B1F A - Presentazione Matia Ornavasso - Castellanza

18/nov/2011 19.06.56 Ornavasso volley Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Streghe contro Api, ancora una volta. È lungo l’elenco degli scontri diretti tra Castellanza e Matia Ornavasso. Tra Coppa Italia e campionato negli ultimi anni la sfida tra varesine e ossolane è andata in scena parecchie volte tra B2 e B1. Due match si sono giocati solamente negli ultimi due mesi, quando le formazioni allenate rispettivamente da Giordano Maiocchi e Massimo Bellano si sono affrontate nel primo turno di Coppa. In entrambe le occasioni il risultato è stato di 3-0 per la Matia. Quello di domani sera (a Ornavasso, inizio alle ore 21, con arbitri Pierpaolo Di Bari e Giuseppe De Simeis), però, è un match completamente diverso rispetto ai precedenti e non solo perché vale per il campionato e mette in palio punti importanti, ma anche perché arriva in un momento della stagione in cui gli allenatori hanno ormai ritirato il cartello “lavori in corso”. La fisionomia delle squadre e il gioco si vanno definendo e così Castellanza, che in Coppa aveva stentato proprio perché era ancora un laboratorio, dopo il rodaggio s’è ritrovata e ha dimostrato il suo valore.
In cinque giornate le neroverdi hanno finora marciato con un buon ruolino di marcia, infilando 4 vittorie e 1 sconfitta. Dopo un inizio così così con Villata (vittoria al tie break) Ballardini e compagne hanno vinto bene con Villa Cortese e Vigolzone, cadendo poi con Asti ma risollevandosi con il 3-2 inflitto al sorprendente Chieri, che due settimane fa ha dato un brutto dispiacere alle Api.
Castellanza sale dunque in Ossola sulle ali dell’entusiasmo per difendere il suo quinto posto in classifica e, perché no, per cercare lo sgambetto e il sorpasso all’Ornavasso visto che tra le due squadre infatti c’è solo un punto di differenza.
Il compito delle padrone di casa è invece quello di difendere l’imbattibilità interna e di cercare quella continuità di gioco e di risultati indispensabile per poter proseguire il cammino in vetta. Castellanza è per la Matia un banco di prova importante anche in vista della trasferta della settimana prossima a Collecchio.
Non ci sono problemi di formazione per Castellanza, compagine in parte rivoluzionata in estate, con il passaggio di consegne tra il tecnico Eraldo Buonavita (subentrato il campionato addietro in corsa a Emilio Bianchini) e l’esordiente Giodano Maiocchi, promosso dal vivaio della società. Della rosa che nel torneo passato ha affrontato il girone B (quello dell’Italia nordorientale) sono rimaste la palleggiatrice Daniela Rizzelli, la banda Silvia Vigato e il centrale Chiara Trezzi, veterana castellanzese e elemento di grande esperienza e spessore. Con lei al centro c’è la giovane Simona Moraghi (ex Orago e Carnago), mentre completano il reparto dei laterali Sara Angeli, Lucia Cagnoni e Viviana Ballardini. Si tratta di un terzetto molto variegato che offre soluzioni tecniche e tattiche diverse e che punta sulla potenza in attacco di Cagnoni, sull’ottima ricezione di Ballardini e sulla freschezza della più giovane Angeli. A Maiocchi il compito di scegliere il sestetto migliore. Nuovo anche il libero. Il posto di Elena Orlandi è stato preso dall’ottima Silvia Citterio, una delle colonne di Monza nelle ultime stagioni.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl