B1F A - Castellanza-Matia Ornavasso 0-3

Castellanza-Matia Ornavasso 0-3 (22-25, 14-25, 31-33) Castellanza: Cagnoni 2, Rizzelli 2, Ballardini 13, Trezzi 1, Sala 6, Angeli ne, Costantini 4, Moraghi 13, Vigato 3, Citterio (L), Rossetti 1, Bianchi ne.

Persone Lucia Alba Scarpello, Antonino Galia, Matteo Azzini, Massimo Bellano, Giordano Maiocchi, Trezzi
Luoghi Trapani, Ornavasso
Organizzazioni Matia
Argomenti sport, calcio

11/mar/2012 20.02.27 Ornavasso volley Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Castellanza-Matia Ornavasso 0-3 (22-25, 14-25, 31-33)

Castellanza: Cagnoni 2, Rizzelli 2, Ballardini 13, Trezzi 1, Sala 6, Angeli ne, Costantini 4, Moraghi 13, Vigato 3, Citterio (L), Rossetti 1, Bianchi ne. All.: Giordano Maiocchi. 2°: Cristian Boccalupo

Matia Ornavasso: Baradel ne, Moneta 16, Albini 5, Ghilardi (L), Minati 1, Tasca 15, Mossetti 3, Bertaiola ne, Salvi 5, Loda 16. All.: Massimo Bellano. 2°: Matteo Azzini.

Arbitri: Antonino Galia e Lucia Alba Scarpello di Trapani.

 

CASTELLANZA Vince con determinazione, sofferenza e contro la sfortuna, la Matia Ornavasso. Le Api passano 3-0 a Castellanza in una gara molto tirata e resa difficoltosa da alcuni infortuni. Una gara dai contenuti tecnici sicuramente poco interessanti ma emozionante in tutti i suoi 89 minuti.

Nel sestetto iniziale il tecnico castellanzese Giordano Maiocchi propone diverse novità per i guai fisici che patiscono Cagnoni, Angeli e Trezzi. In campo vanno dunque Rizzelli in palleggio con Costantini opposto, Vigato e Ballardini ali, Moraghi e Sala centrali, Citterio libero.

La Matia, che è priva di Perrone e Gloder infortunate, replica con Albini-Minati diagonale palleggio-opposto, Loda e Moneta in banda, Tasca e Salvi ventrali, Ghilardi libero.

Nonostante le defezioni, le neroverdi cominciano meglio delle ospiti e trovano subito 5 punti di vantaggio (9-4). La Matia cerca comunque di ricucire e con un ace di Loda accorcia a -3 sul 12-9 pro Castellanza. Sul 14-11 arriva l’infortunio di Minati che su un movimento banale a fine azione si pesta il piede con una compagna e si scaviglia. Senza Perrone le alternative in quel ruolo non ci sono e Massimo Bellano non può che inserire Mossetti, specialista della difesa reinventata attaccante. La stessa Mossetti, qualche scambio più tardi, cadendo dopo un attacco riporterà una lieve distorsione al ginocchio che si porterà appresso sino a fine gara, dovendo stringere i denti. Pur in emergenza, la Matia resta in partita e a quota 15 trova la parità. Da lì in avanti, tra tanti errori da entrambe le parti, le giallonere riescono a prevalere. L’ace di Albini (20-19) porta le Api avanti. L’attacco out di Vigato e un potente colpo di Loda allungano il divario: 22-19. Il punto decisivo, del 25-22, è un servizio fuori misura di Cagnoni, entrata per Costantini così come Rossetti aveva rilevato Rizzelli.

Il secondo set, che per Castellanza inizia con Vigato in panchina e Cagnoni titolare, è senza storia perché Ghilardi e compagne fanno subito la voce grossa, andando in vantaggio 10-4 e gestendo senza difficoltà sino a 25-14.

Tutt’altra musica risuona nella terza, infinita frazione, nella quale le locali iniziano con un’altra novità: Rossetti per Rizzelli. Ornavasso pare poter proseguire senza intoppi quando, sul 10-6, patisce un parziale di 8-1 e va sotto 14-11. Un muro su Ballardini vale la parità a 14. Parità che dura fin oltre il 25. Negli scambi decisivi, che per le locali vedono in campo l’esperto capitano Trezzi, sale in cattedra Tasca. Le sue azioni in fast sono una manna per il menomato attacco giallonero, che patisce l’assenza di Minati e le difficoltà di Moneta a mettere a terra la palla. Il clima si fa caldo e le emozioni si sprecano. Dopo 40’ di battaglia, dopo aver sprecato 6 match ball e annullato 3 set ball, il punto decisivo, quello del 33-31, arriva con Tasca a muro e fa esplodere il grido liberatorio della Matia.

La missione in terra lombarda delle Api si conclude quindi nel migliore dei modi, con 3 punti e senza nessun set perso. La Matia resta capolista e settimana prossima attende in Ossola il Collecchio.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl