B1F A - Matia Ornavasso-Club Italia 3-0

14/apr/2012 23.11.22 Ornavasso volley Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

MILANO - Un altro passo verso il traguardo finale. Alla ripresa del campionato dopo la sosta per la final four di Coppa Italia, le Api hanno compiuto appieno il loro dovere. Oggi pomeriggio, al Centro Pavesi di Milano, la Matia Ornavasso ha fatto valere il pronostico superando per 3-0 (25-20, 25-17, 25-15) il Club Italia e apponendo un altro piccolo mattoncino nella costruzione della promozione in A2. Quando mancano 3 giornate al termine del campionato il vantaggio delle ossolane su Monza (vincitrice 3-0 su Vigevano) resta di 4 punti.

Alla trasferta milanese Minati e compagne si presentano al completo, in buona condizione fisica e soprattutto forti dei successi ottenuti nelle ultime due settimane: il 3-1 su Monza nello scontro diretto e il doppio 3-0 ottenuto in Coppa Italia contro Flero e Breganze in semifinale e finale.

Massimo Bellano schiera il sestetto consueto con Albini in palleggio e Minati opposto, Loda e Moneta ali, Tasca e Salvi centrali, Ghilardi libero.

Marco Mencarelli deve rinunciare alla centrale Bonifacio e in quel ruolo a Chirichella affianca Torchia. La regista è Recine, l’opposto Gobbi, con Fiesoli e Nicoletti schiacciatrici-ricevitrici e Bruno libero.

Apre le danze Loda, che tra attacco e battuta firma due dei tre punti (a zero) con cui la Matia inizia il set d’apertura. Le azzurrine si rifanno sotto grazie al muro e impattano a quota 6 quando a Albini viene fischiato un fallo in palleggio. Immediato il break ornavassese. Favorite dagli errori di Nicoletti e Chirichella e a segno con l’ace di Moneta e il pallonetto di Loda, le Api ne infilano 5 e vanno 11-6. Le ospiti insistono, forzano in battuta - soprattutto sulla banda Fiesoli, verso la quale a fine gara finiranno il 70% dei servizi gialloneri - e arrivano a un massimo di +9 sul 19-10. La reazione del Club Italia e qualche errore di troppo di Minati e compagne riporta sotto le azzurrine, che arrivano a -2 sul 21-19 ma che cadono nei loro difetti di gioventù e con un errore in attacco e un fallo in palleggio danno l’assist a Loda per chiudere il set sul 25-20.

La frazione successiva, che inizia a sestetti invariati, è senza storia da subito. 13-3 è il parziale che taglia le gambe alle padrone di casa e che pone la Matia al riparo da ogni sorpresa, anche dal comprensibile rilassamento che arriva sul 20-7 (nel frattempo Bellano ha mandato in campo Baradel, Bertaiola e Gloder) e che a fine set si legge solo nel divario accorciato: 25-17.

Mencarelli cambia e il terzo periodo lo inaugura con Trinci per Nicoletti. L’avvicendamento apporterà buoni risultati in ricezione (67% di positività per l’entrante contro il 33% dell’uscente) ma non in attacco (12% contro 50%). La mossa sembra comunque pagare nei primi scambi, quando Minati attacca fuori e regala, con il 2-1, il primo e unico vantaggio azzurro del match. Poi la Matia sale un po’ di tono, inizialmente quel tanto che serve per riportarsi avanti (8-6), successivamente il giusto per il break di 5-0 che vale il 13-6. Tre punti di fila di Minati spingono le Api a +8 (16-8), che diventa +10 (19-9) con i due ace di Mossetti. Il match è segnato e le ospiti non faticano a gestirlo, chiudendo i conti 25-19.

Il più classico dei testacoda finisce dunque senza sorprese, consolidando il primato della Matia e relegando aritmeticamente il Club Italia in uno degli ultimi tre posti della classifica. Al momento, vista anche la vittoria di Villa Cortese su Vigolzone (3-2) l’ultimo.

Risultato a parte, alle azzurrine può restare l’amaro in bocca per i 28 errori commessi, ripartiti quasi a metà tra ace subiti (13) e tra battute sbagliate (6) e palle attaccate fuori (9); ma anche il positivo dato sul muro. I 7 punti ottenuti in questo fondamentale contro la Matia prima in classifica è un dato confortante.

Archiviata la trasferta di Milano e registrato, in serata, il successo di Monza su Vigevano, le Api proseguono nella loro fuga. La prossima tappa della strada che porta all’A2 è, sabato prossimo, Ornavasso, dove salirà la Lilliput di Settimo Torinese.

 

Club Italia-Matia Ornavasso 0-3 (20-25, 17-25, 19-25)

Club Italia: Berti ne, Bruno (L), Gobbi 7, Sgherza 1, Recine 3, Fiesoli 8, Cappelli (L2), Perata, Trinci 2, Chirichella 5, Nicoletti 4, Torchia 2. All.: Marco Mencarelli. 2°: Marco Paglialunga.

Matia Ornavasso: Baradel, Moneta 11, Sonia Cottini ne, Albini 2, Ghilardi (L9, Minati 13, Tasca 6, Perrone ne, Mossetti 2, Bertaiola, Salvi 8, Gloder (L2), Loda 14. All.: Massimo Bellano. 2°: Matteo Azzini.

Arbitri: Vittorio Salvini e Tiziana Lo Verde di Brescia.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl