Comunicato Stampa Supermercati A&O Asiago Hockey

tiro viene respinto ma non trattenuto da Szuper, Adami si impossessa del disco e

Allegati

21/mar/2006 17.46.15 Asiagohockeyas Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 
 
SUPERMERCATI A&O ASIAGO HOCKEY

COMUNICATO STAMPA

 

Si chiude anzitempo la stagione della Supermercati A&O Asiago, che viene sconfitta dal Cortina per 4 a 3 (ultimo goal di Gordon a porta vuota) e fallisce, dopo 6 stagioni, l’accesso alle semifinali. Sei punti sono, infatti, un margine irrecuperabile in sole 2 partite.

Giallorossi sul ghiaccio, come annunciato, senza gli infortunati Giulio Scandella e Darcy Robinson mentre gli ampezzani devono rinunciare a Dino Grossi ed in extremis perdono anche lo Svedese Stefan Hellkvist.

Parte subito in salita il match per i giallorossi che subiscono dopo soli due minuti la prima penalità comminata dal capo arbitro Colcuc ai danni di Bianchin. Durante i successivi due minuti l’Asiago si difenderà bene, senza andare in affanno. La penalità ampezzana si rivelerà molto sterile. La conclusione più insidiosa arriva, subito dopo il rientro di Bianchin, dalla stecca di Signoretti che ci prova, senza successo, dalla blu.

Ristabilita la parità numerica l’Asiago incomincia a farsi vedere dalle parti di Gravel ed a giocare con tanta generosità.

Al 5’ gli altopianesi hanno la possibilità di provarci con l’uomo in più: il powerplay è molto buono e in questa situazione arrivano anche due pregevoli conclusioni dalla distanza ad opera di Cirone (coglierà solo il Palo) e Laurila (sul cui tiro tenterà il tap-in Cirone che non riuscirà ad indirizzare il disco nella porta sguarnita).

La partita continua a giocarsi nel terzo difensivo degli ospiti con l’Asiago che, al nono minuto, coglie il secondo palo della serata con Carter Trevisani che va al tiro dalla blu. Pochi secondi dopo ci proveranno anche Jason Cirone con un diagonale ben coperto da Gravel, e Lucio Topatigh che, tirando al volo, trova l’opposizione del portiere Quebecoise.

Il Cortina soffre l’inizio veemente dell’Asiago ed è costretto più volte a rifugiarsi in liberazione vietata.

Al 13.17 un parapiglia creatosi tra Iannone e Menardi fa scaturire la prima marcatura della serata: a Menardi vengono comminati 2 minuti, mentre a Iannone 2+2. Al 14.38 con l’uomo in più il Cortina va alla conclusione con Blaha, il cui tiro viene respinto ma non trattenuto da Szuper, Adami si impossessa del disco e lo serve a Giorgio De Bettin, che insacca. L’Asiago accusa il colpo e non guida più il gioco come faceva in precedenza.

Gli unici lampi dopo la marcatura arrivano da Jon Pittis e Pat Iannone ma entrambi trovano l’opposizione di Gravel.

Sfruttando uno scampolo di superiorità il Cortina va al tiro con Blaha, ma la conclusione termina a lato del palo.

In apertura di secondo tempo i giallorossi sfiorano la marcatura con Iannone che si avventa su un disco tirato da Rossiter ma respinto da Gravel.

Al 25’ con Pittis in panca il Cortina ci prova con DeBettin e Signoretti. L’Asiago cala e il goal del raddoppio è nell’aria. Infatti, la seconda rete della serata arriva al 29.47 quando un solissimo Milan Blaha segna a seguito di un giro porta.

A cavallo del giro di boa del periodo l’Asiago si trova ad usufruire un minuto di doppia superiorità numerica ed un ulteriore minuto di superiorità semplice. I giallorossi non si renderanno pericolosi.

Al 35’ Laurila, solo davanti a Gravel, si vede negare la gioia della marcatura. Sulla ripartenza Jan Hammar va in contropiede ed insacca, per la terza volta, alle spalle di Levente Szuper.

In chiusura di tempo i giallorossi, colpiti nell’orgoglio, si riportano sotto.

Al 36.50 va in rete Topatigh che insacca un tiro di Pittis, ribattuto ma non trattenuto da Gravel. Un solo minuto e mezzo dopo è John Parco a segnare una rete “capolavoro”: l’oriundo si trovava dietro porta, pattinando all’indietro si porta a tu per tu con Gravel e con un rovescio rasoghiaccio sul secondo palo insacca la rete del 3-2.

Su un mancato aggancio di Luca Rigoni in prossimità dello slot, si chiude il secondo periodo.

Il terzo tempo si apre con l’Asiago, arrembante, alla ricerca del pareggio. Ci provano Iannone e Trevisani che non riescono ad andare a segno. Inizia, però, un momento di grande pressione del Cortina che schiaccia gli stellati nel loro terzo difensivo, ma Szuper si dimostra all’altezza della situazione. Il periodo buono del Cortina dura fino al 53’ minuto quando l’Asiago si risveglia grazie ad un powerplay molto ben giocato, come al 53.20 quando Parco, liberissimo, tira da due passi ma Gravel compie uno dei suoi miracoli. Subito dopo è Cirone che, liberato da Parco, tira fuori di un nulla. Proprio grazie a questa continua pressione arriva il goal del pareggio: Bianchin, in inferiorità numerica, libera Jason Cirone che, davanti a porta, devia a rete. L’Asiago a questo punto ci crede e continua una pressione asfissiante nel terzo offensivo, ma altrettanto sterile. A pochi secondi dalla fine Martino, conscio che un pareggio richiederebbe un parziale goal migliore di 8 reti rispetto al Cortina, gioca la carta dell’uomo di movimento in più, togliendo Szuper. La beffa arrivava al 59.59 con l’Empty Net goal di Rhett Gordon che pone fine alla stagione stellata.


Asiago-Cortina 3-4 (0-1, 2-2 1-1)

 

Marcatori: 14.38 De Bettin (Adami F.), 29.47 Blaha (Da Corte, De Bettin), 35.30 Hammar (Hult, Adami F.), 16.50 Topatigh (Pittis, Bortolussi) in sup. num., 18.29 Parco (Pittis, Cirone) in sup. num, 34.51 Cirone in inf.num, 39.59 Gordon a porta vuota.

 

Formazione Asiago: Szuper, Lobbia, Kinos, Laurila, Ricci, Rigoni F., Rossiter, Trevisani, Benetti, Bianchin, Bortolussi, Cirone, Frigo, Iannone, Mosele, Parco, Pittis, Rigoni L., Romano, Topatigh.

Allenatore: Tony Martino

 

Formazione Cortina: Gravel, Alberti, Bernardi, Boldo, Casparsson, Ciglenecki, Da Corte, Signoretti, Zandonella, Adami Fe., Adami Fr., Blaha, De Bettin, Gordon, Hammar, Hult, Menardi, Stevanoni.

Allenatore: Rolf Nilsson

 

Arbitri: Glauco Colcuc (Christian Gamper e Alexander Waldthaler)

 

Altre partite - Gruppo A: Milano - Fassa 3-3, Gruppo B  Bolzano - Renon 1-4, Alleghe - Val Pusteria 6-3.

Classifica - Gruppo A: Milano 23, Cortina 21, Asiago 15, Fassa 11 Gruppo B: Alleghe 22, Renon 21, Bolzano 16, Val Pusteria 13


In allegato foto di Stefano Frigo realizzata da Paolo Basso.

 

Ufficio Stampa Asiago Hockey AS

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl