Comunicato Stampa CRV - Treviso e Padova si mangiano le Kinderiadi 2010

19/apr/2010 16.08.59 Ufficio Stampa FIPAV Veneto Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

Treviso e Padova si mangiano le Kinderiadi 2010

Chiuso in festa nello splendido teatro del PalaTurismo di Jesolo il Trofeo delle Province Venete.

 

 

Jesolo è stata nel fine settimana capitale della pallavolo giovanile regionale con l’edizione 2010 del Trofeo delle Province Venete abbinato anche quest’anno al marchio Kinder-Ferrero nell’ambito del progetto nazionale della Fipav dal nome Kinderiadi. Una due giorni dal tempo alterno ha fatto da contorno alle gesta dei giovani dell’under 15 maschile e della ragazze dell’under 14 femminile delle sette province del Veneto con la tradizionale partecipazione della rappresentativa di Trento (nel maschile anche quest’anno era assente Rovigo che è stata sostituita da Bolzano).

L’evento è stato organizzato dal Comitato Regionale Fipav Veneto che si è fatto carico della gestione diretta dell’evento trovando nella Fipav Venezia e nelle società AGS srl, Union Volley, Pallavolo Fossalta e Volley Team San Donà un fondamentale contributo organizzativo.

Le rappresentative giunte nella serata di venerdì, sono subito entrate nel clima dell’evento prima del fischio d’inizio dei gironi di qualificazione della mattina dopo. Il programma del sabato è stato infatti dedicato tutto ai gironi di qualificazione con le sedici formazioni impegnate in un incontro al mattino e due al pomeriggio disputati negli otto impianti messi a disposizione dalle amministrazioni comunali di Jesolo, Eraclea, Noventa di Piave e San Donà. Alla sera, comunicato ufficiale della Commissione Gare alla mano, sono arrivate le conferme con la qualificazione alle semifinali della domenica mattina delle prime quattro rappresentative del ranking:  Padova, Venezia, Vicenza e Treviso nel maschile e Padova, Venezia, Vicenza e Verona nel femminile con quest’ultima che ha superato Trento quarta nel 2009 entrando in semifinale.

A senso unico le semifinali incrociate maschili. Padova detentrice del Trofeo, non ha avuto problemi nel fermare i parietà di Vicenza (25-9, 25-14) stesso punteggio ma con parziali leggermente diversi per Treviso che ha superato i padroni di casa di Venezia finalisti nella passata edizione (25-16, 25-18). Più combattute le semifinali femminili entrambe terminate al set di spareggio. Venezia nella replica della finalissima del 2009, ha rischiato grosso con Vicenza riuscendo a spuntarla solo nel vibrante 28-26 del terzo set (25-22, 23-25 gli altri due parziali). Nell’altra semifinale, Padova dopo aver perso sul filo di lana il primo set (26-24) ha ripagato con la stessa moneta la compagine di Verona (28-26) andando a vincere poi con maggior decisione il terzo set (25-17) e conquistando così la finalissima. Il mattino terminava con le semifinali e finali dalla terza all’ottava piazza lasciando per il pomeriggio lo spettacolo delle finali. Il PalaTurismo è tornato sette mesi dopo il successo mondiale pre juniores maschile della Serbia ad aprire le sue porte alla pallavolo. Numeroso il pubblico sugli spalti composto da genitori, amici e soprattutto tutte le altre formazioni protagoniste che ha fatto da cornice alle gesta delle quattro finaliste che hanno espresso un alto livello di gioco.

Nel maschile Treviso più completa nella costruzione e nella fase di chiusura del gioco ha tirato le fila laureandosi campione regionale con il 2-0 finale (25-18, 25-22). Treviso sei anni dopo il successo conquistato nel 2004, torna così sul gradino più alto del podio rompendo in parte quell’egemonia nell’albo d’oro segnata dalla selezioni di Padova e Vicenza entrambe con all’attivo 4 trofei.

Più entusiasmante la finale femminile soprattutto nel secondo set. Padova più concentrata e determinata, ha tenuto saldamente le redini del gioco nel primo parziale (25-14) per poi subire in maniera netta il gioco delle veneziane che si portavano sino al punteggio di 20 a 7.  Con la gara che sembrava destinata al set di spareggio, il black-out è passato dall’altra parte della rete con Padova che riusciva a chiudere la ricorsa sul 23 pari. Venezia ha provato per tre volte a chiudere il set ma è stata beffata con il 30-28 finale di Padova.  Grande gioia da una parte e delusione dall’altra per due province che da anni operano con costanza ed attenzione nel lavoro di selezione e qualificazione giovanile.

Padova con i Trofei under 14 (maschile e femminile) ed il secondo posto in under 15 maschile chiude il Trofeo delle Province 2010 migliorando il risultato del 2009 (titolo under 15 e under 14 maschile, terzo posto invece in under 14 femminile) ma di poco lontana dal tris del 2007. Un grande soddisfazione per una Provincia che soprattutto negli ultimi anni rimane per numeri e per qualità il punto di riferimento a livello regionale. Nella classifica finale da segnalare infine il miglior risultato di sempre per la selezione di Belluno giunta al quinto posto.

 

 

FEMMINILE

 

MASCHILE

1

Padova

 

Treviso

2

Venezia

 

Padova

3

Verona

 

Venezia

4

Vicenza

 

Vicenza

5

Treviso

 

Belluno

6

Trento

 

Bolzano

7

Belluno

 

Verona

8

Rovigo

 

Trento

 

Grande festa nella cerimonia di premiazione con schierate tutte le protagoniste con i tecnici e dirigenti, gli arbitri e la presenza di numerose autorità tra cui l’Assessore allo Sport di Jesolo Andrea Boccato in rappresentanza del Sindaco Francesco Calzavara, il presidente di Jesolo Turismo Alessandro Martin, l’Assessore allo Sport della Provincia di Venezia Raffaele Speranzon, il presidente del Coni regionale Gianfranco Bardelle, il presidente del Coni di Venezia Renzo De Antonia, il tenente colonnello Marco Giusti del 51° Stormo dell’ Aereonautica militare, Rosa Maistrello consigliere nazionale della FIPAV oltre ai vertici della Fipav Veneto guidata dal presidente regionale Adriano Bilato ed i presidenti e delegati dei vari comitati provinciali. Per la prima volta le prime tre classificate sono state celebrate su un podio lungo 24 metri che ha reso così ancor più magico il momento della premiazione. Un premio e ringraziamento consegnato dal FAR Raffaele Sassone è andato ai 16 arbitri regionali presenti che per due giorni hanno diretto le 36 gare.

A Sebastiano Milan della selezione di Treviso e Laura Grigolo della selezione di Venezia sono andati i premi MVP come miglior giocatore e giocatrice della finale. Novità di questa edizione è stata anche l’istituzione dei primi come miglior atleta del torneo assegnati a Riccardo Breda di Venezia e Anastasia Guerra di Padova. Per loro i buoni al Jump Camp, le maglie del Mondiale 2010 ed i palloni autografati dai campioni orogranata  Papi e Fei.

Per rivivere la due giorni con immagini e le parole dei protagonisti da mercoledì va in onda sul satellite, in analogico ed in streaming Zona Volley Veneto la rubrica televisiva condotta da Carlo Vettore.

 

 

Padova, 19 aprile 2010
Comunicato stampa n. 17/10
  


 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl