Emisfero Ipermercati Asiago - Comunicato stampa 'Serie A'

Stanley è nato il 18 Giugno 1979 a Parry Sound (Ontario, Canada): "Parry Sound è la città natale del famoso difensore Bobby Orr - afferma il giocatore - quindi l'hockey è alla base della nostra piccola realtà" Infatti, Stanley inizia a pattinare e ad armeggiare con disco e bastone fin dalla giovane età di 2 anni mentre per assistere al suo esordio in partita bisogna attendere il compimento dei 4 anni.

25/lug/2007 13.10.00 Asiagohockeyas Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
EMISFERO IPERMERCATI ASIAGO HOCKEY

COMUNICATO STAMPA 'SERIE A'

 

E’ il centro Chris Stanley il primo rinforzo della Emisfero Ipermercati Asiago.

Stanley è nato il 18 Giugno 1979 a Parry Sound (Ontario, Canada): "Parry Sound è la città natale del famoso difensore Bobby Orr - afferma il giocatore - quindi l’hockey è alla base della nostra piccola realtà"

Infatti, Stanley inizia a pattinare e ad armeggiare con disco e bastone fin dalla giovane età di 2 anni mentre per assistere al suo esordio in partita bisogna attendere il compimento dei 4 anni.

L’esordio nell’hockey che conta, invece, avviene nella stagione sportiva 1996/97 quando Chris viene draftato in Ontario Hockey League dai Belleville Bulls con i quali permane per 4 stagioni raccogliendo un bottino di 103 reti e 135 assist in 291 incontri.

Durante la sua permanenza nella ex squadra della bandiera stellata John Parco, arriva anche l’emozione del draft NHL: nel 1997 viene scelto dai Vancouver Canucks al 4° giro come 90° assoluto.

Nella stagione 1998/99, invece, vive l’emozione di alzare al cielo la J. Ross Robertson Cup per aver vinto i playoff della lega.

Oltre a questo sono di prim’ordine anche i risultati accademici: Chris guadagna il titolo di ‘Scolastic player’ della sua formazione per ben tre anni consecutivi (1996-97, 1997-98 e 1998-99)

Raggiunta l’età massima per competere nella OHL prende una decisione ‘insolita’, ovvero quella di andare all’università rifiutando alcune proposte di squadre professionistiche: “Quell’anno ho deciso di andare all’università per avere una scolarizzazione che non avrei potuto avere diventando professionista; la scelta di andare all’università è stata molto importante per me e per la mia famiglia e credo sia stata la decisione più giusta che io abbia mai preso” rivela il giocatore.

L’università scelta da Chris è la Dalhousie e la squadra di riferimento è quella dei ‘Tigers’ (formazione militante nella Canadian Interuniversity sport) con i quali gioca per 4 stagioni segnando 61 reti e servendo 98 assist in 111 incontri.

Le statistiche sono ottime ma lo sono ancor di più i riconoscimenti che ottiene nelle varie annate:

Nel 2000/01 viene eletto miglior esordiente dell’anno; nella stagione 2001/02 entra per la prima volta nell’all stars team canadese, obiettivo che raggiungerà anche nelle due successive annate; nel 2002/03, invece, ottiene il titolo di capocannoniere della sua squadra; nel 2003/04, infine, oltre ad essere insignito del ruolo di capitano della sua squadra, è il primo giocatore della storia della sua squadra a vincere il premio come miglior giocatore della lega guadagnando anche la nomina ad atleta dell’anno di tutto il circuito CIS. Inoltre conquista la vetta della classifica marcatori della lega e vince il Godfrey Award riservato ai giocatori che eccellono cosi in campo come nella scuola. Questa sarà anche la stagione della prima storica medaglia, seppur di bronzo, della sua università.

Finita l’esperienza universitaria si spalancano le porte del professionismo: Chris si accasa nei Las Vegas Wranglers (ECHL) con i quali gioca per due stagioni segnando 40 reti e servendo 42 assists in 125 partite.

Nella stagione 2006/07 Chris decide di tentare l’avventura Europea firmando per gli Heilbronn Falcons, formazione facente parte della Oberliga tedesca, i numeri sono da record: 50 reti e 51 assists in 61 partite che valgono il titolo per la squadra e il titolo di capocannoniere per Chris.

Stanley, grazie alle sue misure (1.89m di altezza per 96kg di peso), potrà tornare utile per dare ulteriore peso all’attacco stellato

Il giocatore commenta in questo modo il suo approdo ad Asiago: “Sono molto contento di aver firmato per una grande squadra come l’Asiago; ho parlato con alcuni amici che hanno giocato nell’altopiano e mi hanno parlato tutti bene del paese e dell’organizzazione. Sono felice di avere l’opportunità di giocare in una lega come quella italiana; mi aspetto molto da me stesso per questo anno, spero di aiutare la squadra a tornare al vertice del campionato e magari di vincere, in futuro, il campionato.”

Questo il giudizio tecnico del DS Renato Tessari: “Dalle informazioni che abbiamo possiamo dire che è un giocatore molto simile a Jason Cirone: non spettacolare ma molto concreto nei pressi della porta avversaria. E’ molto bravo sia difensivamente sia negli special team. Inoltre è uno specialista degli ingaggi in quanto, durante l’ultima stagione, ha fatto registrare una percentuale maggiore del 90%

 

Michele Berardi

Ufficio Stampa Asiago Hockey AS

 

 

 

Asiago Hockey As

Via della stazione, 1

36012 Asiago (Vi)

Tel. 0424/64580 - Fax. 0424/463480

www.asiagohockeyas.com

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl