B1F Gir. A - Matia Ornavasso-Vigevano 3-0

A - Matia Ornavasso-Vigevano 3-0.

Persone Chieri, Castellanza, Giulia Ronchetti, Caterina Valdieri, Tiziana Mantegazza, Serena Moneta, Alessandro Sicurella, Andrea Alice, Fabio Ricci, Marco Bernardini, Michela Ganz, Eleonora Fuino, Angela Bocca, Sara Stellin, Matteo Azzini, Massimo Bellano, Sara Loda, Maria Chiara Gloder, Giulia Salvi, Silvia Bertaiola, Sara Perrone, Federica Tasca, Veronica Minati, Alessia Ghilardi, Valeria Pesce
Luoghi Torino, Vigevano, Ornavasso, Monza
Organizzazioni Florens Vigevano, Matia Ornavasso
Argomenti sport, pallavolo

30/ott/2011 00.13.15 Ornavasso volley Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Matia Ornavasso-Florens Vigevano 3-0 (25-23, 15-14, 25-14)

Matia Ornavasso: Moneta 14, Pesce 2, Albini, Ghilardi (L), Minati 13, Tasca 8, Perrone 5, Mossetti, Bertaiola 1, Salvi 11, Gloder (L2), Loda 8. All.: Massimo Bellano. 2°: Matteo Azzini.

Florens Vigevano: Rossi ne, Zaneboni, Stellin 5, Mercorillo ne, Ronchetti (L), Bocca 13, Fuino 2, Valdieri 7, Mantegazza 1, Ganz 5. All.: Marco Bernardini. 2°: Fabio Ricci.

Arbitri: Andrea Alice e Alessandro Sicurella di Torino.

 

ORNAVASSO - Una buona partenza, un passaggio a vuoto e poi via dritte fino alla vittoria. Le ragazze della Matia Ornavasso s’impongono 3-0 sulla Florens Vigevano e restano imbattute nel girone A di B1 femminile. Contro le pavesi l’imperativo era giocare con concentrazione senza sottovalutare l’avversario. Un compito riuscito, anche se nel primo set per un attimo s’era temuto diversamente.

In campo i due tecnici schierano le formazioni annunciate. Per le ossolane ci sono Valeria Pesce in palleggio e Veronica Minati opposto, Federica Tasca e Giulia Salvi centrali, Sara Loda e Serena Moneta ali, Alessia Ghilardi libero. Vigevano replica con Tiziana Mantegazza regista e Angela Bocca opposto, Eleonora Fuino (in campo con una vistosa maschera protettiva al naso) e Michela Ganz centrali, con le schiacciatrici Sara Stellin e Caterina Valdieri. Il libero è Giulia Ronchetti.

Partenza sprint delle Api. Valeria Pesce in battuta misura l'imprecisione di Vigevano e sospinge la Matia sul 6-0. La strada delle locali si fa in discesa e Angela Bocca evita che per Vigevano diventi una salita insormontabile. Il capitano è decisivo nel tenere a galla la sua squadra, che accorcia fino all'11-7, punteggio in cui improvviso arriva il blackout della Matia. Nel parziale di 7-1 con cui le pavesi sorpassano e arrivano sul 14-12 ci sono moltissimi demeriti delle padrone di casa, che commettono ben 6 errori tra attacchi fuori e falli. Bocca intanto firma il 18-14 e la Florens comincia a crederci. Sara Perrone entra per Pesce e va subito a segno. Poi Veronica Minati piazza l’ace ed è 17-19. Il pareggio s’avvicina e arriva a quota 21 con un muro di Perrone su Caterina Valdieri e dopo un buon attacco di Sara Loda. Bocca spara fuori l’attacco successivo e le ossolane tornano in vantaggio 22-21. Il finale è firmato sempre da Perrone (un punto in attacco e un ace) e Loda, marcatrice del 25-23 che vale l’1-0.

Con la mente più serena e dopo aver fiaccato la resistenza vigevanese, la Matia accelera e non si ferma più. Dal secondo set in poi le giallonere prendono in mano le redini dell’incontro, come dimostra il progressivo dei punteggi: 8-3, 15-7, 20-11, 25-14. Pesano, nel divario finale, le basse percentuali in ricezione della Florens, sia collettivamente (a fine gara 35% di squadra contro il 60 della Matia), sia individualmente (il libero Ronchetti a referto fa segnare solo il 19% nell’arco dei tre set). Le incertezze lombarde in ricezione nel secondo set vengono punite soprattutto da Minati, più volte a segno: a fine gara saranno suoi 5 dei 7 ace locali. A voler cercare il pelo nell’uovo, contro Vigevano alle Api è mancata un po’ di precisione in questo fondamentale, nel quale sono arrivati 9 errori evitabili.

Tornando alla cronaca, quella del terzo set è priva di notizie clamorose. Il copione proposto in precedenza si ripete: la Matia parte 9-3 e arriva a +8 sul 18-10, arrotondando ulteriormente fino al 25-14 finale. Negli ultimi scampoli di gara c’è spazio anche per Silvia Bertaiola, subito a segno con un muro. Nel secondo parziale era entrato in campo anche il secondo libero, la giovane Maria Chiara Gloder.

Il secondo impegno casalingo stagionale regala dunque alla Matia un altro successo da tre punti. E mentre sugli altri campi prosegue la marcia a punteggio pieno di Monza, Ornavasso insegue a un punto in compagnia delle outsider Castellanza e Chieri. Proprio le giovani torinesi, domenica prossima alle 18, saranno le prossime avversarie delle Api.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl