Coppa Italia B1F - Flero-Ornavasso 0-3; la Matia in finale

07/apr/2012 08.55.49 Ornavasso volley Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Sanitars SeTaL Flero-Matia Ornavasso: 0-3 (20-25, 19-25, 18-25)

Sanitar SeTaL Flero: Da Col, Agostino (L), Bottaini 2, Arcari ne, Alberghini 4, Martini 10, Garbet 5, Vingaretti 1, Raccagni, Pilato 4, Serena 11. All.: Carlo Zanoni. 2°: Fabio Mangili.

Matia Ornavasso: Baradel ne, Moneta 12, Albini 4, Ghilardi (L), Minati 10, Tasca 13, Perrone ne, Mossetti, Bertaiola ne, Salvi 10, Gloder (L2) ne, Loda 13. All.: Massimo Bellano. 2°: Matteo Azzini.

Arbitri: Marco Laghi di Ravenna e Fabrizio Lolli di Bologna.

 

MONTICHIARI - Matia in finale! Inizia con il botto la final four della Coppa Italia di B1 dell’Ornavasso. A Montichiari le Api schiantano 3-0 (25-20 25-19, 25-18) le padrone di casa di Flero e, per il secondo anno di fila, si guadagnano il diritto a giocarsi la Coppa. Domani, alle 19, contro Breganze (a segno 3-0 nell’altra semifinale su Sabaudia), Minati e compagne difenderanno il trofeo conquistato un anno fa a Verbania.

Si inizia in un PalaGeorge non troppo pieno ma con una folta delegazione ossolana. I sestetti in campo sono quelli annunciati. Matia con Albini in palleggio e Minati opposto, Tasca e Salvi centrali, Loda e Moneta ali, Ghilardi libero. Carlo Zanoni risponde schierando la sua Sanitars SeTaL con la diagonale Vingaretti-Martini, Alberghini e Garbet centrali, con Serena e Pilato martelli e l’ex Agostino libero.

Buona la partenza delle padrone di casa, avanti 2-0 con l’ace di Garbet. Moneta firma la prima parità a 5 ma per vedere le Api avanti bisogna attendere il 13-12, quando Pilato spedisce fuori il suo attacco. Di nuovo in carreggiata, la Matia piazza il break decisivo quando riesce a imporsi nel muro. Tasca (migliore in campo con il suo 89% in attacco e 5 muri punto) mette a terra la fast del 20-14, Garbet prova a rispondere ma non c’entra il rettangolo di gioco. Sul 21-14 Zanoni chiama time out ma vede sfuggire il set, che si chiude 25-20 per le ospiti.

Nella frazione successiva la Matia prende il largo quasi subito e dal 7-6 fugge fino al 13-6 (ace di Albini). Zanoni toglie Pilato, che attacca male (27%) e riceve peggio (11%), per inserire Bottaini, tentando così di ridare slancio alla sua squadra. Le biancorosse di casa rientrano un paio di volte a -3, ma vengono puntualmente ricacciate indietro. Il muro di Salvi su Serena e il successivo fallo di doppio palleggio di Vingaretti portano le ossolane sul 22-16, cristallizzando quel divario che Moneta capitalizza mettendo a terra il punto del 25-19.

Ne terzo set Zanoni inizia con Bottaini e senza Pilato, mantenendo inalterato il sestetto. Loda e un muro di Salvi (6 per lei a fine gara sui 13 di squadra) su Martini valgono il 2-0 e fanno pensare a una cavalcata delle Api. La Sanitars però non ci sta e sorpassa 4-3. Come in precedenza, però, quando Minati e compagne accelerano trovano punti pesanti e break importanti. Un ace di Moneta chiude il parziale di 6-0 che vale il 12-6. Sul 20-13 cominciano a scorrere i titoli di coda ma Flero ha una reazione e accorcia 16-20 e 18-21. Massimo Bellano spende un time out e al rientro in campo arriva l’ultimo bruciante allungo, chiuso da Minati sul 25-18.

La partita si chiude in 80’ di gioco e in maniera abbastanza netta. Ottima la prova di squadra delle Api, con cinque giocatrici in doppia cifra e con numeri assai positivi, specialmente in attacco (45% di squadra contro il 29% flerese) e a muro (13 punti a 4).

Archiviata la semifinale è il momento di pensare alla finale. Domani, con inizio alle 19, il PalaGeorge accoglierà la sfida Matia-Breganze. Le Api difenderanno il trofeo conquistato l’anno scorso e lo faranno seguite dal numeroso pubblico. Per oggi è previsto l’arrivo a Montichiari di circa 200 persone tra pullman e auto.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl