa nella Nazionale Argentina. Ogni fine allenamento siamo letteralmente coperti da addetti della stampa e nei giornali locali ci sono pagine e dico pagine al giorno."

L'altro giallorosso Nicolia è stato uno degli esclusi. Come mai?
"Carlos Nicolia dopo una settimana è stato tagliato più per la sua giovane età che per veramente le sue qualità. Carlitos sta molto bene, lo vedo spesso, è ritornato a casa insieme alla sua famiglia."

Un'Argentina che mai è stata cosi' forte sulla carta come quest'anno. Nomi da sogni per molte società anche in italia. Come la vedi con tutti questi grandi nomi in Nazionale?
"Guardate, vi dico subito che un gruppo cosi' è più unico che raro. Di solito nella nostra rappresentativa non c'era sempre quell'unione spontanea, ed invece in questa avventura dei mondiali c'è un gruppo incredibile. Ci ritroviamo sempre anche fuori dal rettangolo di gioco, andiamo d'accordo, un gruppo insomma unico e stupendo. E' la nostra forza. Proprio questa unione ci porta grande ottimismo, grande felicità. Grandi nomi si', io sono tra l'altro il più vecchio (30 anni, ndr). C'è l'Abalos di Novara, Mariano Velasquez del Benfica, il Payero di Barcelos, e in attacco quattro bomber da sogno quali Panchito Velasquez (fratello di Mariano), Carlos Lopez del Barcellona, Reinaldo Garcia del Porto e l'Alvarez della Coruna.

E l'Italia che l'hai incontrata in quel di Blanes come l'hai vista.
"L'Italia ha pareggiato 1 a 1 contro di noi, dove anche io ho partecipato attivamente. Un'Italia tutta nuova ma talentuosa. Penso che possa arrivare tranquillamente alle Semifinali e poi decideranno gli episodi. Anche Massimo Tataranni l'ho visto molto bene e sicuramente ci incontreremo in America."

Il tuo pronostico per i Mondiali
"L'Argentina è una delle favorite anche perchè le altre Nazionali, oltrechè quella italiana, sono cambiate, si sono ringiovanite. Si' anche noi siamo un gruppo tutto nuovo ma l'ottimismo è altissimo. Ce la giocheremo con Portogallo e Spagna"

Il tuo obiettivo ai Mondiali.
"Vincere"

"Un saluto a tutti al pubblico giallorosso", aggiunge Tatu' prima di ritornare a concentrarsi al Mondiale.

Mauricio rimarrà dopo il Mondiale molto probabilmente in Argentina, aspettando la squadra dell'Infoplus Bassano Hockey 54 per il Mundialito di San Juan il 3 di Settembre.

Il Bassano Hockey 54 augura a Mauricio Videla il più grande in bocca al lupo.



Nelle foto Mauricio Videla con la maglia argentina (Fonte Diario De Cuyo)


Bassano
del Grappa (Vicenza),  il 04/08/2005


Stefano Zamperin
Ufficio Stampa Bassano Hockey 54
Webmaster Sito Ufficiale Bassano Hockey 54
news@bassanohockey54.it - www.bassanohockey54.it
Cell.:  +39 348 9327659


Per rimuoverti da questa mailing-list invia un'e-mail a news@bassanohockey54.it e scrivi nell'oggetto "RIMOZIONE MAILING-LIST"
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl