B1F A - Presentazione Rolleri Vigolzone - Matia Ornavasso

27/gen/2012 17.29.20 Ornavasso volley Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La Matia riparte da Vigolzone. A sette giorni dallo scivolone di Villa Cortese che è costato il primato in classifica e l’aggancio di Monza, le Api di Ornavasso sono attese dalla trasferta piacentina contro il Rolleri, formazione di elevata caratura tecnica anche se non di uguale valore in classifica. Le biancorosse in estate erano accreditate come possibili vincitrici del campionato. Un avvio sotto le attese le ha fatte stazionare per un po’ nei bassifondi della graduatoria ma le ultime settimane ne hanno rilanciato le quotazioni. Al giro di boa Gioria e compagne sono seste con 23 punti, a -10 dal tandem Monza-Ornavasso ma a sole 3 lunghezze da Chieri, che occupa la terza piazza, l’ultima per i playoff. Il bilancio del sestetto allenato da William Fiorani è in attivo con 7 partite vinte e 6 perse. La squadra viene da 6 vittorie di fila nelle quali ha ottenuto 17 punti, lasciandone per strada solo 1 contro Asti. In casa il Rolleri ha perso di misura alle prime due uscite con Chieri e Collecchio, ma da lì in avanti ha sempre vinto facendo bottino pieno contro Massarosa, Tradate, villa Cortese e Vigevano.

Del resto la formazione titolare è di grande qualità, a partire dal ruolo di palleggiatore, occupato dalla borgomanerese Sonia Gioria, che da quasi vent’anni frequenta i parquet di serie B e serie A e che in bacheca ha più di una promozione ottenuta sul campo. In diagonale con lei c’è l’opposto Giulia Benini, potente attaccante che l’anno scorso ha trascinato il Collecchio alla final four di Coppa Italia e che aveva fatto bene proprio a Vigolzone la stagione prima. Di tutto rilievo il peso delle bande titolare: il capitano Giulia Decordi (classe ’86, già in A1 con Perugia e in Nazionale con il Club Italia) e la giovane Jasmine Rossini (’92, da Verona). Il primo centrale è la torinese Katia Martino, che ha 34 anni, tanta esperienza e che due anni fa ha vinto la B1 con Santa Croce; il secondo la più giovane Alice Piolanti (’87), al suo secondo anno in terra piacentina. Completa il sestetto il libero Rubina Valenzise (‘81).

Per la Matia l’ex di turno è la palleggiatrice Silvia Baradel, che l’anno scorso faceva parte della rosa a disposizione di Fiorani. Baradel è una delle dodici convocate per la trasferta emiliana, insieme a Sara Loda, uscita zoppicante dalla trasferta di Villa Cortese per una distorsione alla caviglia. Sulle sue condizioni lo staff tecnico, in collaborazione con quello medico, sta lavorando per il recupero. «A prescindere da queste valutazioni - taglia corto l’allenatore Massimo Bellano - sono sereno perché ho a disposizione una rosa di dodici atlete che sono sicuro risponderanno bene se chiamate in causa, come è successo fino a oggi. Non è un’eventuale assenza che determina il risultato di una partita, come non è stato il suo infortunio la causa della sconfitta di Villa Cortese. Abbiamo avuto un passaggio a vuoto ma ora guardiamo avanti con concentrazione e determinazione».

Vigolzone-Matia Ornavasso inizierà domani sera alle ore 21. Gli arbitri designati sono Luca Ferrari di Brescia e Simona Fuso Nerini di Milano.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl