Comunicato Stampa Supermercati A&O Asiago Hockey

(arrivato ad Asiago solo in serata) si presenta con due novità.

28/feb/2006 17.43.38 Asiagohockeyas Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 
 
SUPERMERCATI A&O ASIAGO HOCKEY

COMUNICATO STAMPA

 

 

Non riprende nei migliore dei modi l’avventura della Supermercati A&O Asiago in questa RBK Hockey Cup. I giallorossi, ospiti del Fassa, si sono fatti rimontare un doppio vantaggio. La partita si è chiusa sul 4 a 4.

L’Asiago privo di Jon Pittis (ultimo turno di squalifica), Giulio Scandella (infortunio) e Kyle Rossiter (arrivato ad Asiago solo in serata) si presenta con due novità. Sono infatti in campo due vecchie conoscenze: Maurizio Bortolussi e Fabio Rigoni che, nella stagione regolare, hanno giocato per il Valpellice.

Maurizio Bortolussi, ala destra nata ad Ottawa il 25 Aprile 1968, ha già giocato ad Asiago nella stagione 2003/04. Il suo esordio in Italia è avvenuto nel lontano 1989 quando approdò ad Alleghe. Negli anni seguenti è rimasto sempre in Italia (tranne la parentesi tedesca del 1996) giocando per Varese, Courmaosta, Milano, Pontebba, Valpellice ed Asiago.

Con i suoi 1.85 cm di altezza e i 92 kg, darà peso e molto gioco di balaustra all’attacco stellato.

In questa prima parte di stagione, Bortolussi a Valpellice ha al suo attivo 24 punti (7 reti e 17 assist) in 24 partite.

In difesa l’Asiago presenta Fabio Rigoni. Nato ad Asiago l’11 Novembre 1979, Rigoni gioca alla Valpellice (colonia Asiaghese in quanto tra le sue fila militano anche Roffo, Covolo e Rossi) da due stagioni. Rigoni va a rafforzare il reparto difensivo. A Torre Pellice il difensore Asiaghese ha messo a segno 4 reti e servito 8 assists in 26 partite.

 

Pronti via e al 3.27 passa subito in vantaggio l’Asiago in powerplay (fuori Wikstrom): Un gran tiro di Cirone si scaglia contro il gambale destro di Jensen, il nuovo arrivato Maurizio Bortolussi è appostato davanti all’estremo ladino e lo fulmina mettendo a segno la sua prima rete stagionale in maglia giallorossa. Subito dopo la marcatura il Fassa potrà usufruire di una superiorità numerica (fuori Kinos per colpo con bastone) che frutterà solo un tiro di Kuznik.

Tra il 7.42 e il 9.14 l’Asiago segna ben due volte, ed in entrambi le occasioni a gonfiare la rete ladina è capitan Lucio Topatigh. Nella prima marcatura il suo rasoghiaccio passa tra i gambali di Jensen, mentre nel secondo il suo tiro finisce alla sinistra dell’estremo svedese. Dopo metà primo tempo l’Asiago è in avanti per 3-0 ed è assoluto padrone del campo. Bortolussi viene punito per gancio con bastone regalando al Fassa la possibilità di ridurre lo svantaggio. La possibilità viene puntualmente capitalizzata da John Wikstrom che con un fendente dalla blu fulmina Szuper (anche se c’è il sospetto che il tiro sia stato deviato da Rudy Locatin).

Non succede più niente, tranne un parapiglia che frutterà la panca puniti per Topatigh e Dantone, fino alla sirena del primo riposo.

In apertura di secondo tempo, il Fassa prova un timido attacco con Turek su cui Szuper fa buona guardia. Poco più tardi lo stesso Turek intercetta il disco a centro campo e si trova a tu per tu con Szuper. L’estremo magiaro ipnotizza l’attaccante e lo induce all’errore.

Sul ribaltamento di fronte arriva la rete del 4-1. Jason Cirone da posizione defilata lascia partire un diagonale su cui Jensen non si fa trovare pronto.

I ladini si ripresentano in avanti al 9.30 e vanno in rete con Gianluca Tomasello che fissa lo score sul 4-2. E’ la terza rete stagionale che il Cremonese segna alla sua ex-Squadra.

Per tutto il resto del tempo l’Asiago continua a presentarsi dalle parti di Jensen ma non riesce ad appesantire il parziale neanche con l’uomo in più (Soracreppa fuori per gancio con bastone). Il Fassa basa il suo gioco su sporadiche e poco incisive ripartenze. Sul risultato di 4-2 le squadre vanno al secondo riposo.

L’Asiago rientra sul ghiaccio con l’obiettivo di chiudere il match subito. I giallorossi ci proveranno ma senza risultati. L’azione più pericolosa dell’apertura del drittel sarà quella, in parità numerica, di John Parco su cui Fredrik Jensen compie un autentico miracolo.

Al 5.34 il Fassa riapre i giochi andando a segno con Juha Viinikainen ottimamente assistito da Molin. L’Asiago cala vistosamente e il Fassa comincia a presentarsi in avanti alla ricerca del pareggio.

Al giro di boa del terzo tempo Kinos viene punito con un 2+2 (gancio e gomitata) regalando 4 minuti di superiorità al Fassa. I trentini ci proveranno in tutti i modi ma falliranno tutte le occasioni, complici un paio di parate di Szuper. Nel proseguimento verranno puniti anche Laurila e Topatigh, ma anche in queste situazioni di inferiorità l’Asiago riesce a difendere la rete di vantaggio.

All’ultimo minuto Silfwerplatz si fa spedire in panca puniti, nonostante questo il Fassa preme gli stellati nel proprio terzo difensivo. Al 19.41 arriva la rete ladina dell’ex Gianluca Tomasello che agguanta un sorprendente quanto insperato pareggio.

In sostanza si è visto un Asiago che ha dominato nei primi due tempi mentre nel terzo, complice un calo fisico e mentale dei giallorossi, è stato il Fassa a creare le azioni più pericolose.

La Supermercati A&O Asiago torna in campo Giovedì quando, sul ghiaccio dell’Odegar, arriverà il Cortina.

 

Fassa-Asiago 4-4 (1-3, 1-1, 2-0)

 

Marcatori: 03.27 Bortolussi (Cirone, Parco) in sup. num., 07.48 Topatigh (Iannone, Parco), 09.17 Topatigh (Cirone, Kinos), 15.45 Wikstrom (Locatin, Viinikainen) in sup.num., 27.25 Cirone (Ricci), 29.30 Tomasello (Soracreppa, Felicetti), 45.34 Viinikainen (Molin, Locatin), 59.41 Tomasello (Wikstrom, Dantone).

Formazione Asiago: Lobbia, Szuper, Kinos, Laurila, Ricci, Rigoni F., Robinson D., Trevisani, Benetti, Bianchin, Bortolussi, Cirone, Frigo, Iannone, Mosele, Parco, Rigoni L., Robinson R., Topatigh.

Allenatore: Tony Martino

 

Formazione Fassa: Jensen, Rizzi, Dantone, Ganz, Kuznik, Marchetti, Silfwerplatz, Wikstrom, Zandegiacomo, Ciresa, Felicetti, Iori, Locatin, Molin, Piffer, Planchensteiner, Soracreppa, Tomasello, Turek, Viinikainen.

Allenatore: Lars Molin

 

Arbitri: Karl Pichler (Thomas Gasser e Danilo Tamiazzo)

 

Altre partite: Cortina - Bolzano 4-0, Milano - Alleghe 3-5, Val Pusteria - Renon 4-4.

Classifica: Milano 54, Alleghe 46, Renon 43, Cortina 43, Asiago 42, Bolzano 36, Val Pusteria 29, Fassa 19.

 

In allegato foto di Lucio Topatigh realizzata da Paolo Basso.

 

Ufficio Stampa Asiago Hockey AS

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl