B1F A - La Matia Ornavasso riceve Tradate

B1F A - La Matia Ornavasso riceve Tradate.

Persone Domenico Mininni, Lorenzo Paolicelli, Laura Trentani, Silvia Bertaiola, Sara Loda, Massimo Bellano, Monza, Jenny Arnoldi, Mia Causevic, Francesca Fasoli, Elisa Moda, Barbara Garzonio, Valentina Sghedoni, Alessandro Greco, Stefano Saja, Francesca Baldone
Luoghi Torino, Reggio Emilia, Novara, Casalmaggiore, Villa Cortese, Orago, Tradate, Ornavasso, Vigolzone
Argomenti sport, calcio

03/feb/2012 17.38.59 Ornavasso volley Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

È un avversario in crescita ma che sta cambiando pelle quello che domani sfida la Matia. A Ornavasso torna - dopo la parentesi della Coppa Italia - la Grima Tradate. Rispetto al netto 3-0 ottenuto dalle Api in settembre, le cose sono cambiate e non solo per l’addio dell’opposto Arioli e l’arrivo dell’ala Baldone, ma soprattutto per il cambio tecnico  avvenuto in settimana. Domani, infatti, debutta sulla panchina lombarda Stefano Saja, che sostituisce l’esonerato Alessandro Greco.

Tradate, che all’andata strappò un punto a una Matia faticosamente a segno nel tie break, è una squadra nuova per la categoria ma dotata di un organico ben strutturato, giusto mix tra giovani e atlete più esperte. La “linea verde” premia le buone qualità della palleggiatrice Valentina Sghedoni (’89), del libero Barbara Garzonio (’92, scuola Orago ed ex Casalmaggiore), dell’ala Francesca Baldone (’90)  e della centrale Elisa Moda (’87). I perni del sestetto però sono l’altra centrale Francesca Fasoli, trent’anni da compiere e tante stagioni di serie B1 (e un paio di A2 sulle spalle); la
schiacciatrice-ricevitrice italocroata Mia Causevic (’86) e l’opposto Jenny Arnoldi. Causevic e Arnoldi, reduci da due stagioni così così a Vigolzone e Reggio Emilia, in terra varesina stanno trovando continuità e buone prestazioni, come del resto tutta la squadra. Non a caso Tradate, partito piano, è cresciuto e, grazie alla serie (ancora aperta) di 6 vittorie consecutive, è risalito in classifica fino al settimo posto, con 23 punti, 1 in meno del terzetto appaiato in quarta piazza e a -5 dai playoff.

Le giallonere, reduci dalla bella vittoria ottenuta al tie break sul proibitivo parquet di Vigolzone, occupano il secondo posto e inseguono a un punto la capolista Monza. Al di là dei numeri la Matia ha la consapevolezza che se gioca sui livelli espressi a Vigolzone e se mantiene tensione e concentrazione, ha i mezzi tecnici e fisici per avere la meglio sull’avversario. «Tradate è una squadra interessante - conferma l’allenatore Massimo Bellano -. Viene non casualmente da una serie di risultati utili ed è in crescita. In settimana l’abbiamo analizzata a video ricevendo buone impressioni generali. Credo però che il nostro compito principale sia di guardare a noi stessi: se giochiamo come a Vigolzone va tutto bene, ma se la prestazione è quello di Villa Cortese…».

Bellano vuole evitare distrazioni: «Pensiamo al lavoro settimanale e a una partita alla volta - conclude -. Monza ora ci è avanti ma non è determinante come non lo era quando il vantaggio era nostro: il campionato è ancora lungo».

Contro Tradate la notizia della settimana è che finalmente la rosa sarà al completo. Sara Loda, che è già scesa in campo a Vigolzone, ha recuperato dalla distorsione alla caviglia e anche Silvia Bertaiola è disponibile dopo aver recuperato da una frattura a un dito. Sulla celerità dei tempi di recupero il merito va ascritto allo staff medico e fisioterapico, il cui lavoro è stato ottimamente coordinato dalla dottoressa Laura Trentani.

Ornavasso-Tradate inizierà alle ore 21. Gli arbitri designati sono Lorenzo Paolicelli di Torino e Domenico Mininni di Novara.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl