Comunicato Rugby Roma Olimpic n. 38_0910 (Centro Sportivo Tre Fontane)

23/apr/2010 13.03.00 Ufficio Stampa Rugby Roma Olimpic Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

logo rugby roma piccolo.jpg

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

In merito agli accadimenti relativi alla chiusura del centro sportivo Tre Fontane la S.S.D. Rugby Roma Olimpic ritiene doveroso comunicare quanto segue.

Negli ultimi cinque anni, a fronte di un’utenza idrica intestata alla Coni Servizi S.p.A. da parte dell’Acea, è stato chiesto alla Rugby Roma di adempiere direttamente al pagamento delle competenze anche per le quote relative ai consumi dei soggetti co-affidatari del centro sportivo.

Ritenendo eccessivi rispetto al reale consumo gli importi addebitati, la Rugby Roma ha richiesto alla Coni Servizi S.p.A., da tempo in più occasioni, una verifica su eventuali dispersioni dell’impianto idrico senza che venisse effettuato alcun intervento risolutivo. Ciononostante la Rugby Roma, avendo a cuore il funzionamento del centro sportivo, ha provveduto nel corso degli anni e a proprie spese a numerose riparazioni dell’impianto idrico nell’area ad essa affidata.

A fronte delle ripetute pressioni da parte della Coni Servizi S.p.A. ad adempiere al pagamento delle somme in questione, senza peraltro avere mai avuto visione né del contratto di utenza tra Coni Servizi S.p.A e l’Acea Ato2 né delle fatture relative, la Rugby Roma ha richiesto al Tribunale Civile di Roma una Perizia Tecnica Preventiva (A.T.P.) attualmente nelle disponibilità delle parti e in corso di definizione. Preso atto della perizia ed in base alle risultanze tecniche di quest'ultima, la Rugby Roma ha potuto accertare che in relazione al periodo intercorrente tra l'inizio della convenzione in affidamento e la data del 31.12.2009 i consumi effettivi imputabili alla stessa sono pari a circa € 140.000,00 al netto delle perdite idriche riscontrate e delle quote riferibili ai soggetti sportivi co-affidatari del centro sportivo.

Allo stato la Rugby Roma, per la definizione del contenzioso, ha offerto in pagamento tale importo maggiorato della quota relativa all'anno 2010 sempre riferita ai consumi effettivi ad essa imputabili.

Tale proposta è stata formulata al legale della Coni Servizi S.p.A dagli avvocati della Rugby Roma Olimpic che sono in attesa di una risposta.

 

Roma, 23 aprile  2010

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl