Comunicato Stampa Supermercati A&O Asiago Hockey

Dopo un solo minuto e mezzo Dantone viene spedito in panca puniti dal capo arbitro Colcuc; un cinico asiago capitalizza con Darcy Robinson costringendo Molin a sostituire Jensen con Baur.

04/ott/2006 00.10.00 Asiagohockeyas Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 
 
SUPERMERCATI A&O ASIAGO HOCKEY

COMUNICATO STAMPA

 

 

Parte nel migliore dei modi la stagione della Supermercati A&O Asiago che vince e convince tra le mura di casa dell’Odegar ottenendo quella vittoria che mancava dall’ormai lontano 2 Marzo. Stellati che sfoggiano una nuova divisa in quanto la ‘casalinga’ maglia rossa ha lasciato spazio alla gialla, tornata dopo un solo anno di pensione.

 

La partita nel suo inizio non riserva particolari emozioni a parte una conclusione ravvicinata di Tomasello che però non crea problemi alla retroguardia Asiaghese.

Al 5.16 un ostruzione di Iori regala i primi due minuti di superiorità numerica all’Asiago: per gli stellati molto pressing ma nessuna conclusione pericolosa le quali però arrivano per i ladini con Felicetti e Tomasello vicinissimi alla marcatura.

La rete arriva all’8.23 quando Sylvain Deschatelets da posizione ravvicinata segna ad un Asiago in inferiorità numerica (fuori Iannetta).

Neanche il tempo di gioire e gli altopianesi ottengono subito il pareggio con Michele Ciresa che a tu per tu con Jensen insacca il classico goal dell’ex.

Solo due minuti più tardi giallorossi ancora in rete grazie ad un goal fotocopia rispetto al precedente con John Parco lesto a battere Jensen.

Il decorso della partita si fa piacevole grazie a delle buone giocate di entrambe le squadre. Al 13’ l’Asiago sfiora la marcatura con Pittis e Ciresa; il primo solo davanti alla porta ladina perde l’attimo e conclude contro il portiere mentre l’ex Ciresa con il suo tiro lambisce il palo.

Nel finale di tempo una penalità di due minuti a Vellar e un 2+2 all’ex Laurila sbilanciano le squadre; il Fassa non si rende incisivo mentre l’Asiago arriva alla marcatura con un tiro dalla blu di Matthew Iannetta.

L’Asiago continua a presentarsi in avanti anche in apertura di tempo sfiorando la marcatura al 39 secondo con Vellar e un minuto più tardi con Surma che sbaglia a porta sguarnita.

Dopo un solo minuto e mezzo Dantone viene spedito in panca puniti dal capo arbitro Colcuc; un cinico asiago capitalizza con Darcy Robinson costringendo Molin a sostituire Jensen con Baur. Stellati che tentano di mettere K.O. un Fassa apparentemente lento e poco reattivo; si avvicinano alla marcatura Mosele (2 volte), Cipruss e Rodeghiero: particolarmente pregevole è l’azione del numero 33 Asiaghese che, dopo essersi smarcato, conclude da posizione defilata contro il portiere Dobbiacense.

Il Fassa si ripresenta in avanti a partire dal 12’ quando un serie di penalità coincidenti (due ai danni di Vellar, Forster, Robinson) costringono l’Asiago a giocare con l’uomo in meno fino alla fine del periodo. Al 36’ arriva la marcatura di Rudy Locatin anche se, vista la pericolosità delle conclusioni di Felicetti, Laurila e Tomasello, il parziale sarebbe potuto essere molto più pesante.

In chiusura di tempo ed in inferiorità numerica l’Asiago si fa avanti con Ciresa che non riesce ad insaccare un buon disco recuperato in zona d’attacco da Pittis.

 

Nel terzo tempo ladini sembrano aver preso le redini del gioco tentando la marcatura con Felicetti il quale sbaglia a tu per tu, ma raggiungendola poco dopo con Jan Bohac.

Proprio nel momento migliore dei Trentini, l’Asiago va in goal al 43.23 con Damian Surma, fino a quel momento apparso in ombra, che si smarca e trova la conclusione vincente.

Al 45’ ancora l’Asiago vicinissimo alla marcatura grazie ad un bellissimo fraseggio tra Ciprus-Surma-Benetti con quest’ultimo che conclude a lato.

Una penalità ai danni di Forster sbilancia ulteriormente in avanti il baricentro dei Ladini che però non riescono a destare particolari grattacapi a D’Alessandro eccezion fatta per un’insidiosa conclusione di Deschatelets.

La partita continua all’insegna dell’equilibrio con entrambe le squadre a rendersi pericolose in prossimità delle porte avversarie. L’occasione più nitida è sulla stecca di Jan Bohac che si vede negare la gioia del goal da un’ottima parata di D’Alessandro.

Al 56.55 il Fassa tenta il tutto per tutto togliendo Baur per tentare di recuperare due marcature. A porta vuota Benetti trova il palo mentre Parco insacca la rete del definitivo 6 a 3.

La Supermercati A&O Asiago giocherà nuovamente Sabato 7 a Renon mentre il ritorno tra le mura casalinghe è previsto per Martedì 10 quando all’Odegar arriveranno i neopromossi del Pontebba

 

 

Asiago-Fassa 6-3 (3-1, 1-1, 2-1)

Marcatori: 8.23 Deschatelets (Russel, Felicetti) in sup. num., 9.05 Ciresa (Parco, Pittis), 11.12 Parco (Pittis, Ciresa), 19.27  Iannetta (Ciresa) in sup.num., 22.15 Robinson (Iannetta, Pittis) in sup.num, 36.06 Locatin (Tomasello, Russell) in sup. num., 41.50 Bohac (Tomasello), 43.23 Surma, 58.51 Parco a porta vuota

 

Formazione Asiago: D’Alessandro, Lobbia, Ambrosi, Forster, Iannetta, Leinweber, Robinson, Rossi, Testa, Vellar, Benetti, Cipruss, Ciresa, Mosele, Parco, Pittis, Rodeghiero, Roffo, Surma, Tessari M.,Tessari N.

Allenatore: Enio Sacilotto

 

Formazione Fassa: Jensen, Rizzi, VanHoof, Kuznik, Ganz, Dantone, Marchetti, Zandegiacomo, Laurila, Iori, Piffer, Locatin, Planchensteiner, Felicetti, Russel, Demetz, Soracreppa, Deschatelets, Tomasello, Costantino, Stevanoni, Bohac

Allenatore: Lars Molin

 

Tiri Asiago: 30 (10, 14, 6)

Tiri Fassa 43 (13, 15, 15)

 

Penalità Asiago: 26 (4, 8, 14)

Penalità Fassa: 10 (6, 4, 0)

 

Arbitri: Colcuc (Waldthaler e Gamper)

 

Altre Partite: Pontebba-Alleghe 6-4, Bolzano-Val Pusteria 7-3, Cortina-Renon 5-2

 

Ufficio Stampa Asiago Hockey AS

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl