Comunicato Stampa Supermercati A&O Asiago Hockey

Allegati

07/mar/2006 17.35.51 Asiagohockeyas Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 
 
SUPERMERCATI A&O ASIAGO HOCKEY

COMUNICATO STAMPA

 

 

Cala il sipario sulla regular season di questo 72° Campionato Italiano. La Supermercati A&O Asiago si è giocata sul ghiaccio di Bolzano la possibilità di iniziare il master round con un punto in più.

I giallorossi si presentano sul ghiaccio privi degli infortunati Maurizio Bortolussi e Giulio Scandella. In casa Bolzano, oltre alle annunciate assenze di Davide Mantovani e Christian Timpone, mancano anche Jorgen Rickmo e l’ex Martin Gendron che è ancora in attesa dei documenti necessari per l’esordio. Regolarmente in campo il lettone Grigorijs Pantelejevs. Coach Stromwall decide di schierare Gunther Hell a difesa della gabbia.

L’Asiago si fa subito aggressivo, tentando di capitalizzare la superiorità scaturita da un fallo di Johansson, ma gli “avanti” giallorossi non riescono a trovare il tocco vincente.

Poco più tardi è il Bolzano a poter usufruire dell’uomo in più, ma la superiorità si rivelerà sterile ed infruttuosa (solo un tiro, senza troppe pretese, di Enrico Dorigatti). Appena terminati i due minuti di inferiorità,il capo arbitro Pianezze commina altri due minuti all’Asiago (fuori Cirone) che, neanche in questo caso, rischierà più di tanto. Per vedere il primo tiro pericoloso della serata bisogna aspettare il 10’ quando Szuper pinza magistralmente un gran tiro dell’ex Florian Ramoser.

Passa un solo giro di lancetta ed è il Bolzano a presentarsi prepotentemente in avanti andando alla conclusione ravvicinata prima con Johansson e poi con Pantelejevs che non riescono a sorprendere Szuper.

Al 15’ gli altoatesini in Penalty Killing (fuori Ramoser) rischiano, in contropiede, addirittura di cogliere il vantaggio grazie alla conclusione di Dominic Forget. Il tempo si chiude a reti inviolate.

 

Al primo minuto del secondo tempo si sblocca il risultato con il nuovo arrivato, Grigorijs Pantelejevs, che raccoglie un disco ben giocato da Smith ed insacca alle spalle di Szuper.

Il Bolzano si fa più intraprendente e al 3.13 rischia il raddoppio con capitan Roland Ramoser. Al 4.24 viene inflitta una penalità ad Akerstrom da cui scaturirà la rete del pareggio Asiaghese siglata da Pittis: Tiro di Laurila da lontano, Jon Pittis se ne impossessa e nella mischia davanti a Hell riesce nell’intento di agguantare il pareggio.

La partita viene messa sul piano della velocità ed il Bolzano sembra avere la meglio. Al 7’ Florian Ramoser coglie il palo alla destra di Szuper. Continua lo show di Grigorijs Pantelejevs che all’8.33 fa tutto da solo ma sbaglia la conclusione a rete.

A ridosso del giro di boa Ramoser fallisce una ghiotta occasione con il disco che, a pochi metri dalla porta, chiedeva solo di essere spinto dentro. Al 32’ arriva la rete del nuovo vantaggio Bolzanino: Assolo di Buddy Smith che entra nel terzo ed appoggia per Grigorijs Pantelejevs che non può fare altro che ribadire a rete.

L’Asiago accusa il colpo e nei minuti successivi lascerà il ghiaccio al Bolzano che diventa assoluto padrone del gioco, cogliendo le reti in superiorità con Torbjorn Johansson (tiro da lontano) e Roland Ramoser (5 contro 3) che fissano il risultato sul 4-1.

 

Il terzo tempo inizia con l’Asiago in avanti nel tentativo di riaprire il match. Al 5.52 è Jon Pittis che prova a suonare la carica della riscossa siglando in power play la seconda rete stellata su passaggio di Kinos e con Topatigh a coprire Hell. Purtroppo l’illusione dura solo due minuti scarsi. Ci pensa Roland Ramoser, nuovamente in power play, a riportare a tre le reti di vantaggio per i padroni di casa: serie di passaggi dietro la porta tra Insam e Pantelejevs, quindi passaggio smarcante davanti alla porta dove Roland Ramoser ha solo dovuto ribadire a rete. L’Asiago sparisce dal ghiaccio e il Bolzano, al 12.19, sigla la sesta ed ultima rete della serata. Ad andare a segno è l’ex Leo Insam che insacca dalla distanza. Sul 6-2 si chiude, di fatto, la partita.

L’Asiago fallisce l’opportunità di giocare il master round a pari punti con il Cortina e avrà, quindi, l’obbligo di vincere almeno una partita in più rispetto ai rivali.

Il Milano partirà con un bonus di 18 punti, il Cortina con 15, Asiago con 14 e molto staccato c’è il Fassa che, di punti in dote, ne avrà solo 7. Il Master Round partirà Sabato mentre il calendario di questa fase verrà divulgato nelle prossime ore.

  

Bolzano - Asiago 6-2 (0-0, 4-1, 2-1)

 

Marcatori: 21.17 Pantelejevs, 25.58 Pittis in sup num., 32.55 Pantelejevs (Smith, Johansson) in sup. num., 36.45 Johansson (Smith) in sup. num., 39.41 Ramoser (Johansson, Insam) in doppia sup. num., 45.42 Pittis (Kinos, Trevisani) in sup. num., 28.09 Ramoser (Pantelejevs, Insam) in sup num., 52.19 Insam (Walcher Akerstrom).

 

Formazione Asiago: Szuper, Lobbia, Kinos, Laurila, Ricci, Rigoni F., Robinson, Rossiter, Trevisani, Benetti, Bianchin, Cirone, Frigo, Iannone, Mosele, Parco, Pittis, Rigoni L., Romano, Topatigh.

Allenatore: Tony Martino

 

Formazione Bolzano Hell, Muzzatti, Akerstrom, Alderucci, Avancini, Johansson, Purontakanen, Ramoser F., Chelodi, Dorigatti, Forget, Margoni, Pantelejevs, Peruzzo, Ramoser R., Smith, Walcher, Zisser.

Allenatore: Johan Stromwall

 

Arbitri: Claudio Pianezze (Fabrizio De Toni e Giulio Soia)

 

In allegato foto di Jon Pittis, autore di una doppietta, realizzata da Paolo Basso

 

Ufficio Stampa Asiago Hockey AS

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl