Comunicato Stampa Supermercati A&O Asiago Hockey

Allegati

02/mar/2006 18.29.42 Asiagohockeyas Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 
 
SUPERMERCATI A&O ASIAGO HOCKEY

COMUNICATO STAMPA

 

 

La Supermercati A&O Asiago dopo un mese di “esilio forzato”, dovuto agli impegni olimpici, si ripresenta sul ghiaccio amico dell’Odegar con due novità:

Scendono infatti in campo il difensore Kyle Rossiter, come già annunciato, ed il giovane oriundo Nicholas Romano.

Kyle Rossiter, 25enne Canadese, ha discreti precedenti in AHL e ha, al suo attivo, 11 gettoni di presenza in NHL. Arriva dalla formazione Svedese del Kalpa Kuopio. E’ giunto sull’altopiano due giorni fa, in sostituzione di Jason Tessier. Rossiter viene schierato da coach Tony Martino in linea con Scott Ricci.

Nicholas Romano è il nuovo rinforzo della squadra che prenderà il posto di Ryan Robinson come Italo Under 22. Romano è nato a Montreal il 14 Aprile 1984 e può essere utilizzato sia come ala destra che come centro. E’ il nipote di Robert Romano, uno dei più forti portieri che l’Italia abbia mai avuto. E’ approdato in Italia nella scorsa stagione, giocando per il Pontebba. In questa stagione ha difeso i colori dei Torino Bulls mettendo a segno 48 punti (22+26) in 38 partite. Tony Martino lo schiera come centro nella linea di Jordan Bianchin e Luca Rigoni. In casa Asiago rientra anche Jon Pittis.

Il Cortina si presenta all’Odegar al gran completo, schierando anche i due nuovi acquisti: Il ceco con passaporto Svizzero Milan Blaha e lo Svedese Stefan Hellkvist, al suo debutto assoluto nella RBK hockey cup. I due giocatori hanno preso il posto di Robert Mulick (che però ha già firmato il contratto con gli ampezzani per la prossima stagione) ed il deludente Svedese Peter Ekelund.

 

Inizio fulminante degli ospiti che dopo 1.41 arrivano alla rete con Dino Grossi che sfrutta un’indecisione difensiva ed infilza Szuper nel “sette” di destra. Un minuto dopo è ancora l’oriundo a mettersi in mostra nel terzo offensivo, ma la difesa fa buona guardia.

Al 6’ gli ampezzani possono usufruire della prima superiorità numerica della serata (fuori Bianchin). Durante i successivi due minuti l’occasione più ghiotta capiterà, però, nella stecca di Jason Cirone autore di un ottimo giro porta che si conclude con un nulla di fatto.

Al 13’ grande conclusione ravvicinata di Jan Hammar, sulla quale Szuper compie un autentico miracolo. Un solo minuto più tardi, l’Asiago perviene al pareggio con John Parco che, dalla destra, riesce a gonfiare la rete alle spalle di Szuper.

Neanche il tempo di gioire ed il Cortina ristabilisce le sorti dell’incontro con la rete di Francesco Adami che approfitta di una disattenzione difensiva.

A poco meno di due minuti dalla fine del primo drittel l’Asiago gode di un powerplay (fuori Ciglenecki). In situazione di superiorità gli altopianesi si renderanno pericolosi solo sul finale quando l’ex Gigi Da Corte blocca un ottimo fraseggio tra Parco e Bortolussi. Pochi secondi dopo è ancora John Parco a provarci ma Gravel respingerà di gambale. Il primo tempo si chiude sul 2 a 1 in favore degli ospiti.

 

Al rientro in campo l’Asiago, che può usufruire dei residui 30 secondi di powerplay, riesce a cogliere il pareggio con Darcy Robinson che dalla blu fulmina Gravel tra le gambe.

Due minuti più tardi è il Cortina a poter giocare il powerplay (fuori Ricci): gli ampezzani impostano subito il diamante della superiorità e si rendono immediatamente pericolosi: Grossi coglie il palo mentre sulla ribattuta, Gordon, a porta sguarnita, non riesce a ribadire il disco a rete permettendo a Szuper una parata di stecca.

A ridosso del giro di boa del secondo tempo, due penalità ravvicinate (Bianchin e Robinson) permettono al Cortina di giocare un minuto di doppia superiorità numerica e due minuti di superiorità “semplice”. Per gli Ampezzani tanto giro di disco e solo qualche conclusione da lontano, per Szuper si tratta di ordinaria amministrazione.

Al 14’ grandi conclusioni di Trevisani e Robinson su cui Gravel si mostra pronto.

Tra il 15’e il 16’ vengono mandati in panca puniti Topatigh e Gordon. Nel successivo 4 contro 4 l’Asiago passerà a condurre con Jason Cirone che ribadisce a rete una staffilata di Laurila. Neanche quindici secondi e lo stesso Jason Cirone trova nuovamente la via del goal nel più classico degli schemi: Parco scende sulla destra e serve al centro il numero 34 Asiaghese, il quale non deve fare altro che ribadire a rete. Il Cortina è alle corde e sembra poter capitolare una terza volta, ma proprio al limite minimo della parabola discendente, l’ex Giorgio De Bettin mette a segno una marcatura che da nuovo coraggio agli uomini di Nilsson e riapre i giochi. Sul risultato di 4-3 si chiude il secondo tempo.

 

Il terzo drittel vede il Cortina precipitarsi in avanti alla disperata ricerca del pareggio. Ci prova subito Hammar ma Szuper è attento. Sulla ripartenze è l’Asiago a cercare la rete che chiuderebbe, definitivamente, i giochi ma Gravel nega la gioia al solito Cirone.

Il Cortina arriva vicino alla marcatura con il canadese Rhett Gordon che, per ben due volte, tenta di infilare senza successo Szuper. Un solo minuto più tardi il portiere Stellato capitolerà sotto i colpi di Giorgio De Bettin che nota il traffico davanti alla gabbia e ne approfitta per insaccare nell’angolino alto di destra.

Al 12.20 Szuper induce Blaha, che si trovava solo davanti al portiere Asiaghese, all’errore e 4 minuti più tardi neutralizza l’ultimo sussulto degli scoiattoli ad opera di DeBettin.

Al 17.19 arriva la rete del vantaggio Asiaghese: Iannone recupera un disco vagante a centro campo, passaggio a Parco che si invola verso la porta di Gravel e con una giravolta lo infila per la quinta volta.

Il Cortina tenta la carta dei sei uomini di movimento negli ultimi 80 secondi, ma l’incontro si chiude sul 5-4 per la squadra di casa.

Ora l’Asiago ha superato in classifica il Cortina e si mantiene nella scia del Renon (che ha vinto 4-1 con il Milano). Il prossimo impegno della Supermercati A&O Asiago è previsto per le 20.45 di Sabato 4 Marzo contro il Val Pusteria.

 

Asiago-Cortina 5-4 (2-2, 2-1, 1-1)

Marcatori: 1.41 Grossi (Signorotti), 14.23 Parco (Cirone, Trevisani) in sup. num., 15.51 Adami Fr. (Grossi, Menardi), 20.35 Robinson (Cirone) 36.39 Cirone (Laurila), 36.54 Cirone (Parco, Trevisani), 38.16 De Bettin (Blaha, Hellkvist), 48.26 De Bettin (Hammar, Casparsson), 57.19 Parco (Iannone, Pittis).

 

Formazione Asiago: Szuper, Lobbia, Kinos, Laurila, Ricci, Rigoni F., Robinson, Rossiter, Trevisani, Benetti, Bianchin, Bortolussi, Cirone, Frigo, Iannone, Parco, Pittis, Rigoni L., Romano, Topatigh. Allenatore: Tony Martino

 

Formazione Cortina: Gravel, Alberti, Bernardi, Casparsson, Ciglenecki, Da Corte, Signoretti, Adami Fe., Adami Fr., Blaha, De Bettin, Gordon, Grossi, Hammar, Hellqvist, Hult, Menardi, Stevanoni. Allenatore: Rolf Nilsson

 

Arbitri: Giorgio Moschen (Andrea Moschen e Aldo Alfi)

 

Altre partite: Alleghe - Val Pusteria 5-5, Bolzano - Fassa 2-4, Ritten Sport - Milano 4-1.

Classifica: Milano 54, Alleghe 47, Renon 45, Asiago 44, Cortina 43, Bolzano 36, Val Pusteria 30, Fassa 21.

 

In allegato foto di Jason Cirone realizzata da Paolo Basso

Ufficio Stampa Asiago Hockey AS

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl