B1F A - La Matia Ornavasso riceve Asti

11/nov/2011 16.19.40 Ornavasso volley Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Dopo la sconfitta di Chieri, la Matia torna tra le mura amiche con l’obiettivo di riprendere a marciare. L’avversario che domani (inizio alle ore 21, arbitri Simona Fuso Nerini di Milano e Angelo Santoro di Varese) sale in Ossola è l’Asti di Vincenzo Rondinelli, che in classifica ha raccolto 5 punti in 4 partite (1 vittoria e 3 sconfitte) e che si trova a 3 lunghezze dalle giallonere. È una partita importante per entrambe le squadre, che si sono già affrontate nel precampionato al Torneo delle Sagre di Asti, quando nella “finalina” per il 3° posto le ossolane prevalsero 2-1.

A grandi linee Asti non si discosta troppo dalla squadra dell’anno scorso, anche se ha invertito alcune gerarchie, se ha perso qualche atleta e anche se, complici i tanti infortuni, in questo inizio di stagione ha dovuto subire importanti defezioni.

Sono stati confermati i due centrali Cristina Vinciarelli e Melanie Menardo. La prima, 31 anni, è una veterana e vanta un ricco curriculum tra serie A e B in squadre come Castellana Grotte, San Vito dei Normanni, Brindisi ecc… Due stagioni fa è stata una delle protagoniste, da titolare, della cavalcata trionfale di Crema, dominatrice della B1 girone A 2009/2010. Nello stesso reparto è stata data fiducia alla 19enne Menardo, prodotto del ricco vivaio del volley cuneese e dal 2009 a Asti. Il palleggiatore titolare è una novità solo in parte. Dopo aver scelto negli anni passati di affidarsi ad atlete esperte in quel ruolo, il ds Gianpolo Luisi ha puntato decisamente su Maria Luisa Cumino. Nata nel 1992 e cresciuta nel vivaio, frequenta la categoria ormai da due anni. Tornando alle defezioni annunciate poco prima, la più significativa è quella del capitano Enrica Borgna, schiacciatrice classe 1984 che da due anni continua a fare i conti con la sfortuna e con un ginocchio sul quale ha subito due gravi infortuni e sul quale sta lavorando per rientrare in squadra. In sua assenza il ruolo di titolare in posto-quattro l’aveva preso la giovane (è del 1993) Sara Cortelazzo, sfortunatissima perché vittima di un brutto infortunio al ginocchio dopo il primo attacco della prima partita, giocata in casa con Villa Cortese il 15 ottobre. La sua stagione è ormai finita e, quindi, spazio a un’altra baby, Camilla Dametto. Diciassette anni compiuti la settimana scorsa, viene da Giaveno, il club della sua città in cui è nata e cresciuta pallavolisticamente. Ha la stessa età anche l’opposto, Margherita Mascherini. Anche lei è una conferma. Reduce dall’esperienza dell’anno scorso, è un elemento in crescita ma che dà già garanzie. Non ha invece bisogno di presentazioni uno dei principali rinforzi arrivati in estate. Ventinove anni, da Casale Monferrato (l’ultimo anno a Vigevano, in precedenza a Roma e Cavazzale in A2, Novi e Casale in B1), Linda Giordana è una schiacciatrice di sostanza in attacco ma anche solida in ricezione, uno dei migliori elementi della categoria. Completa il sestetto il libero Alice Giampietri, classe 1995 prelevata in estate dal Valdimagra e destinata a raccogliere l’eredità di Linda Barbieri, la ragazza di Novi Ligure che in estate s’è accasata a Pavia, in A1. A guidare il gruppo astigiano c’è nuovamente, come da 10 anni a questa parte, Vincenzo Rondinelli, che del club biancorosso è ormai una colonna portante.

Nei quattro precedenti di campionato tra le due squadre si registrano 3 vittorie da 3 punti della Matia (di cui 2 su 2 in casa) e una, al tie break, astigiana.

Asti viene dalla convincente vittoria casalinga su Castellanza, che ha chiuso un ciclo di tre sconfitte aperto all’esordio con Villa Cortese (al quinto set e tra le mura amiche), proseguito a Vigevano (sempre al tie break) e che ha avuto come ultima tappa il 3-0 subito in casa con Chieri due settimane fa.

In casa giallonera è pressoché certa la defezione del centrale Silvia Bertaiola, che ha subito sabato scorso una distorsione alla caviglia e che non ha ancora ripreso a allenarsi.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl