B1F A - Presentazione Monza-Matia Ornavasso

Saugella Monza-Matia Ornavasso, che si gioca domani sera alle ore 21 all'Elisa Sala di Monza, è il big match della nona giornata di campionato.

Persone Ilaria Polato, Valentina Pastorello, Fabiola Facchinetti, Marta Agostinetto, Alessandra Guatelli, Ester Franco, Debora Stomeo, Marco Gazzotti, Massimo Bellano, Elisa Sala
Luoghi Europa, Genova, Cremona, Piacenza, Vicenza, Trento, Bergamo, Perugia, Asti, Lodi, Jesi, San Vito dei Normanni, Vigevano, Curtatone, Casalmaggiore, Ostiano, Busnago, Villa Cortese, Chieri, Brianza, Monza
Organizzazioni A2
Argomenti sport, calcio

09/dic/2011 16.03.13 Ornavasso volley Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Prima contro seconda. Saugella Monza-Matia Ornavasso, che si gioca domani sera alle ore 21 all’Elisa Sala di Monza, è il big match della nona giornata di campionato. Una gara attesa, che promette emozioni e per la quale dall’Ossola si attende una buona affluenza di pubblico. Mentre i tifosi preparano la trasferta lombarda, la squadra è impegnata nella rifinitura tecnico-tattica. Massimo Bellano ha lavorato con tutte le atlete a disposizione e, avendo calendarizzato l’impegno di Coppa Italia con Chieri a fine dicembre, ha potuto concentrarsi sulla preparazione alla gara. Monza, che nelle ultime gare ha tenuto a riposo l’opposto Agostinetto,  ha invece scelto di organizzare la settimana con la trasferta di Coppa Italia a Bergamo, superata peraltro con un autorevole 3-1 esterno.

Le brianzole, che per il secondo anno di fila sono guidate da Marco Gazzotti - allenatore che nel suo curriculum vanta due promozioni in A2 con Curtatone e Ostiano - sono state profondamente rinnovate con l’obiettivo dichiarato del salto di categoria. Del sestetto dell’anno scorso l’unica rimasta è il palleggiatore Debora Stomeo. Attorno alla 27enne milanese, alla sua terza stagione con la Saugella, è stata costruita una squadra di grande caratura, i cui punti forti sono gli attaccanti. In posto-quattro esperienza e qualità sono le doti di Ester Franco e Alessandra Guatelli. Trentadue anni, milanese, mancina, nell’ultimo decennio la Franco è stata, per la B1, sinonimo di vittoria. Ogni volta che ha militato in questa categoria, ha concluso l’anno con la promozione. È accaduto a Lodi nel 2003, a Piacenza nel 2006, a Villa Cortese e Busnago due volte di fila nel 2008 e nel 2009. Con Busnago ha giocato negli ultimi due campionati di A2, accettando in estate la corte dell’ambiziosa Saugella. In carriera ha calcato anche i parquet di A1 con Jesi e Busto, vestendo l’azzurro nelle Nazionali giovanili.

C’è poco da dire anche sul curriculum e sul palmares della ventottenne mantovana Guatelli che l’anno scorso ha giocato in A1 a Carpi e che con lo stesso club nelle due stagioni precedenti aveva centrato la doppia promozione dalla B1 all’A2 e dall’A2 all’A1. A proposito di promozioni, è stata protagonista - proprio agli ordini di Gazzotti, di cui può essere definita una sorta di “fedelissima” - delle stagioni vincenti di Ostiano e Curtatone. Curtatone è anche la società in cui ha mosso i primi passi e della quale, dal 1995 in poi, ha scritto la storia sportiva accompagnandola - in diversi periodi - dalla Prima Divisione all’A2. Completa un terzetto di “bocche da fuoco” notevoli l’opposto Marta Agostinetto, prelevata in estate da Genova, dove era arrivata l’anno prima dall’A1 di Perugia. A 24 anni di età può già vantare tre anni di serie A (ha debuttato nel 2007/2008 con Cremona) e il titolo di campionessa d’Europa ottenuto nel 2004 con la Nazionale Juniores.

Nel reparto centrali la Saugella è giovane ma non meno forte. Fabiola Facchinetti, nonostante i suoi 21 anni, l’anno scorso ha vinto la B1 con Trento e l’anno prima ha giocato in A2 a San Vito dei Normanni. La collega di reparto, Valentina Pastorello, di anni ne ha appena 18 ma ha già giocato titolare diverse volte l’anno scorso a Monza. Due anni fa, a Vicenza, è stata una delle protagoniste dello scudetto Under 18 vinto dalle venete. Completa il sestetto titolare Ilaria Polato, che i tifosi della Matia hanno imparato a conoscere l’anno scorso nelle infinite sfide con Casalmaggiore. Il ventisettenne libero nativa di Vigevano è una garanzia per una squadra che ha grandi potenzialità e che fino a due settimane addietro viaggiava a punteggio pieno. Gli ultimi passi falsi, la vittoria al tie break con Asti e la sconfitta al tie break di Chieri, l’hanno vista avvicinata dalla Matia, che scende in Brianza per giocare la sua gara. «È una partita importante ma non decisiva - analizza l’allenatore giallonero Bellano -, perché il campionato è ancora molto lungo e per nulla scontato, come hanno dimostrato le ultime giornate. Certo che Monza è un avversario importante e di grande qualità, che va affrontando con il giusto atteggiamento».

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl