B1F A - La MAtia Ornavasso a Lucca

Il prossimo appuntamento della Matia Ornavasso con il campionato è l'impegnativa trasferta di Lucca, che le Api affronteranno domani per incontrare il Massarosa.

Persone Claudio Conti, Fabrizio Barberio, Venturi, Andrea Marselli, Zamora Gil
Luoghi Roma, Lucca, Versilia, Bergamo, Brescia, Asti, Aprilia, Massarosa, Montichiari, Volta Mantovana, Villa Cortese, Castellanza, Giaveno, Settimo Torinese, Ornavasso, Villata, Latina, Monza
Organizzazioni International organization of securities commissions
Argomenti sport, calcio

23/mar/2012 16.47.13 Ornavasso volley Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Non sarà (in tutti i sensi) una scampagnata. Il prossimo appuntamento della Matia Ornavasso con il campionato è l’impegnativa trasferta di Lucca, che le Api affronteranno domani per incontrare il Massarosa. Le difficoltà riguardano innanzitutto il fattore logistico e gli spostamenti. La Versilia, meta più lontana tra tutte quelle di campionato, dista 360 km e nemmeno tutti di strada troppo agevole: una bella sfacchinata, soprattutto se si considera che l’inizio gara è alle 21.15 e che il rientro avverrà davvero a ora tardissima. Il fattore ambientale è un’altra incognita ma, soprattutto, il motivo principale per cui bisogna usare massima cautela è la situazione di classifica delle toscane, che hanno ormai poco da perdere e che se vogliono salvarsi devono cercare di strappare punti ovunque.

Con ancora 6 partite (compresa quella di domani) da giocare, il ritardo del Massarosa, penultimo in graduatoria con 13 punti, comincia a farsi pesante. La terzultima, Villa Cortese è distante 2 sole lunghezze ma sono 8 quelle di ritardo da Villata, che con la sua tredicesima posizione ha ottime chance di confermarsi in B1. Recuperare un simile divario in così poco tempo per una formazione che finora ha vinto solo 4 volte è impresa difficilissima, ma non tanto da cedere le armi. Ecco così che la Matia deve scendere a Lucca decisa a farsi valere senza concedere spazio alle avversarie, che non vincono dal 18 gennaio - giorno in cui espugnarono Settimo Torinese -, ma che tra le mura amiche hanno ottenuto 7 dei loro 12 punti, perdendo 3-0 solo in due occasioni: con Settimo e con Asti.

Rispetto alla squadra che a Ornavasso fu sconfitta in tre set con parziali pesanti (25-16, 25-9, 25-14) la novità più rilevante è nel ruolo di opposto. Salutata l’esperta Paolini, nel ruolo di attaccante è arrivata la ventottenne italocubana Zamora Gil, che aveva iniziato l’anno a Latina in B1 ma che l’ultimo lustro l’ha vissuto in A2 tra Roma, Aprilia, Volta Mantovana e Giaveno. In palleggio c’è l’ex Santa Croce Cosci, mentre le bande, Papa e Iosco, provengono entrambe dal Valdimagra, squadra nella quale avevano come allenatore Andrea Marselli, attuale tecnico del Massarosa. Completano il sestetto, insieme al libero Venturi, le centrali Massarotto (l’anno scorso a Castellanza) e Mignelli, lucchese doc tornata nella squadra della sua città.

La Matia, che in settimana ha effettuato un allenamento congiunto a Montichiari contro la locale squadra di A2 femminile, ha lavorato intensamente per la partita di Massarosa (gli arbitri sono Fabrizio Barberio di Brescia e Claudio Conti di Bergamo) ma anche per recuperare l’intera rosa dagli acciacchi e dagli infortuni in vista del rush finale della stagione, rappresentato sabato prossimo dal big match con Monza e, nel weekend successivo, dalla final four di Coppa Italia.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl