Coppa Italia B1F - Presentazione Matia Ornavasso - Vigolzone

14/feb/2012 18.26.53 Ornavasso volley Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Dentro o fuori. Il cammino della Matia Ornavasso verso la final four della Coppa Italia di B1 si decide domani sera. In casa, di fronte al pubblico amico e partendo dal 3-1 ottenuto all’andata, il team giallonero si misurerà con il Vigolzone. L’obiettivo di Minati e compagne, detentrici del trofeo, è l’approdo per il secondo anno consecutivo alle fasi finali della manifestazione tricolore. Per centrarlo serve un’altra prestazione convincente sul piano del gioco ma, soprattutto, dell’atteggiamento. «Non mi stancherò di ripeterlo e la squadra lo sa bene: non è ancora deciso nulla», spiega l’allenatore Massimo Bellano, che non si fida dell’avversario e invita a non fare calcoli o a cullarsi sugli allori: «L’esperienza dell’anno scorso dovrebbe averci insegnato qualcosa - ammonisce -. Sempre ai quarti di finale, contro Vigevano, vincemmo 3-0 all’andata e nel ritorno, pensando che fosse fatta e sapendo che ci bastava vincere un set, rischiammo di andare al golden set…». A discapito del vantaggio e del fatto che nei tre precedenti stagionali le Api hanno sempre vinto, il tecnico ornavassese reputa le piacentine una delle squadre più forti della categoria. «In campionato non stanno ottenendo i risultati che potrebbero - continua nella sua analisi -, ma basta guardare la rosa per rendersi conto del valore della squadra. E se in campionato le loro possibilità di centrare i primi due posti sono esigue, la Coppa è un obiettivo concreto. Alla fine conteranno, oltre ai fattori tecnici e fisici, quelli motivazionali: per passare dobbiamo mettere in campo tutta la voglia di vincere che abbiamo».

Sviscerata da un unto di vista tattico, la partita non riserva sorprese e non presenta segreti ai due contendenti. Bellano conosce ormai bene le ragazze allenate da William Fiorani e questi, a sua volta, non ha bisogno di indicazioni. Nelle ultime tre settimane, infatti, Vigolzone e Ornavasso si sono già affrontare tra campionato e Coppa due volte, sempre in Emilia. Nella prima giornata di ritorno della regular season, il 28 gennaio, la Matia s’impose al tie break, mentre nell’andata dei quarti - come detto - il risultato fu di 3-1 per le ossolane. Nel precedente ornavassese, al debutto in campionato, il successo fu giallonero (3-1).

Nel sestetto titolare Vigolzone schiererà presumibilmente la borgomanerese Gioria in palleggio, con Benini opposto, Rossini e Decordi schiacciatrici-ricevitrici, Martino-Piolanti centrali e Valenzise libero. Le uniche incognite sono di carattere tattico perché per buona parte della stagione Benini è stata inserita nelle rotazioni come schiacciatrice, di modo che a fronte di un attacco inedito, la ricezione ne uscisse rafforzata con il miglior utilizzo del libero Valenzise, mentre nell’ultima uscita con Castellanza Fiorani è tornato all’antico.

Proprio Valenzise è uno dei punti di forza della squadra, nonché una veterana di Vigolzone. Giocatrici di grande caratura, specialmente in attacco, sono le bande Rossini (20 anni) e Decordi (26). Indiscutibili, infine, le qualità e l’esperienza di Gioria e Martino, con quest’ultima che nel ruolo di centrale è ben supportata dalla collega di reparto Piolanti.

Confidando nel pubblico delle grandi occasioni (l’ingresso è gratuito) e nel fattore campo, la Matia s’appresta a vivere un’altra serata di emozioni e spettacolo, con l’ambizione non nascosta di poter difendere, a Pasqua, il trofeo conquistato in primavera a Verbania.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl