Intervista a Carlos Dantas dopo la sconfitta a Salerno

per la prima volta come avversario e non come proprio giocatore.

12/dic/2005 06.32.24 Stefano Zamperin Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


 

Comunicato Stampa 85 / 2005-2006

 

CAMPIONATO ITALIANO SERIE A1 2005/06 - HOCKEY SU PISTA

 

Intervista a Carlos Dantas dopo la sconfitta a Salerno
Il tecnico portoghese commenta la sconfitta


Era una giornata "speciale" per Carlos Dantas, l'incontro con il figlio Miguel per la prima volta come avversario e non come proprio giocatore. Un'emozione e un affetto tra padre e figlio naturale mai celati, con un caloroso abbraccio a fine gara, un vivo complimento da parte del padre al figlio, fresco vincitore ed autore di una prova perfetta. Gioia e dispiacere per il tecnico portoghese dell'Infoplus Bassano, pensieroso ma sempre determinato ed effervescente.

Di spontanea volontà però prima di commentare la sconfitta patita a Salerno, una parola per i tifosi:
"Mi scuso personalmente e da parte della squadra per la sconfitta che i nostri tifosi non si meritavano, dopo aver girato mezza Italia e compiuto quasi 1000 km di viaggio"

Dopo la bellissima vittoria in Portogallo nessuno pronosticava una sconfitta a Salerno
"In Portogallo abbiamo giocato una partita stupenda, abbiamo giocato una delle migliori partite da quando sono arrivato a Bassano, tatticamente e mentalmente. Anche la sconfitta del Follonica venerdi', poteva darci ancora più carica ed invece c'è mancata la cattiveria giusta. Non abbiamo sbagliato nulla dal piano tattico e tecnico, ma ci è mancata quella fame e voglia sul piano mentale che poteva capovolgere la situazione. Il Salerno ha giocato proprio una bella partita soprattutto in difesa, anche se in fase offensiva ci ha impensierito poche volte, però capitalizzando tutto. E' una squadra che sta crescendo e farà belle cose nel prossimo futuro."

L'attacco è mancato:
"Esattamente. Sul pareggio bisognava chiudere la partita; non abbiamo sfruttato le occasioni create: tre palle in contropiede, tre-quattro occasioni ghiotte a tu per tu con il portiere salernitano. Da contare anche che tutti i tre gol sono stati segnati da noi, due autogol e il gol di Orlandi. Vuoi per sfortuna (punizione deviata), vuoi per un contropiede non perfettamente difeso."

Siamo alla vigilia di una settimana storica per l'hockey bassanese. L'Oliveirense è molto temibile anche in trasferta:
"L'Oliveirense non è da sottovalutare anche con tre gol di vantaggio. Mancano ancora 50 minuti di gioco e ancora tutto è possibile. La sconfitta a Salerno ci deve far riflettere e già da oggi dovrà crearsi un modo di confronto per capire cosa ci ha bloccato, cosa è successo. E' necessario rimboccarsi le maniche e proseguire con una mentalità positiva."

 

Bassano del Grappa (Vicenza),  il 12/12/2005


Stefano Zamperin
Ufficio Stampa Bassano Hockey 54
Webmaster Sito Ufficiale Bassano Hockey 54
news@bassanohockey54.it - www.bassanohockey54.it
Cell.:  +39 348 9327659


Per rimuoverti da questa mailing-list invia un'e-mail a news@bassanohockey54.it e scrivi nell'oggetto "RIMOZIONE MAILING-LIST"
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl