Comunicato Stampa Bassano Hockey & Skating

Quintetto iniziale - Nicola Comin, Gaetano Marozin, Giovanni Zen,

15/set/2003 02.06.24 Stefano Zamperin Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

COPPA  DI   LEGA  A2 / B

HOCKEY THIENE - BERTI AUTO BASSANO HOCKEY & SKATING = 5-5   (1°T: 1-2 - 2°T: 4-3)
Arbitro:
Farronato
Formazione Bassano Hockey & Skating: Quintetto iniziale - Nicola Comin, Gaetano Marozin, Giovanni Zen, Marco Tonellotto, Manolo Stella; Sostituzioni: 10' Andrea Chemin, 15' Davide Vanzo, 18' Marco Cruneri, 25' Andrea Dal Zotto
Marcatori Bassano Primo tempo: 8' Marco Tonellotto (Bassano), 22' Gaetano Marozin (Bassano)
Marcatori Bassano Secondo tempo: 9' Gaetano Marozin (Bassano), 16'30" Gaetano Marozin (Bassano), 19' Giovanni Zen (Bassano)
Cartellini gialli: 6' Manolo Stella (Bassano), 11' Gianluca Marchioretto (Thiene), 13' Diego Della Giustina (Thiene), 16' Marco Tonellotto (Bassano), 16' Roberto Sari (Thiene) - Cartellini Blu: 20' Diego Della Giustina (2 minuti)


A THIENE ESORDIO DEL BERTI AUTO COL PAREGGIO

Esordio piu' che positivo della seconda squadra di Bassano in questa prima competizione dell'anno, la Coppa di Lega A2/B. Un pareggio amaro per come è arrivato, con qualche disattenzione di troppo nei 180 secondi finali, che hanno compromesso la leadership del girone numero 6.
Mirko De Gerone mette in pista il miglior quintetto disponibile nella lunga rosa giallorossa: Nicola Comin tra i pali, Gaetano Marozin e Manolo Stella nel reparto arretrato, Giovanni Zen e Marco Tonellotto in quello offensivo.
Al quinto minuto di gioco il primo episodio della partita, quando in una furibonda mischia a centro area l'arbitro Farronato indica senza appello il rigore, segnato facilmente dall'ex giallorosso Davide Mendo, che fulmina il neoacquisto Nicola Comin. La reazione del giovane team dello Skating non si fa attendere e all'ottavo Marco Tonellotto, tra l'altro febbricitante da due giorni, insacca una pallina vagante, su una corta respinta del portiere Ronzani provocata dalla bomba di Zen. La paura prevale tra le due squadre e sono evidenti in entrambe le squadre gli schemi ancora pionieri che dovranno essere approfonditi e migliorati nel prossimo mese di preparazione. L'Hockey Thiene è molto piu' navigato e nei primi 15 minuti sfrutta ogni errore a centrocampo del Berti Auto, sfiorando parecchie volte la stoccata vincente davanti al portiere giallorosso. De Gerone fa girare tutta la rosa a sua disposizione: gli ex juniores Andrea Chemin, Davide Vanzo e Marco Cruneri. Con l'entrata di quest'ultimo al 18', ragazzo dell'85 ancora Juniores, e il radarman Gaetano Marozin, la difesa diventa impenetrabile, pescando ogni disattenzione degli avversari per ripartire in veloce contropiede. Proprio Manolo Stella al ventiduesimo ruba pallina in difesa e in un meraviglioso passaggio al centro trova prontissimo l'ottimo Gaetano Marozin che segna di prima intenzione sotto la traversa.
La ripresa è ancora segnata dalla manovra bassanese, rischiando il doppio vantaggio gia' dopo cinque minuti con un'incredibile sintonia tra Stella e Marozin in triangolazione. Il Thiene nell'azione successiva pasticcia a porta libera ma l'arbitro Farronato segnala un rigore dubbio per una mischia irregolare: Davide Mendo questa volta dai 5 metri manda la pallina sopra la traversa su ottima copertura del nuovo portiere Andrea Dal Zotto. Ma il pasticcio della difesa bassanese arriva dopo una manciata di secondi, e ancora Mendo ha tutta la possibilita' di segnare di prima a porta sguarnita (2-2). 30 secondi dopo Giovanni Zen scheggia la traversa in contropiede. La partita diventa interessante e imprevedibile con numerosi cambi di fronte da entrambi le parti. Gaetano Marozin, il "man of the match", è irresistibile al nono minuto con una doppia conclusione che stordisce i riflessi di Cattelan (3-2); si ripete all'undicesimo con un rovescio che stordisce pero' solo il palo. Non ancora pago della superprestazione al sedicesimo minuto segna la tripletta in un ottimo schema triangolare su punizione di Vanzo-Zen-Marozin (4-2). I gialloblu sono confusi e Giovanni Zen al 19' ci riprova dalla distanza trovando un buco sotto l'incrocio della porta di Fabio Cattelan (5-2). E' l'apoteosi Skating, con un Thiene appena retrocesso dall'A1 incredulo alla virtuale cocente sconfitta. L'enfasi di una vittoria inaspettata provoca uno squarcio in difesa nei 180 secondi finali; poi ci si mette anche la sfortuna con l'infortunio leggero dell'indispensabile Manolo Stella. I gialloblu ci credono piu' di qualunque altra squadra nella stessa situazione e segnano un break di 2 gol in 15 secondi che taglia le gambe ai distrutti Marozin e Cruneri. Gli avversari sostenuti da un buon pubblico mettono in panico Dal Zotto & co. e ad un minuto dalla sirena in contropiede raggiungono il pareggio dopo 120 secondi di pressione asfissiante. Finisce affanosamente per il Berti Auto con un primo punto in classifica, ma con l'amaro in bocca di quello successo negli ultimi minuti della partita, che pero' non cancella l'ottima intesa gia' instaurata tra i nuovi arrivati, l'ormai collaudata ex Juniores e il coach Mirko De Gerone.

Prossimo appuntamento del Berti Auto Bassano Hockey & Skating, Sabato 27 Settembre 2003 al PalaHockey di Breganze (Vicenza) contro l'Amatori Breganze di Serie B.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl