B1F A - Vigevano-Matia Ornavasso 0-3

VIGEVANO - La Matia vince a Vigevano e resta in scia a Monza.

Persone Florens, Claudio Conti, Fabrizio Barberio, Matteo Azzini, Massimo Bellano, Baradel, Fabio Ricci, Marco Bernardini, Rossi
Luoghi Bergamo, Brescia, Flero, Villa Cortese, Chieri, Valdieri, Ornavasso, Villata, Vigolzone, Monza
Organizzazioni Vigevano, Matia Ornavasso
Argomenti sport

12/feb/2012 13.43.59 Ornavasso volley Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Vigevano-Matia Ornavasso 0-3 (20-25, 10-25, 18-25)

Vigevano: Rossi 5, Zaneboni, Stellin 5, Mercorillo 2, Ronchetti (L), Bocca ne, Fuino 4, Valdieri 10, Mantegazza 3, Ganz 6. All.: Marco Bernardini. 2°: Fabio Ricci.

Matia Ornavasso: Baradel 3, Moneta 13, Albini 1, Ghilardi (L), Minati 5, Tasca 10, Perrone 7, Mossetti, Bertaiola 2, Salvi 2, Gloder (L2), Loda 14. All.: Massimo Bellano. 2°: Matteo Azzini.

Arbitri: Fabrizio Barberio di Brescia e Claudio Conti di Bergamo.

 

 

VIGEVANO - La Matia vince a Vigevano e resta in scia a Monza. L’anticipo della sedicesima giornata regala i tre punti alle Api, vittoriose 3-0 nel Pavese pur senza strafare. Al cospetto della quartultima in classifica che, per giunta, si è presentata priva del suo miglior elemento, le giallonere non hanno sbandato, chiudendo la pratica in 67 minuti effettivi.

Smaltita la trasferta di Coppa Italia a Vigolzone il team ossolano scende in campo con il sestetto composto da Albini in palleggio e Minati opposto, Loda e Moneta ali, Tasca e Salvi centrali, Ghilardi libero.

Nel suo Vigevano Marco Bernardini non può disporre dell’opposto Bocca, in non perfette condizioni fisiche e tenuta precauzionalmente a riposo in panchina. Dall’inizio, in diagonale a Mantegazza, c’è così la giovane Rossi. Le bande sono Stellin e Valdieri, i centrali Fuino e Ganz, il libero Ronchetti.

Proprio Rossi rompe il ghiaccio nel set iniziale, che si gioca punto a punto fino all’8-7 Matia. Al rientro dal time out tecnico le ossolane ottengono un break di 4-1 e si portano a +4, un vantaggio che non crescerà e che, anzi, sceso a +2, resterà cristallizzato sin quasi a fine set, quando sul 20-18, le Api allungano chiudendo 25-20. Da segnalare, nella frazione d’esordio, il positivo ingresso in campo del giovane libero Gloder, chiamato a sostituire una Ghilardi non al 100%.

I cambi sono la costante del secondo set, inaugurato da Ornavasso con un pesante break di 8-0 che mette in ginocchio la Florens. Sull’11-3 c’è spazio per la regista Baradel e per l’opposto Perrone, in campo in luogo di Albini e Minati. Il vantaggio s’arrotonda a +12 (16-4); entrano Gloder per Ghilardi e Bertaiola per Salvi, mentre il team giallonero s’avvia senza problemi verso il 2-0, ottenuto con un eloquente 25-10.

Forte del risultato e delle positive risposte ottenute dalle atlete subentrate in corsa, Bellano conferma nel terzo set Baradel, Perrone e Bertaiola. La Matia comanda fin dai primi scambi ma non piazza il colpo del k.o. come potrebbe e così le padrone di casa restano a contatto. La fuga arriva sul 13-11 e con un parziale di 7-0 contro il quale un Vigevano già rassegnato poco può. Le Api vincono 25-18 e, senza strabiliare, sbrigano la pratica pavese.

Poche ore dopo, a Villata, Monza passa in scioltezza (3-0) sulle vercellesi del duo Amadio-Boieri, riprendendosi la testa della classifica lasciata a Ornavasso per lo spazio d’una gara. Il duello a distanza continua, ma riprenderà tra due settimane perché nel prossimo weekend c’è la sosta. Le Api torneranno in campo il 25 febbraio ricevendo Chieri, in concomitanza di Monza-Villa Cortese.

Nel frattempo entrambe le contendenti avranno conosciuto il loro destino in Coppa Italia. Mercoledì, infatti, si gioca il retour match dei quarti con Monza-Flero (1-3 all’andata) e Ornavasso-Vigolzone (3-1).

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl