B1F A - Passerella con festa per la Matia Ornavasso

04/mag/2012 17.56.12 Ornavasso volley Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Cala il sipario sulla trionfale stagione della Matia Ornavasso. La grande festa di sabato scorso a Vercelli, dove le Api hanno conquistato sul campo la storica promozione in A2, è ancora un piacevole ricordo per Minati e compagne, che di fronte a sé hanno ancora però un ultimo impegno, domani sera nell’anticipo delle 20 e con ingresso gratuito. La settimana è trascorsa tra esultanze e riposo ma prima di congedarsi è necessario affrontare Villa Cortese. Ai fini dell’esito finale la gara non ha alcuna importanza, e non solo per le padrone di casa che il primato l’hanno ormai in cassaforte, ma anche per le giovani cortesine che non hanno più alcuna possibilità di raggiungere la salvezza.
Prima in classifica contro terzultima. L’esito parrebbe scontato se non fosse per il precedente dell’andata. A gennaio, in piena corsa con Monza per il titolo di campione d’inverno, la Matia inciampò a un metro dal traguardo, perdendo 3-2 e ottenendo la sua ultima sconfitta, l’unica nel 2012 e la seconda in assoluto in questa esaltante stagione. Quella sera ci fu il sorpasso brianzolo e l’avvio di quell’inseguimento poi coronato con successo. Da quella sera le giallonere hanno innestato il turbo aprendo una striscia di 12 vittorie che è tuttora aperta e che nessuno vorrebbe chiudere, perché è vero che il campionato è virtualmente archiviato, ma c’è una partita da onorare, un avversario da rispettare e un pubblico da salutare nel migliore dei modi.
In tribuna si preparano coreografie, cori e striscioni. E ci si prepara a festeggiare - la società ha aperto le porte a tutti lasciando l’ingresso libero - anche dopo, perché le coincidenze del calendario hanno sovrapposto l’ultima giornata di campionato al compleanno di Alessia Ghilardi. Il capitano morale della Matia, l’anima ornavassese della squadra, domani spegne 33 candeline e vuole festeggiare ancora.
A proposito di feste e sorprese, giovedì sera, all’uscita degli spogliatoi le ragazze non hanno trovato ad attenderli palloni, elastici e pedane, bensì l’agguerrita squadra dello staff. In una partita tutta da ridere e vissuta in un clima goliardico tra ruoli inventati, numeri fuori dall’ordinario e situazioni pallavolisticamente al limite dell’improponibile, le Api hanno piazzato l’ennesima vittoria, imponendosi 2-1 in un avvincente terzo set conclusosi ai vantaggi e… nonostante l’arbitro.
Domani, però, si torna a fare sul serio. Agli ordini degli arbitri Alessandro Ponzo di Cuneo e Sergio Giusto di Genova e con un’ora di anticipo rispetto a tutte le altre gare (è una richiesta di Villa Cortese che l’indomani si gioca il titolo regionale Under 18) l’avversario è la baby compagine milanese. Squadra giovanissima, serbatoio della prima squadra vicecampione d’Italia e semifinalista in Champions’ league, agli ordini di Igor Galimberti (già autore di una promozione in A1 con Villa Cortese) e di Franca Bardelli, ex Nazionale e allenatrice pluriscudettata nel settore giovanile (con Orago) presenta prospetti interessanti già nel giro delle Nazionali come Perinelli e Sylla. Alla loro scuola sono cresciute, tra le altre, Serena Moneta e Silvia Bertaiola. Quest’ultima è l’unica ex della partita, avendo giocato l’anno scorso proprio a Villa Cortese.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl