Comunicato 27 settembre 2002

Parma - Grande entusiasmo ed attesa nella cittá di Parma ed in tutta l¹Emilia rugbistica per il jaguar test Match che pone di fronte Italia e Romania per una partita valida come qualificazione ai Mondiali australiani dell¹autunno 2003.

27/set/2002 15.41.19 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
RUGBY Notizie a cura dell'Ufficio Stampa FIR

Roma, 27 settembre 2002

JAGUAR TEST MATCH ITALIA ­ ROMANIA
DOMANI A PARMA, ORE 14.30
KIRWAN SI ASPETTA LO STADIO PIENO ED ENTUSIASTA
Parma
­ Grande entusiasmo ed attesa nella cittá di Parma ed in tutta l¹Emilia rugbistica per il jaguar test Match che pone di fronte Italia e Romania per una partita valida come qualificazione ai Mondiali australiani dell¹autunno 2003. Una qualificazione virtualmente certa, per l¹italia, grazie al 50 a 3 di domenica a Valladolid ma ancora da conseguire per la Romania. Fra Italia e Romania si celebra il 39esimo confronto. Il bilancio totale vede gli azzurri in vantaggio 20 - 15, differenza che si è concretizzata negli ultimi 8 anni in virtú di 8 successi azzurri su nove incontri. Segno indubitabile di una crescita azzurra e di un calo rumeno coincidente con le gravi difficoltá economiche e politiche della Nazione.
L¹ultimo confronto risale a novembre del 2000 quando a Benevento l¹amichevole si concluse 37 a 17 con ben 7 mete per gli Azzurri. Sono solo 5 per parte i reduci, delle 2 squadre (da 22) da quell¹incontro del 2000. Allora gli Azzurri erano allenato da Johnstone, oggi, ringiovanitissimi, allenati da John Kirwan con un nuovo staff. Le cose sono quindi molto cambiate da quel giorno poiché l¹Italia è andata maturando alla scuola del 6 Nazioni mentre la Romania è stata ufficialmente adottata dalla Francia che si è incaricata di pilotarla verso i massimi livelli. L¹accordo comprende il distacco del tecnico nazionale Bernard Charreyre (come accadde un tempo in Italia con Pierre Villepreux) e scambi ad ogni livello e soprattutto di club. 17 dei 22 in campo domani militano nel campionato francese. Un giocatore gioca a Rovigo, Cristian Sauan, e Mihai Vioreanu a Palmerston.
Rispetto alla partita di una settimana fa Kirwan ha deciso 3 variazioni. Una per l¹infortunio della seconda linea Dellapé, rimpiazzato dal ventunenne veneto Enrico Pavanello, le altre 2 dettate da scelte che tengono conto delle condizioni di forma e di prospettive allargate: Scanavacca apertura per Mazzariol e Zanoletti centro per Barbini.

DONDI: "DIMOSTRARE DI ESSERE DA 6 NAZIONI"
Il significato del match di domani (Lanfranchi, ore 14.30, diretta TV su Raitre dalle 15.15) è inquadrato molto bene dal Presidente della FIR, Giancarlo Dondi: "si tratta di un match di grande importanza soprattutto perché pone di fronte la Romania, prima classificata del torneo 6 Nazioni ŒB¹ (Romania, Georgia, Russia, Portogallo, Spagna e Olanda ndr), contro l¹Italia, ultima del 6 Nazioni ŒA¹ (Francia, Inghilterra, Irlanda, Scozia, Galles, Italia ndr). L¹esito di questo match offrirá la misura della differenza esistente fra i 2 livelli europei".

KIRWAN: "VINCERE NEL RISPETTO DELL¹AVVERSARIO"
Il CT John Kirwan spiega le sue scelte: "La squadra che mando in campo si basa sulle condizioni di forma e dalla voglia di giocare espressa negli allenamenti. Andiamo in campo domani, come sempre, per vincere nel pieno rispetto di una Romania preparata, forte con tanti giocatori militanti nel campionato francese. La sqaudra è molto motivata. L¹aver centrato la qualificazione a Valladolid non avrá alcun peso psicologico perché noi dobbiamo dimostrare di essere in crescita ogni volta che andiamo in campo, non importa contro chi. Ho una grande considerazione per la Romania che ho visto in video nell¹ultimo match contro l¹Irlanda e contro cui, nel 1987, ho giocato fra le file degli All Blacks che risultó molto duro con i rumeni capaci di battersi con ogni energia fino alla fine.
Le condizioni del campo che ho visto oggi sono discrete, il terreno è ammorbidito dalle piogge ma con il sole che c¹è domani il terreno dovrebbe essere perfetto e tale da consentire una partita dagli alti contenuti spettacolari.. Mi auguro perció che lo Stadio sia ricolmo di sportivi venuti a sostenerci con il loro tifo, di cui abbiamo sempre bisogno. Parma ha una grande tradizione rugbistica, ha 2 squadre nel campionato di Super 10 e la nostra è una squadra giovane a cui giova sentire attorno il calore del pubblico. Spero di sentire veramente un tifo incredibile con gente che canta sugli spalti, a partire dall¹inno nazionale che ho imparato a memoria anche io".

TRONCON: "LA ROMANIA E¹ SQUADRA COMPLETA"
Anche Capitan Troncon mostra rispetto per la Romania: "Conosco bene I ruomeni. Gli ho incontrati 2 anni fa a Benevento. Praticamente tutti i suoi giocatori militano nel campionato francese in cui fino alla stagione scorsa giocavo anche io. Sono giocatori forti, completi, dotati di buona tecnica e di esperienza ad alto livello che rendono la squadra completa in ogni reparto. Noi vogliamo peró continuare a batterli ma per farlo dovremo essere concentrati dall¹inizio alla fine".


CHARREYRE: "SIAMO QUI PER IMPARARE"
Il tecnico francese Bernard Charreyre ha grande rispetto per l¹Italia: "Ringrazio per i complimenti e per le parole gentili che Kirwan e Troncon ci hanno rivolto ma in veritá la Romania è in completa ricostruzione e l¹Italia è comunque superiore. Per noi l¹obiettivo resta quindi quello di fare bella figura qua e poi battere la Spagna. Io ho visto una grande Italia, soprattutto quando ha saputo, con entusiasmo e talento, tenere testa alle avversarie del 6 Nazioni ed in particolare alla Francia. L¹Italia fa dell¹ottimo rugby, ed ha la fantasia tipica dei latini, di cui anche io vado fiero visto che sono un latino (di Perpignan, al sud della Francia). Il solo problema che riscontro negli Azzurri è la mancanza di controllo e di gestione del gioco per lungo tempo. Peró l¹Italia è comunque superiore alla mia Romania e noi siamo venuti qui anche per imparare dal vostro modo di giocare latino visto che pure la Romania è una squadra latina. Io, quello che ho cercato di fare, è di dare un senso tattico, strategico e di gruppo a delle grandi individualitá che giocano quasi tutte in Francia. Fino allo scorso anno giocavano ognuno per conto suo e questo spiega certi insuccessi.
Insuccessi, come quello con l¹Inghilterra, nel novembre scorso, per 134 a 0 da cui sembrano essere comunque usciti, come conferma il capitano Alin Petrache: "Sono cambiate molte cose da allora. Ora giochiamo molto meglio e si vede un gioco collettivo che prima non facevamo. Peró non pensiamo di poter dar troppo fastidio all¹Italia. Conosciamo il livello degli Azzurri e contiamo soprattutto di fare un buon match e di prepararci bene per la prossima partita con la Spagna, dove ci giochiamo la qualificazione diretta per la Coppa del Mondo".

JAGUAR TEST MATCH ITALIA ­ ROMANIA
PARMA, ORE 14.30, STADIO COMUNALE "LANFRANCHI"
DIRETTA TV SU RAITRE DALLE ORE 15.15
LE FORMAZIONI
ITALIA: 15
Gert PEENS (Overmach Parma); 14 Nicola MAZZUCATO (Benetton Treviso), 13 Cristian STOICA (Castres), 12 Cristian ZANOLETTI (Ghial Amatori e Calvisano), 11 Denis DALLAN (Benetton); 10 Andrea SCANAVACCA (Rovigo), 9 Alessandro TRONCON (Benetton) - Capitano; 8 Sergio PARISSE (Benetton), 7 Aaron PERSICO (Arix Viadana), 6 Andrea DE ROSSI (Ghial Am. e Calvisano), 5 Marco BORTOLAMI (Petrarca), 4 Enrico PAVANELLO (Benetton); 3 Leandro CASTROGIOVANNI (Ghial Am. e Calvisano), 2 Andrea MORETTI (Ghial Am. e Calvisano), 1 Andrea LO CICERO (Stade Toulousain).
A disposizione: 16 Ramiro MARTINEZ (Benetton), 17 Carlo CHECCHINATO (Benetton), 18 Mauro BERGAMASCO (Benetton), 19 Stefano SAVIOZZI (Overmach), 20 Juan Manuel QUEIROLO (Dax), 21 Francesco MAZZARIOL (Benetton), 22 Mirco BERGAMASCO (APS Petrarca Padova). Allenatore: John Kirwan
ROMANIA: 15 Gabriel BREZOIANU (Bégles-Bordeaux); 14 Mihai VIOREANU (De La Salle Palmerston), 13 Valentin MAFTEI (Pau), 12 Romeo GONTINEAC (Stade Aurillacois), 11 Cristian SAUAN (Rovigo); 10 Ionut TOFAN (Racing Club de France), 9 Lucian SIRBU (Racing), 8 Alin PETRACHE (Racing) - Capitano, 7 Alexandru MANTA (Bégles-Bordeaux), 6 Florin CORODEANU (Grenoble), 5 Ovidio TONITA, 4 Cristian PETRE (Racing); 3 Silviu FLOREA, 2 Marius TINCU (Pau), 1 Petrisor TODERASC (Farul Constanta).
A disposizione: 16 Dan TUDOSA (Racing), 17 Razvan MAVRODIN (Perpignan), 18 Sorin SOCOL, 19 George CHIRIAC (Farul), 20 Cristian PODEA (Univ. Cluj), 21 Remus LUNGU, 22 Marius PICOIU (Stade Lavelanetien). Allenatore: Bernard Charreyre
ARBITRO: Donald COURTNEY (Irlanda); Giudici di linea: Alan LEWIS e Tony REDMOND (Irlanda)

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl